Home > Cibo e Alimentazione > Arriva l'anti-tassa di soggiorno per agevolare il turismo di prossimità.

Arriva l'anti-tassa di soggiorno per agevolare il turismo di prossimità.

scritto da: Leonardozannini | segnala un abuso

Arriva l'anti-tassa di soggiorno per agevolare il turismo di prossimità.

Castiglione in Teverina, ecco l'anti-tassa di soggiorno. Il sindaco Zannini: «Così riparte il turismo»


Un’iniziativa destinata ad avere successo quella messa in campo dall’amministrazione del Comune di Castiglione in Teverina guidata da Leonardo Zannini che, per incrementare le visite nel territorio viterbese ma, di riflesso, anche in quello dell’orvietano, ha lanciato l’Anti-Tassa di Soggiorno. “Si prospetta un’estate diversa dove la farà da padrone il “turismo di prossimità” – spiega il sindaco – Saranno in pole position, quindi, tutti i nostri meravigliosi borghi e una modalità di esplorazione che segue i principi del turismo lento”. È in questa ottica che l’Amministrazione Comunale di Castiglione in Teverina, in collaborazione con la Pro Loco Castiglione e il MUVIS – Muvis Museo del Vino, ha lanciato l’iniziativa che prevede uno sconto per il ticket di ingresso al museo o per le degustazioni dei prodotti tipici della Teverina a chi pernotta nelle prossimità del territorio. Invece di applicare la tassa di soggiorno, quindi, Zannini ha introdotto il Bonus soggiorno, un incentivo di 1 euro al giorno a persona (valido per adulti dai 15 ai 65 anni) per chi pernotta nella Province di Viterbo, Terni, Perugia, Siena, Arezzo e Roma da poter utilizzare come sconto ticket di ingresso o per le degustazioni al Musiv. Un modo, insomma, per invogliare i turisti a tornare nei borghi per godersene le meraviglie e conoscerne i tesori.

enoturism | museo del vino | enogastronomia |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore