Home > Spettacoli e TV > In Spagna una goccia cinematografica più “maledetta” che mai!

In Spagna una goccia cinematografica più “maledetta” che mai!

scritto da: CAMPANELLA | segnala un abuso

In Spagna una goccia cinematografica più “maledetta” che mai!

“La goccia maledetta”, il corto-horror di Emanuele Pecoraro, è in questi giorni nel concorso ufficiale del NIAFFS – Noidentity Film Festival Spain - la prestigiosa manifestazione organizzata a Siviglia da Joaquìn Ortega.


Si tratta della prima uscita pubblica del più recente lavoro dell’artista molisano Emanuele Pecoraro, già rivelatosi con il pluripremiato noir “Solitudini pericolose”, cui hanno fatto seguito gli apprezzati documentari “La città d’acqua” e “28… ma non li dimostra”.

Il soggetto de “La goccia maledetta” è tratto da un racconto del bravo scrittore Roberto Ricci, sceneggiato per l’occasione da Lorenzo De Luca (autore tra l’altro di numerosi film campione d’incasso della coppia Boldi & De Sica, oltre che della serie tv “I delitti del cuoco” con Bud Spencer) e da Pierfrancesco Campanella (regista di thriller di culto come “Bugie rosse” e “Cattive inclinazioni”).

La goccia maledetta” è l’inquietante storia di un addio sentimentale che non viene accettato dalla parte “perdente”, con conseguenze micidiali, proprio come siamo abituati dai fatti di cronaca nera ormai all’ordine del giorno. Una trama quindi attualissima, valorizzata dalla suggestiva fotografia del giovanissimo e promettente Sacha Rossi e dalla validissima interpretazione dell’ex “Miss Italia” Nadia Bengala, qui più splendida che mai. Altri interpreti sono Lorenzo Lepori e Francesca Anastasi.

Ad amalgamare le immagini l’eccellente colonna sonora di Paolo Reale, il notissimo consulente informatico, grande appassionato di musica per hobby, che per la prima volta si cimenta con le “sette note” in ambito professionale.

Valore aggiunto del mini-film è “Materia Cosmica”, l’opera pittorica di Mario D’Imperio, presente nei titoli di testa e di coda, a sottolineare il clima di perversa inquietudine che caratterizza la trama.

Produzione e distribuzione a cura della Mediterranea Productions di Angelo Bassi, mentre il responsabile della organizzazione generale e della produzione esecutiva è Pierfrancesco Campanella.

 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

“Alberto Sordi segreto” - il primo libro sulla vita privata del grande attore scritto dal cugino Igor Righetti


Nuovo test per le allergie e le intolleranze


La Spagna raccontata da Maria Pia Gottardis, Consulente di viaggi online Evolution Travel


Mauro Tomasi: “Sono solo un maratoneta in carrozzina”


Sergio bava Non credo negli incidenti. Ci sono solo incontri nella storia. Non ci sono incidenti.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Un “flop” di culto finalmente “on demand” sulla piattaforma CG DIGITAL

Un “flop” di culto finalmente “on demand” sulla piattaforma CG DIGITAL
“Strepitosamente… flop” , la pellicola di Pierfrancesco Campanella ambientata negli anni ottanta, dopo l’ottimo riscontro di vendite nella versione dvd, è ora possibile acquistarla o noleggiarla in rete Stiamo parlando dell’opera prima del regista russo-pugliese Pierfrancesco Campanella, noto al pubblico soprattutto per i discussi thriller “Bugie rosse” e “Cattive inclinazioni”. All’epoca della sua distribuzione nelle sale cinematografiche questa pellicola non fu capita in pieno, affrontando tematiche forse un po’ avanti per l’epoca e soprattutto trattate con un tipo di sottile ironia fuori (continua)