Home > Lavoro e Formazione > Crisi degli studi legali, Cgil Fp e Uilpa rispondono alle proteste degli avvocati : "Le esigenze legate alla sicurezza continuino a rappresentare la priorità"

Crisi degli studi legali, Cgil Fp e Uilpa rispondono alle proteste degli avvocati : "Le esigenze legate alla sicurezza continuino a rappresentare la priorità"

scritto da: Marianna La Barbera | segnala un abuso

Crisi degli studi legali, Cgil Fp e Uilpa rispondono alle proteste degli avvocati :

Le due sigle sindacali, rappresentate a Palermo da Anna Maria Tirreno e Alfonso Farruggia, chiedono tuttavia soluzioni che tengano anche in considerazione le esigenze dei professionisti


“L’attuale condizione di disagio economico e professionale dell’avvocatura palermitana e , più in generale, siciliana, non ci lascia di certo indifferenti, tuttavia riteniamo che pure in questa fase di progressivo allentamento del lockdown la sicurezza debba continuare a rappresentare la priorità assoluta, anche negli ambienti giudiziari”: con queste parole, Anna Maria Tirreno, componente della segreteria provinciale della Fp Cgil  e Alfonso Farruggia, segretario generale della Uilpa di Palermo, intervengono a seguito del grido d’allarme lanciato dall’Organismo congressuale forense in tutta Italia. 

Secondo i dati disponibili, a Palermo il 60% degli avvocati avrebbe fatto richiesta del bonus previsto per i professionisti durante il periodo di emergenza epidemiologica.  

“Le cifre parlano di circa 3 mila istanze su 5.400 professionisti iscritti all'Albo – dichiarano Tirreno e Farruggia – e di certo si tratta di numeri che suscitano riflessioni sulla situazione problematica di tanti avvocati, spesso giovani e con una carriera non ancora consolidata: i sindacati non possono che manifestare piena solidarietà a chi tutela i cittadini ed è in prima fila per l’affermazione della legalità, ma la difesa della salute della collettività, che ingloba gli stessi avvocati, impone l’individuazione di soluzioni capaci di coniugare tutte le istanze”. 

A tal proposito, le due sigle sindacali tornano sulla proposta di celebrare i processi in videoconferenza, in linea con le direttive previste dalla modalità organizzativa del lavoro agile.  

Una possibilità che, tuttavia, ha trovato poco disponibili gli stessi avvocati e sulla quale sia la Fp Cgil che la Uilpa invitano invece a riflettere.  

E, in merito alle considerazioni di Giovanni Immordino , presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Palermo, riguardanti “l’impossibilità di condannare un imputato a trent’anni senza guardare negli occhi i giurati”, le due sigle replicano chiedendo chiarimenti. 

“Una frase incomprensibile – affermano Tirreno e Farruggia – poiché abbiamo sempre sostenuto che i processi indifferibili andavano comunque celebrati, seppure da remoto: ne ha convenuto anche la stessa amministrazione”.  

All’orizzonte, intanto, si preannunciano nuovi disagi strettamente collegati alla mole di lavoro che i dipendenti del comparto Giustizia stanno affrontando e continueranno, presumibilmente, ad affrontare nel futuro prossimo venturo proprio a causa del rinvio di oltre 10 mila processi penali. 

“Pertanto, sia nell’ interesse degli avvocati che del personale amministrativo – sottolineano i due esponenti sindacali – riteniamo che sia giunto il momento di sederci attorno a un tavolo e raggiungere una convergenza che sia la sintesi di istanze diverse”.  

Rimane ferma la posizione dei sindacati sullo smart working : occorre, al netto dei ruoli indifferibili, mantenerlo non solo fino alla fine dell’emergenza sanitaria ma regolamentarlo anche oltre, garantendone la continuità in considerazione degli ottimi risultati ottenuti e del risparmio a beneficio dell’amministrazione.

 I sindacati, inoltre, sottolineano che, in occasione della Fase 2, il 50% circa del personale è tornato in ufficio a seguito dei vari protocolli d’intesa stipulati con i vertici degli uffici giudiziari di Palermo.

 Il tutto, malgrado le condizioni non ottimali degli ambienti di lavoro dove gli impianti di condizionamento a ricircolo rappresentano l’ottanta per cento dei dispositivi : l' accensione è vietata proprio a causa delle loro caratteristiche che, secondo gli esperti, favorirebbero la trasmissione del Covid 19. 

Una situazione insostenibile, anche alle luce delle temperature tradizionalmente torride tipiche dell’estate palermitana, che, secondo i sindacati, dovrebbe rafforzare l’orientamento allo smart working ancora per i mesi a venire.

 “Non ha senso parlare di immobilismo o di blocco della macchina giudiziaria – affermano – come è stato erroneamente affermato dal presidente Giovanni Immordino – in quanto sin dall’inizio del lockdown, i tribunali e gli uffici , organizzati nella forma dei presidi, sono comunque rimasti aperti garantendo l’essenzialità dei servizi”.

Cgil | Uil | Giustizia | smart working | Alfonso Farruggia | Anna Maria Tirreno | avvocatura | lockdown | sicurezza |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

L’Avvocatura Nolana si mobilita in difesa dei diritti dei cittadini!!


Mariglianella: Pergamena dell’Amministrazione Comunale al mariglianellese Nicola Ricci, nuovo Segretario Generale Regionale CGIL Campania.


Misure di tutela anti Covid 19, Fp Cgil e Uilpa di Palermo scrivono ai presidenti di Tribunale e Corte d'Appello. “Il rientro del personale negli uffici avvenga in sicurezza: non ci sembra sia così”.


UFFICI GIUDIZIARI, LA UILPA DI PALERMO FAVOREVOLE AL MANTENIMENTO DELLO SMART WORKING


Competenze acquisite da Fabio de Matteis nella carriera di Avvocato


dichiarazioni di Vincenzo Pompeo Bava: nessuno accanimento nei confronti della FIOM CGIL


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

UN INTERPELLO NAZIONALE COINVOLGE SOLO IL PERSONALE MASCHILE DELLA POLIZIA PENITENZIARIA, ARMANDO ALGOZZINO (UILPA) CHIEDE CHIARIMENTI AI VERTICI DEL DGMC DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

UN INTERPELLO NAZIONALE COINVOLGE SOLO  IL PERSONALE MASCHILE DELLA POLIZIA PENITENZIARIA, ARMANDO ALGOZZINO (UILPA) CHIEDE CHIARIMENTI AI VERTICI DEL DGMC DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA
Per il segretario nazionale occorre evitare qualsiasi forma di discriminazione Il tema delle pari opportunità al centro dell’attenzione del segretario nazionale della Uil Pubblica Amministrazione Polizia Penitenziaria Armando Algozzino.In una nota trasmessa ai vertici  della direzione generale del Dipartimento della Giustizia Minorile e di Comunità, l’esponente sindacale chiede chiarimenti relativamente a un’anomalia verificatasi in merito a un interpello nazionale (continua)

REGISTRO DELLE ECCELLENZE ITALIANE, RICONOSCIMENTO PER NINO ‘U BALLERINO

REGISTRO DELLE ECCELLENZE ITALIANE, RICONOSCIMENTO PER NINO ‘U BALLERINO
A congratularsi con Nino per il riconoscimento, oltre ai tanti estimatori del suo street food, è la Confederazione Italiana Esercenti Commercianti di Palermo, presieduta da Salvatore Bivona Anche per l’anno 2021, Nino ‘u Ballerino ( https://ninouballerino.it/) è stato inserito nel registro delle Eccellenze Italiane, circuito internazionale che individua il meglio della tradizione del “made in Italy” in termini di cultura, artigianato, servizi e prodotti. Il marchio di Eccellenze Italiane è ufficialmente registrato dal Ministero dello Sviluppo Economico. Per il celeber (continua)

BUONI PASTO E LAVORO AGILE, LA UILPA ACCUSA I VERTICI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE IN SICILIA

BUONI PASTO E LAVORO AGILE, LA UILPA ACCUSA I VERTICI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE IN SICILIA
Il coordinatore regionale UILPA Entrate Raffaele Del Giudice ha trasmesso una lettera ad Alfonso Farruggia e Renato Cavallaro, rispettivamente segretario generale UILPA Sicilia e coordinatore nazionale UILPA Entrate Lavoratori dell’Agenzia delle Entrate penalizzati e privati dei buoni pasto e di rimborsi forfettari o straordinari.Lo denuncia, in una nota, il coordinatore regionale della UILPA Entrate Raffaele Del Giudice che illustra i disagi subiti dai dipendenti a seguito dell’introduzione dello smart working per via dell’emergenza sanitaria.“Malgrado i mutamenti improvvisi imposti dall’epidemia c (continua)

PALERMO, LA CIDEC VISITA “BORGO STRAFALÉ” IN VIA IV APRILE

PALERMO, LA CIDEC VISITA “BORGO STRAFALÉ” IN VIA IV APRILE
Il presidente dell'associazione di categoria Salvatore Bivona ha definito l'iniziativa "uno straordinario progetto che mette insieme economia, coesione sociale e decoro urbano" “In qualità di presidente di un’associazione di categoria che tutela e valorizza il commercio e la creatività dei talenti locali,  e da cittadino palermitano,  sono molto orgoglioso delle energie e dell’impegno profusi dai partecipanti al progetto Borgo Strafalé , e mi auguro che esso diventi un modello sociale e produttivo al quale possano ispirarsi operatori economici, artigiani e libe (continua)

LAVORO AGILE E CAOS AL COMUNE DI PALERMO, IL COLLEGIO DEI GEOMETRI SOLIDALE CON IL SEGRETARIO ANTONIO LE DONNE : “DISAGI ANTECEDENTI L’EMERGENZA SANITARIA”

LAVORO AGILE E CAOS AL COMUNE DI PALERMO,  IL COLLEGIO DEI GEOMETRI SOLIDALE  CON IL SEGRETARIO ANTONIO LE DONNE :  “DISAGI ANTECEDENTI L’EMERGENZA SANITARIA”
Il presidente del Collegio dei Geometri e Geometri laureati Carmelo Garofalo da tempo sollecita il Comune ad avviare la digitalizzazione dei fascicoli edilizi “Le esternazioni del segretario generale del Comune di Palermo Antonio Le Donne in merito alle disfunzionalità legate all’organizzazione del lavoro in modalità agile confermano quanto il Collegio dei Geometri denuncia da tempo, con particolare attenzione rivolta al polo tecnico: la macchina amministrativa non risponde ai bisogni della collettività e ciò accadeva anche ben prima dell’emergenza sani (continua)