Home > Musica > LE INTERVISTE DI TALENT-TIME: VALENTINA D’ANTONI

LE INTERVISTE DI TALENT-TIME: VALENTINA D’ANTONI

scritto da: Associazione Culturale M.A.R.T.E. | segnala un abuso

 LE INTERVISTE DI TALENT-TIME: VALENTINA D’ANTONI

LO STRILLONE – VETRINA TALENT-TIME 2020


Carissimi Lettori,

la nostra intervista di oggi è indirizzata a Valentina D’Antoni, una ragazza per la quale la Musica è sogno, la Musica è amore, la Musica è la vita stessa.

La voce è il mezzo con il quale esteriorizza la sua grande sensibilità e la sua armonia interiore. La sua arte nel canto, i vocalizzi e la tecnica che potete apprezzare sono il frutto di uno studio accurato e approfondito come autodidatta. Purtroppo non tutti gli Artisti si possono permettere di investire nei propri sogni ma ci sono Cantanti che come Valentina ci insegnano che l’impegno, la forza di volontà e la voglia di crescere possono davvero portare a raggiungere grandi risultati.

E adesso Valentina

Parlaci di te

Sono Valentina D'Antoni, e il mio nome d'arte è Valentina, semplice e conciso, genuino e veritiero!

Sono una cantante solista, e vengo da Roma.

Quando hai deciso di dedicarti alla musica e perché?

Tutto questo mio coinvolgimento emotivo nella musica è iniziato quando ero fra l'essere neonata e l'essere un cucciolo d'uomo; proprio sembra che non ci sia un'età precisa che possa rapportarlo!

Quali sono stati i tuoi primi passi nel mondo della musica?

Il primo approccio fu con una tastiera di massimo un'ottava della Chicco, (non so se avessi 3 anni) e la suonavo a orecchio. Alle medie scoprii di avere l'orecchio assoluto suonando il flauto, ma mai in tutta la mia vita presi lezioni prima di allora.

Nel mio palazzo abitò una soprano abbastanza conosciuta; la sentivo fare scale e vocalizzi e io, non avendo possibilità di poter accedere ai corsi di pianoforte, mi divertivo allora a "suonare" l'unico strumento che avessi a disposizione: la voce.

Prendevo in giro il modo di cantare operistico, e questo proprio perché vi riuscivo ed era così naturale farlo, per me. Alle superiori iniziai a cantare nei concerti scolastici, organizzavo sessions con alcune band costituite nella scuola. Poi entrai, finite le superiori, in un coro dove si cantava musica classica (Mozart, Handel, eccetera) e imparai a leggere da sola anche lo spartito.

Negli anni entrai in alcuni gruppi, poi decisi di partecipare a dei concorsi.

Importante fu l'edizione de "Il Cantagiro 2016", nel quale mi classificai come Finalista Nazionale per la categoria "Lirico - Pop". Dall'ottobre 2016 sono in duo artistico col compositore per musiche da film Marco Werba, il quale ha lavorato anche per Dario Argento.

Quale è il tuo genere musicale preferito?

Sicuramente è il Rock Progressivo RIGOROSAMENTE inglese; siccome sono molto duttile gradisco moltissimo anche per l'opera lirica, il blues, il jazz, il gospel insomma....... Bella sfida!

Quali sono gli artisti che hanno influenzato la tua scelta musicale?

Sicuramente Freddie Mercury per tutta la mia vita, dall'inizio alla mia fine quando ciò avverrà.

Quando ero piccola ascoltai per la prima volta la sua voce, e ciò avvenne mentre mio padre mi accompagnava a scuola in macchina. Inserì la cassetta “The Greatest Hits III” e fu la sua rovina. Venni rapita da quel timbro unico, inconfondibile, che arrivava fino su, in paradiso, con una bellezza che ancora non riscontro altrove. Volevo cantare come lui, e grazie al mitico e inimitabile frontman dei Queen ho sviluppato la mia tecnica personale per arrivare agli acuti senza "far male" alle corde vocali. L'ho studiato a fondo, la sua vocalità, il modo in cui otteneva certe note, ho studiato tutto da sola aiutata esclusivamente dal mio orecchio particolare.

Vi sono tuttavia altri cantanti a cui attingo per altri "colori" della voce affini ai miei, e sono: Whitney Houston, Beyoncé, Ella Fitzgerald, Aretha Franklin, Maria Callas, Montserrat Caballe.

Ti stai già esibendo? Raccontaci se hai in programma di partecipare a qualche evento una volta conclusa l'emergenza Covid.

Purtroppo ancora non mi sto esibendo dal vivo a causa della pandemia di coronavirus ancora in corso, ma una volta conclusa dovrei tenere la prima serata da solista presso un noto ristorante vicino Roma.

Cos'è per te la musica?

La musica è per me la forma più sensibile dell'amore, quella più grave e più acuta che si muove fra le cinque linee sottili di un pentagramma che non conosce fine, e che è la vita.

Credo di aver detto tutto!

Quali sono i tuoi sogni, le tue speranze e le tue ambizioni legate al mondo della musica?

Sogno di poter arrivare a creare della musica che comprenda tutti quegli stili che hanno influenzato la mia vita e il mio modo di cantarla e di cantare. L'ambizione è creare qualcosa di unico, ma mi occorre un team forte, allineato alla mia stessa idea di concepire la musica. È molto complicato. Ma, appunto, è un'ambizione, non una barzelletta. Poi voglio continuare a crescere con il canto, voglio andare sempre più oltre. Non voglio pormi alcun limite.

Cosa ti ha spinto a partecipare alla vetrina di Talent Time 2020?

La curiosità, la voglia di esserci nonostante la condizione di reclusione imposta da questa situazione di pandemia globale. Io ci sono ancora, la mia voce c'è, non deve rimanere a casa assolutamente. Perché è il mezzo più importante, il lineamento principale che mi definisce e categorizza come anima.

Hai qualcosa da aggiungere?

Sono una persona molto diretta e trasparente.

Ho un pensiero e un forte augurio per noi Artisti che non abbiamo potuto frequentare accademie o insegnanti altamente qualificati e particolarmente esigenti in denaro per quanto riguarda l'insegnamento. Questo messaggio è diretto a queste autorità.

E alle autorità competenti, direi questo:

"Se vi capita qualcuno con del talento, investite su quel qualcuno. Dategli degli strumenti, il loro diritto naturale di apprendere.

Dategli un'accessibilità ai corsi così come si fa con i percorsi scolastici obbligatori. C'è bisogno del talento, quello vero, non solo di quello che può permettersi di pagare rate altissime o insegnanti qualificati e riconosciuti da altrettanti personaggi dello spettacolo.”

Vi stanno sfuggendo le occasioni migliori di guadagno, pensateci.

Meno danaro oggi per voi, ma sicuramente un domani più roseo anche per noi. Non siamo tutti uguali? Non sarebbe un sano e vero business? "

 

Saremo tutti con te Valentina quando, una volta finita la pandemia, potrai finalmente esibirti per la prima volta da solista e ti auguriamo che sia soltanto la prima di una interminabile serie e che tu possa salire su palcoscenici sempre più importanti!!!

Vi salutiamo invitandovi a cliccare sul link sottostante ed ascoltare il brano che questa bravissima Artista ci propone:” Listen” e vi diamo appuntamento alla prossima intervista.

IL TEAM DI TALENT-TIME

#TALENTTIMELATUAVOCENELMONDO


Fonte notizia: https://talent-time.it/contestants/valentina-dantoni-listen/


Musica | canto | voci nuove | iscrizione gratuita | concorso canoro | Talent-Time | cantanti emergenti | cantanti big |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

TALENT-TIME 2020 VETRINA CANORA COMPLETAMENTE GRATIS


LO STRILLONE: LE INTERVISTE DI TALENT-TIME


LE INTERVISTE DI TALENT-TIME: GAETANO PARISE


LE INTERVISTE DI TALENT-TIME: DEA


“PER INCISO” É IL NUOVO SINGOLO DELLA VOCALIST E SONG WRITER VALENTINA GRAMAZIO ESTRATTO DALL'OMONIMO ALBUM


LE INTERVISTE DI TALENT-TIME: ROBERTA SCIME’


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

LE INTERVISTE DI TALENT-TIME: ALESSIA BRIGHTLY

LE INTERVISTE DI TALENT-TIME: ALESSIA BRIGHTLY
LO STRILLONE – VETRINA TALENT-TIME 2020 Gentilissimi ed assidui amici.L’intervista di oggi riguarda una giovane ma talentuosa cantante e cantautrice dalla voce coinvolgente ed espressiva, riconoscibile e ben gestita. Cosa si necessita di più per ambire al successo? La risposta è: assolutamente niente, per questo motivo siamo certi che sentiremo in futuro parlare molto di lei.Si, lo sappiamo che siete curiosi di sapere di chi si tra (continua)

LE INTERVISTE DI TALENT-TIME: LUCA BENEVELLI

LE INTERVISTE DI TALENT-TIME: LUCA BENEVELLI
LO STRILLONE – VETRINA TALENT-TIME 2020 Carissimi amici assidui lettori delle nostre interviste, oggi abbiamo la fortuna ed il piacere di portare alla vostra attenzione un giovane ma già collaudato e bravissimo cantautore.Si tratta di Luca Benevelli, ascoltarlo è stata per noi una piacevolissima sorpresa e non abbiamo dubbi nell’asserire che lo sarà certamente anche per voi, perché la sua “Se vuoi essere felice” https://www.talent-t (continua)

LE INTERVISTE DI TALENT-TIME: FEDERICA GIUSTI

LE INTERVISTE DI TALENT-TIME: FEDERICA GIUSTI
LO STRILLONE – VETRINA TALENT-TIME 2020 Cari lettori, l’intervista di oggi riguarda una giovane e talentuosa interprete. Si tratta di Federica Giusti. Si sa, ogni strada è buona per riuscire a scoprire le proprie inclinazioni e lei ha scoperto la sua vocazione canora attraverso il karaoke, da lì la escalation verso la notorietà. Sappiamo che presto sarà ospite in uno spettacolo teatrale a Roma dove esibirà la sua bella voce in qual (continua)

LE INTERVISTE DI TALENT-TIME: YASMIN CORRADO

LE INTERVISTE DI TALENT-TIME: YASMIN CORRADO
LO STRILLONE – VETRINA TALENT-TIME 2020 Eccoci anche oggi puntuali come un treno Giapponese, cari cultori delle promesse emergenti, per presentarvi un vero talento puro.Si tratta di Yasmin Corrado lei è una giovanissima di soli sedici anni ma con una padronanza vocale che la dice lunga su quanta strada potrà percorrere nella sua carriera di cantante appena intrapresa.Da quello che leggerete scoprirete che si tratta anche di una ra (continua)

LE INTERVISTE DI TALENT-TIME: D-WINE

LE INTERVISTE DI TALENT-TIME: D-WINE
LO STRILLONE – VETRINA TALENT-TIME 2020 Cari assidui lettori. Oggi vi presentiamo un gruppo, o meglio una band come oggi si è soliti definirli.Sono I D-WINE, sono della provincia di Foggia ed a rispondere alle nostre domande abbiamo con noi Giovanni Iadarola il bassista. Loro presentano alla Vetrina di Talent-Time 2020 un brano di loro composizione “AMORE FOLLIA” https://www.talent-time.it/contestants/d-wine-amore-follia/ che vi inv (continua)