Home > Eventi e Fiere > LA CANTINA ALBERTO MARSETTI E ALCUNE PERLE GASTRONOMICHE RACCONTATE DALL’ITALIA DEL GUSTO

LA CANTINA ALBERTO MARSETTI E ALCUNE PERLE GASTRONOMICHE RACCONTATE DALL’ITALIA DEL GUSTO

scritto da: Giorgino50 | segnala un abuso

Un importante stage d’informazione si è tenuto a Sondrio Milano, 22 Giugno 2020- Si è parlato di sostenibilità e scientificità con un forte accento sull’agricoltura di montagna mercoledì 17 Giugno c.m. presso la Cantina Alberto Marsetti, situata nei vicoletti storici di Sondrio.


L’incontro d’informazione è stato condotto dall’Italia del Gusto, grazie alla redazione della testata online Borghi d’Europa, interessata a promuovere le Terre di Confine, tra cui naturalmente la Valtellina e la vicina Valposchiavo, ognuna col proprio patrimonio agroalimentare.

Di tale patrimonio fanno parte i vini genuini ed eleganti di Alberto Marsetti, che fanno chiaramente capire il legame che ha la famiglia Marsetti con i propri vigneti, simbolo della viticoltura eroica valtellinese, facenti parte della sottozona del Grumello Docg.

Durante lo stage d’informazione, sono state testate tutte le etichette di Alberto Marsetti, abbinate ad alcune perle gastronomiche della zona, come i notevoli formaggi dell’Azienda Agricola Libera (Bitto Dop, Caprino, Formaggi Magri e molti altri) di Valle Colorina (So) e le prelibatezze artigianali e naturali dell’Officina Gastronomica Ma! di Madesimo, come la brisaola di manzo, i salami, il tradizionale violino di capra e molti altri.

I vini assaggiati sono stati quindi il Rosso di Valtellina Doc, vino con una bella beva e avvolgenza, il Grumello Docg, speziato ed elegante, il Valtellina Superiore Docg Le Prudenze, morbido e grintoso, lo Sfursat della Valtellina Docg 2014, complesso ed affascinante ed infine, assolutamente piacevole e da meditazione, l’Alpi Retiche Igt Imperfetto, ottenuto dopo un appassimento delle uve Nebbiolo di 3 o 4 mesi con successivo invecchiamento di 24 mesi in barriques e tonneaux.

Una volta conclusosi lo stage d’informazione, Alberto Marsetti ha fatto conoscere ai giornalisti dell’Italia del Gusto la realtà del Ristorante Il Poggio, situato in località Poggioridenti di Sondrio:un locale elegante con una vista panoramica eccezionale sui vigneti valtellinesi, che presenta piatti di tradizione davvero caratteristici, come i pizzoccheri e gli spiedini tzigoiner.

Un plauso va fatto ad Alberto Marsetti e il suo staff, perché è tanto l’impegno profuso nel territorio, sia nei vigneti, che in incontri mirati come questo, coinvolgendo realtà di qualità della filiera alimentare come l’Officina Ma! e l’Azienda Agricola Libera e Ristoranti di livello come Il Poggio!


Fonte notizia: https://grandistoriedipiccoliborghi.blogspot.com/2020/06/la-cantina-alberto-marsetti-e-alcune.html


marsetti | vini |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Per chiunque cerchi un gioiello con perle la risposta è la ricca collezione di Eliotis Perle.


La Collana Di Perle, Per Un Regalo Indimenticabile


Tutto quello che c’è da sapere quando si acquistano orecchini di perle


Gli Intramontabili Orecchini con le Perle


Anelli con Perle: la Scelta Giusta


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La famiglia Raccaro in Borghi d’Europa

Il lungo viaggio dei giornalisti e dei comunicatori di Borghi d’Europa, ha fatto tappa presso la famiglia Raccaro, in quel di Cormons. Il Patriarca Dario ci accoglie assieme ai figli Luca e Paolo, per raccontarci la storia che ha portato l’azienda ad un livello di grande prestigio. Ma, usciamo dalla cronaca, per puntare all’essenza dei discorsi. Intanto un buon bicc (continua)

L’Azienda agricola Blazic invitata a Borghi d’Europa

Siamo a meno di un tiro di schioppo dal confine sloveno. Guardiamo con stupore le etichette dei vini di casa Blazic : suggeriscono vivacità, vitalità, voglia di vivere. “ La nostra famiglia – racconta Michele -, risiede a Zegla, nel cuore dei colli cormonesi, fin dal 1923. “ Franco, Cinzia e Michele coltivano l’armonia tra una viticoltura tradizionale, che custodisce con sapienza pa (continua)

Mauro Drius in Borghi d'Europa

“ IL COLORE E’ GIALLO PAGLIERINO CON RIFLESSI VERDOGNOLI. RICCO AL NASO CON DIVERSI SENTORI DI PROFUMI DOVE PRIMEGGIA LA MELA E LA MANDORLA. FRUTTATO DA GIOVANE. SAPORE PIENO. DI CORPO ASCIUTTO E ARO ‘Catturiamo’ il racconto e i sapori del vino, in una intervista che coinvolge l’intera famiglia,ugualmente divisi fra la curiosità e lo snodarsi delle storie. “Le bianche eccellenze dell’azienda si chiamano Pinot Bianco, Friulano, Malvasia, Pinot Grigio, Sauvignon, Chardonnay. Dal perfetto assemblaggio di uve Friulano, Sauvignon e Pinot Bianco selezionati a Cormòns, in località Siris, (continua)

I vini di Paolo Caccese a Borghi d'Europa

  Bel personaggio, Paolo Caccese. Un vignaiolo sfuggito (per fortuna!), alla professione forense, sostenuto da passioni e convinzioni profonde, con un approccio alla vita decisamente ‘umile’ ( c’è sempre qualcosa da imparare!) . “Primi anni 50: l’ingegnere Francesco Caccese, mio papà, commissario prefettizio a Villa Russiz “ (continua)

Borghi d'Europa presenta il 2020 di Milano,Vetrina del Buon e Bello Vivere

 La rete internazionale Borghi d'Europa ha presentato il programma delle iniziative di informazione del progetto 'L'Europa delle Scienze e della Cultura' (Patrocinato dalla IAI,Iniziativa Adriatico Jonica e da ESOF2020 ,Trieste Città europea della Scienza), a Milano,Vetrina del Gusto. 30 settimane che comprendono eventi internazionali (fra i quali spicca la conferenza stampa di pres (continua)