Home > Ambiente e salute > Un nuovo Contratto di Servizio per le Farmacie Comunali di Arezzo

Un nuovo Contratto di Servizio per le Farmacie Comunali di Arezzo

scritto da: Marcocavini | segnala un abuso

Un nuovo Contratto di Servizio per le Farmacie Comunali di Arezzo


Un nuovo Contratto di Servizio per le Farmacie Comunali di Arezzo. Il documento ha l’obiettivo di regolamentare i rapporti tecnici, economici e finanziari tra il Comune di Arezzo quale ente titolare del servizio e AFM quale ente gestore del servizio, stabilendo i livelli e gli standard qualitativi da garantire alla cittadinanza in relazione all’attuale situazione socio-economica locale. L’accordo è frutto di tre anni di lavoro e di studio condotti dal consiglio di amministrazione delle Farmacie Comunali in sinergia con l’amministrazione che hanno permesso di rinnovare il contratto a distanza di dieci anni dall’ultima revisione datata gennaio 2010. «Il rinnovo del Contratto di Servizio - spiega Gianluca Ceccarelli, amministratore delegato di AFM, - è frutto di un lungo lavoro svolto insieme al presidente Francesco Francini che ha trovato l’impegno e la collaborazione di amministrazione, uffici e segreteria generale del Comune di Arezzo a cui rivolgiamo i nostri ringraziamenti. Questo documento torna, dopo un decennio, a regolare con serietà e lungimiranza i rapporti con l’ente pubblico e condivide gli standard qualitativi della nostra attività come servizio pubblico alla collettività».

Il Contratto di Servizio definisce l’impegno e l’attività delle otto Farmacie Comunali di Arezzo nell’interesse della città e dei cittadini, fissando gli obiettivi gestionali in linea con le attuali esigenze della collettività e le innovazioni tecnologiche da prevedere nell’espletamento di un servizio pubblico, oltre agli strumenti di verifica e controllo. Tra le finalità che AFM si impegna a perseguire, ad esempio, rientrano la promozione di un corretto utilizzo del farmaco, la valorizzazione della farmacia come punto di distribuzione di servizi per il benessere, l’organizzazione di iniziative di educazione sanitaria, l’adesione a progetti di consegna di farmaci a domicilio e la distribuzione di prodotti per assistenza integrativa in sinergia con la Asl, oltre all’attuazione di investimenti per adeguarsi all’evoluzione scientifica e tecnologica. In termini di trasparenza e di efficienza, inoltre, le Farmacie Comunali dovranno rinnovare una Carta dei Servizi dove sintetizzare obiettivi e standard da garantire all’utenza. «Mai come in questo ultimo periodo di emergenza sanitaria è risultato chiaro il ruolo fondamentale che le farmacie svolgono sul territorio - commenta il sindaco Alessandro Ghinelli. - Con questo accordo rinnovato dopo dieci anni mettiamo in sicurezza e soprattutto creiamo una prospettiva di servizi al cittadino potenziando al massimo la vocazione di prossimità socio-sanitaria delle Farmacie Comunali».

In quest’ottica, la firma del contratto rappresenta una forma di consolidamento del ruolo delle Farmacie Comunali di Arezzo come fornitrici di servizi di primaria importanza per conto del Comune di Arezzo. Il rinnovo, dunque, pone le basi per prevedere ulteriori futuri investimenti per lo sviluppo dell’azienda con l’obiettivo di un costante innalzamento degli standard di qualità e configura una forma di tutela per il futuro degli ottantotto dipendenti e collaboratori attualmente impegnati all’interno dell’azienda. «Esprimiamo piena soddisfazione per il risultato raggiunto - aggiunge Giorgio Peruzzi, rappresentante sindacale di AFM, - che rappresenta anche un’importante forma di tutela per i dipendenti e per un’ulteriore crescita delle Farmacie Comunali».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Farmacie Comunali, un bilancio del 2019 con il segno “più”


Esami e Social Meeting: ripartono le iniziative delle Farmacie Comunali


Un nuovo portale web per le Farmacie Comunali di Arezzo


“RiattiviAmo corpo e mente”: consulenze di benessere nelle Farmacie Comunali


LUCA BERTI E LA SOCIETA' STORICA ARETINA INTERVENGONO SULLA QUESTIONE INDUSTRIALE AD AREZZO


MARCO BOTTI LANCIA DA AREZZO L'ULTIMO LIBRO DI GIORGIO FERI SUI 7 COLLI DELLA CONCA ARETINA


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Nulla osta per la riapertura del Centro Diurno della Casa Pia

Nulla osta per la riapertura del Centro Diurno della Casa Pia
Un progetto per la riapertura del Centro Diurno della Casa di Riposo “Fossombroni”. Lo storico istituto cittadino ha ricevuto dalla Asl Toscana Sud-Est il nulla osta per riattivare l’importante servizio semiresidenziale che garantisce un luogo di incontro e di socializzazione dove persone autosufficienti possono passare le loro giornate. Questo servizio, di titolarità del Comune di Arezzo e a (continua)

Un’escursione alla ricerca delle fabbriche di armi di Raggiolo

Un’escursione alla ricerca delle fabbriche di armi di Raggiolo
Alla scoperta di Raggiolo tra presente e passato. Il programma della rassegna “Raggiolo Estate 2020” prosegue con una doppia iniziativa che, nella sera di mercoledì 12 agosto e nella mattina di venerdì 14 agosto, permetterà di conoscere la ricchezza storica, architettonica, culturale e naturale del piccolo borgo casentinese attraverso visite guidate ed escursioni. Un appuntamento promosso (continua)

Un reading eroicomico sul Saracino a Casa Bruschi

Un reading eroicomico sul Saracino a Casa Bruschi
Un reading eroicomico sul Saracino. “Quando tre dame vinsero la Giostra” è il nome dell’appuntamento in programma alle 21.15 di giovedì 13 agosto che, ospitato dalla Casa Museo dell’Antiquariato Ivan Bruschi, rappresenterà un’occasione per ascoltare i versi in rima che il poeta Alberto Cavaliere dedicò alla rievocazione storica cittadina. La serata, promossa dalla Fondazione Ivan Bruschi ammi (continua)

Raggiolo a misura di bambino tra letture e cacce al tesoro

Raggiolo a misura di bambino tra letture e cacce al tesoro
Una lettura nel bosco e una caccia al tesoro: Raggiolo ospita due iniziative rivolte a bambini e ragazzi. La rassegna “Raggiolo Estate 2020” prosegue con un doppio appuntamento nei pomeriggi di domenica 9 agosto e di lunedì 10 agosto che, promosso da La Brigata di Raggiolo in collaborazione l’Ecomuseo del Casentino, permetterà ai più piccoli di vivere da protagonisti il borgo alle pendici del (continua)

Un sostegno all’Aipd per la ripartenza post-Covid19

Un sostegno all’Aipd per la ripartenza post-Covid19
Un sostegno per la ripartenza post-Covid19 dell’Aipd - Associazione Italiana Persone Down di Arezzo. Ad averlo stanziato è la Fondazione Graziella - Angelo Gori che, per il secondo anno consecutivo, ha previsto un intervento a favore dell’associazione cittadina che opera per favorire l’inclusione e la formazione delle persone con sindrome di Down. La recente emergenza sanitaria ha imposto un l (continua)