Home > Economia e Finanza > Andrea Mascetti, l’analisi dello Studio Legale sulla nuova legge grandi derivazioni idroelettriche

Andrea Mascetti, l’analisi dello Studio Legale sulla nuova legge grandi derivazioni idroelettriche

scritto da: Articolinews | segnala un abuso

Lo Studio Legale di Andrea Mascetti illustra la recente Legge Regionale 8 aprile 2020, n. 5, approvata dalla Regione Lombardia: le novità in tema di assegnazione delle concessioni di grandi derivazioni idroelettriche


Un primo sguardo alla recente Legge Regionale 8 aprile 2020, n. 5 della Regione Lombardia in materia di grandi derivazioni idroelettriche: l'avvocato Nicolò F. Boscarini (Studio Legale di Andrea Mascetti) prende in analisi i sei Titoli del testo normativo regionale.

Andrea mascetti
Studio Legale di Andrea Mascetti: Titoli I e II della Legge grandi derivazioni idroelettriche

In ottemperanza alla normativa-quadro statale di cui all'art. 12 del D.Lgs. 16 marzo 1999, n. 79, la Regione Lombardia ha approvato la Legge Regionale 8 aprile 2020, n. 5 che introduce una disciplina organica delle modalità e delle procedure di assegnazione delle concessioni di grandi derivazioni idroelettriche (potenza nominale media annua superiore a 3 MW). L'avvocato Nicolò F. Boscarini ha fornito un'analisi della normativa prendendo in esame i sei Titoli in un recente approfondimento pubblicato dallo Studio Legale di Andrea Mascetti. Come illustrato dall'avvocato, il Titolo I della Legge contiene disposizioni di carattere generale, tra cui la finalità della Legge stessa, l'oggetto delle concessioni, il regime giuridico dei beni strumentali allo sfruttamento della forza motrice, il riparto di competenze in caso di corpi idrici tra più regioni o province autonome e la durata delle concessioni (tra i 20 e i 40 anni, con possibilità di incrementare fino a un massimo di altri 10 anni). L'analisi dello Studio Legale di Andrea Mascetti si è poi occupata del Titolo II, concernente le operazioni preliminari e l'avvio delle procedure di assegnazione, le quali impongono alla Giunta regionale, prima di avviare le procedure di assegnazione, di accertare l'esistenza di un eventuale interesse pubblico diverso da quello idroelettrico. Lo stesso Titolo II, inoltre, individua le seguenti modalità di assegnazione: a) procedura a evidenza pubblica; b) affidamento a società a capitale misto pubblico-privato, previa selezione del socio privato tramite gara; c) altre forme di partenariato pubblico-privato.

I Titoli III, IV, V e VI analizzati dallo Studio Legale di Andrea Mascetti

Il focus pubblicato sul sito dello Studio Legale di Andrea Mascetti prosegue con l'analisi dei successivi Titoli della Legge Regionale 8 aprile 2020, n. 5. L'approfondimento dell'avvocato Nicolò F. Boscarini, infatti, prende in esame le fasi della procedura di assegnazione delle concessioni, contenute nel Titolo III della Legge, e suddivise in a) adozione e pubblicazione del bando e b) procedimento unico di valutazione delle istanze e della documentazione tecnico-progettuale. Come precisato dall'avvocato, però, per conoscere in dettaglio il suddetto procedimento è necessario attenderne il regolamento attuativo. La Giunta Regionale, inoltre, come stabilito dal Titolo IV, ha il compito di inserire obblighi e limitazioni gestionali nei bandi, insieme a obiettivi di miglioramento energetico, risanamento e compensazione ambientale e clausole per la stabilità occupazionale. Dopo una trattazione del Titolo V, che disciplina la materia del canone concessorio e il deposito cauzionale, lo Studio Legale di Andrea Mascetti conclude il proprio intervento prendendo in esame il Titolo VI, contenente le disposizioni finali, tra cui la norma sulle cause di decadenza della concessione. Come spiegato dall'avvocato Nicolò F. Boscarini, la Legge, pur rinviando alle normative statali e regionali già esistenti, riconosce la possibilità di integrare altre ipotesi di inadempimento, come quelle relative al rispetto degli obblighi gestionali e alle compensazioni ambientali e territoriali.


Fonte notizia: https://andreamascetti.myblog.it/


Andrea Mascetti |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Ambiti di competenza dell’avvocato Andrea Mascetti, titolare dell’omonimo Studio Legale


Andrea Mascetti: le Fondazioni saranno punto di riferimento culturale dopo l’emergenza sanitaria


Italgas rinnova gli organi sociali: Andrea Mascetti tra i candidati al CdA


L’avvocato Marta Cipriani (Studio Legale Andrea Mascetti) si occupa della Legge Gelli - Bianco


Tra Wikipedia e cellulari: l’emergenza lettura nell’intervista ad Andrea Mascetti (Cariplo)


Fondazione Cariplo: Andrea Mascetti guida la Commissione arte e cultura


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Fondazione Cariplo, l’appello di Andrea Mascetti: “Italia uno dei Paesi in cui si legge di meno”

Fondazione Cariplo, l’appello di Andrea Mascetti: “Italia uno dei Paesi in cui si legge di meno”
Andrea Mascetti evidenzia come l’Italia risulti essere uno dei Paesi con meno lettori: per il Coordinatore della commissione Arte e Cultura della Fondazione Cariplo una delle cause è la presenza di una tecnologia sempre più invadente Una delle ultime iniziative di Fondazione Cariplo è stata dedicata alla promozione della lettura. Per gli italiani un'attività sempre meno importante, ha sottolineato Andrea Mascetti, a capo della Commissione Arte e Cultura della Fondazione.Andrea Mascetti: "Anno dopo anno si continuano a perdere lettori"Nell'ultimo anno e mezzo, tra pandemia e crisi economica, pochi in Italia si sono accorti (continua)

Un successo il progetto di T2i admin4D sullo Smart manifacturing

Il 30 aprile si è ufficialmente concluso il progetto ADMIN4D additive manufactoring & industry 4.0 as innovation driver, promosso dalla rete IMPROVENET, di cui t2i è partner attivo. La mission della rete IMPROVENET consiste nell’aumentare la diffusione delle tecnologie ICT nel tessuto industriale regionale, al fine di rendere le aziende più competitive, produttive e reattive alle necessità del (continua)

Ancora incertezze sulla Riforma della Riscossione: Massimo Rizza chiarisce alcuni dubbi

Ancora incertezze sulla Riforma della Riscossione: Massimo Rizza chiarisce alcuni dubbi
Si fa sempre più evidente la necessità di una Riforma della Riscossione: Massimo Rizza prova a fare chiarezza sui dubbi e sulle incertezze Mentre il Governo si prepara a decidere sulla Riforma della Riscossione, Massimo Rizza prova a fare il punto della situazione sulla riforma fiscale che potrebbe interessare parecchi contribuenti.Massimo Rizza spiega perché è importante una Riforma della RiscossioneUltimamente si sente parlare sempre con maggiore insistenza della cosiddetta Riforma della Riscossione, che di fatto rapprese (continua)

Massimo Malvestio: il Veneto che cambia, l’editoriale del 2005 sulla Coldiretti

Massimo Malvestio: il Veneto che cambia, l’editoriale del 2005 sulla Coldiretti
Massimo Malvestio: su “Venezie Post” l’editoriale del 2005 in cui l’avvocato ed editorialista ripercorre la storia della Coldiretti in Veneto, analizzandone le ragioni del progressivo indebolimento La Coldiretti che fu: il focus dell'avvocato Massimo Malvestio nell'editoriale scritto a gennaio 2005 per "Nordesteuropa" in seguito alla sconfitta dell'associazione nelle elezioni dei consorzi di bonifica.C'era una volta la Coldiretti: l'editoriale del 2005 di Massimo MalvestioEra la più potente, la più numerosa e la più disciplinata organizzazione collaterale alla Democrazia Cristiana: (continua)

Gruppo Green Power: i servizi attivi per Superbonus ed Ecobonus 65% e 50%

Gruppo Green Power: i servizi attivi per Superbonus ed Ecobonus 65% e 50%
Gruppo Green Power è attiva nell’efficientamento energetico: per Ecobonus e Superbonus l’azienda ha scelto di offrire un supporto dedicato a chi vuole ottenere tali agevolazioni Il Governo italiano ha deciso di estendere la durata delle due agevolazioni: Gruppo Green Power è in grado di soddisfare le esigenze di chi intende ancora approfittare delle detrazioni in tema di efficienza e consumi energetici.Gruppo Green Power: i dettagli per ottenere il Superbonus 110%Tra requisiti, verifiche e autorizzazioni, spesso risulta complesso accedere alle agevolazioni previ (continua)