Home > Lavoro e Formazione > Jobs Act: in caso di licenziamento illegittimo per vizi formali, l’indennità non può essere ancorata solo all’anzianità di servizio

Jobs Act: in caso di licenziamento illegittimo per vizi formali, l’indennità non può essere ancorata solo all’anzianità di servizio

scritto da: Webmasterdeslab | segnala un abuso

Jobs Act: in caso di licenziamento illegittimo per vizi formali, l’indennità non può essere ancorata solo all’anzianità di servizio

Jobs Act e licenziamento viziato nella forma: la Corte Costituzionale boccia le modalità di calcolo dell'indennità per il lavoratore.


La Corte costituzionale, in data 24 giugno 2020, ha dichiarato incostituzionale l’inciso dell'art. 4, d. lgs. 23/2015 “di importo pari a una mensilità dell’ultima retribuzione di riferimento per il calcolo del trattamento di fine rapporto per ogni anno di servizio”, in quanto fissa un criterio rigido e automatico, legato al solo elemento dell’anzianità di servizio.

La Corte, quindi, ha ritenuto incostituzionale la norma in questione nella parte in cui ancorava l’importo dell'indennità da corrispondere nel caso di licenziamento viziato solo dal punto di vista formale e procedurale, al mero requisito dell'anzianità di servizio.

Tale pronuncia - la cui motivazione non è ancora stata pubblicata - segue la n. 194/2018 che, invece, aveva dichiarato l'incostituzionalità dell'art. 3 d. lgs. 23/2015.

Questa, invece, la norma modificata:

DLT 04/03/2015, n. 23

Art. 4.  Vizi formali e procedurali

1.  Nell'ipotesi in cui il licenziamento sia intimato con violazione del requisito di motivazione di cui all'articolo 2, comma 2, della legge n. 604 del 1966 o della procedura di cui all'articolo 7 della legge n. 300 del 1970, il giudice dichiara estinto il rapporto di lavoro alla data del licenziamento e condanna il datore di lavoro al pagamento di un'indennità non assoggettata a contribuzione previdenziale di importo pari a una mensilità dell'ultima retribuzione di riferimento per il calcolo del trattamento di fine rapporto per ogni anno di servizio, in misura comunque non inferiore a due e non superiore a dodici mensilità, a meno che il giudice, sulla base della domanda del lavoratore, accerti la sussistenza dei presupposti per l'applicazione delle tutele di cui agli articoli 2 e 3 del presente decreto.


Fonte notizia: https://www.stolfavolpe.it/


avvocati del lavoro | studio legale diritto del lavoro | consulenza legale online |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Avvocato diritto lavoro Roma – Aziende e privati – Studio associato Biagi


Licenziamento per giusta causa: truffa e permessi ex lege 104/92


Agenzia Investigativa Milano : Licenziamento per giusta causa


Non ne potevo più, tutti dovevano sapere - Storia di un padre illegittimo


ADP in Tour 2015: Le nuove sfide e le nuove opportunità delle Direzioni Risorse Umane dopo il Jobs Act


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

L’offerta dell’estate di Immobiliare Cambio Casa: vendita tabaccheria in zona pedonale

L’offerta dell’estate di Immobiliare Cambio Casa: vendita tabaccheria in zona pedonale
Vendita attività commerciale: tabaccheria con ricevitoria e agenzia scommesse in zona di elevato transito a Taranto. Investire in immobili è sempre una scelta giusta con Immobiliare Cambio Casa, l’agenzia immobiliare a Taranto che risponde a ogni richiesta della clientela con soluzioni valide e personalizzate, e con un’offerta competitiva. Investimenti oculati anche quando non riguardano ville e appartamenti. Questa volta, infatti, abbiamo voluto spostare la nostra attenzione su un’occasione commerciale (continua)

Sabre Skorpio 1 Verde: l’ultima novità di Sprayantiaggressione.it

Sabre Skorpio 1 Verde: l’ultima novità di Sprayantiaggressione.it
Nero, rosso, rosa, viola, grigio: la famiglia Sabre di Sprayantiaggressione.it si arricchisce di un altro prodotto: Sabre Skorpio 1 Verde. Una versione originale e completamente rinnovata di uno dei prodotti più venduti all’interno di Sprayantiaggressione.it: SABRE SkORPIO 1 VERDE, la versione unisex di uno spray peperoncino tra i più ricercati, anche tra le forze di polizia. Un prodotto molto apprezzato soprattutto per le sue caratteristiche, che consentono di contenere una piccantezza di 2 milioni di Scoville in appena 86 g (continua)

Posa in opera infissi: cresce il numero in Italia degli installatori certificati

Posa in opera infissi: cresce il numero in Italia degli installatori certificati
Serramenti e infissi in legno: cresce a dismisura in Italia il numero di posatori certificati secondo la norma UNI 11673-2. Scelta dei materiali, trasmittanza termica, resistenza al vento ecc, sono tutte caratteristiche che il consumatore finale deve ponderare con estrema attenzione quando è chiamato a scegliere. Ma che si tratti di infissi in legno o di serramenti in generale, l’installazione degli stessi, la cosidetta posa in opera, è un’operazione che richiede manodopera certificata alla luce delle norme tecnich (continua)

Disinfestazione a microonde: un alleato anche contro l’umidità di risalita

Disinfestazione a microonde: un alleato anche contro l’umidità di risalita
Trattamento antitarlo e non solo: la tecnologia a microonde amico efficace contro l’umidità di soffitti e pareti. Un alleato efficace contro i parassiti del legno ma non solo: stiamo parlando della disinfestazione a microonde, una tecnologia sempre più impiegata al giorno d’oggi negli interventi di riqualificazione in edilizia. Uno dei problemi più spinosi con il quale si è costretti spesso a fare i conti nelle nostre abitazioni è quello dell’umidità di risalita, un fenomeno in grado di arrecare ingenti d (continua)

Intermediazione immobiliare: la detrazione fiscale per le spese sostenute

Intermediazione immobiliare: la detrazione fiscale per le spese sostenute
Acquisto casa, le spese per l’intermediazione immobiliare portate in detrazione con il 730: condizioni e requisiti. Portare in detrazione con la dichiarazione dei redditi le spese sostenute per intermediazione immobiliare in caso di acquisto casa: una possibilità concreta, soggetta tuttavia ad alcune condizioni. Secondo quelle che sono le indicazioni dell’Agenzia delle Entrate e le condizioni previste dall’art. 15 del TUIR, i contribuenti che nel 2020 hanno acquistato una casa come principale abitazione (continua)