Home > Eventi e Fiere > RidiCasentino, ecco i nomi dei tre finalisti della settima edizione

RidiCasentino, ecco i nomi dei tre finalisti della settima edizione

scritto da: Marcocavini | segnala un abuso

RidiCasentino, ecco i nomi dei tre finalisti della settima edizione


Iacopo Bianchi da Firenze, Mariangela Pasciuti da Collecchio (Pr) e Giovanni Rupi da Arezzo: sono loro i tre finalisti della settima edizione di RidiCasentino. Il concorso nazionale di letteratura comica ha registrato l’iscrizione di quarantasei racconti da scrittori da tutta Italia e, di questi, una giuria ha individuato i tre migliori che si contenderanno la vittoria nel corso di una serata in programma alle 21.00 di sabato 1 agosto in piazza San Michele a Raggiolo. La novità di questa edizione di RidiCasentino è rappresentata dalla possibilità di conoscere in anteprima le opere dei finalisti, con la lettura e la registrazione da parte di attori professionisti dei singoli testi che verranno caricati sabato 25 luglio sulla pagina facebook e sul canale youtube dell’associazione culturale Noidellescarpediverse.

Questa formula ha rappresentato una soluzione inedita che è stata prevista dal regolamento dell’edizione 2020 per fronteggiare il recente periodo di emergenza sanitaria caratterizzato prima dalle incertezze relative alla possibilità di poter organizzare la finale dal vivo, e poi dalla necessità di limitare il numero di spettatori previsti in piazza a Raggiolo. La scelta, dunque, è stata di condividere pubblicamente i migliori racconti, permettendo così ad ogni utente di facebook la possibilità di conoscere in anticipo i finalisti e, soprattutto, fornendo alla giuria tecnica la possibilità di esprimere il proprio voto anche a distanza. Nello specifico, i testi che si contenderanno il successo sono “Il calcio di un tempo” di Bianchi, “Ahi, che mal di rotule” di Pasciuti e “Colloquio in bocca” di Rupi. Il vincitore sarà proclamato l’1 agosto dopo la rilettura dal vivo dei tre racconti da parte degli attori Lenny Graziani e Riccardo Valeriani, con Alan Biagiarini che avrà il compito di coordinare la giuria e con il cabarettista perugino Mauro Busti che contribuirà al clima di leggerezza e di divertimento con alcuni dei suoi migliori monologhi. Tra i premi previsti per il miglior scrittore comico italiano rientra anche un soggiorno per due persone nella struttura Canto del Fiume di Raggiolo motivato dall’obiettivo di promuovere il turismo in Casentino e in Val Teggina, mentre un Premio Speciale sarà assegnato dalla Brigata di Raggiolo che ha rinnovato la sinergia nell’organizzazione del concorso. «La finale di RidiCasentino è ospitata da sei anni nel suggestivo scenario del borgo di Raggiolo - commenta Samuele Boncompagni dell’associazione Noidellescarpediverse, - e, in ogni edizione, ha fatto affidamento su una numerosa cornice di spettatori. L’estate 2020, purtroppo, è limitata dalle normative per la prevenzione del contagio da Covid-19, dunque la scelta è stata di rivelare in anticipo i racconti finalisti e di condividerli su facebook per permettere ad ogni utente di questo social di sorridere con la simpatia dei migliori scrittori comici in gara. Buona visione».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

RidiCasentino, ultimi giorni per iscriversi al concorso


RidiCasentino riaccende la sfida tra scrittori comici italiani


RidiCasentino, torna il concorso nazionale di letteratura comica


Cinque scrittori in gara a Raggiolo per la finale di RidiCasentino


Il programma autunnale del Premio Biella Letteratura Industria 2016


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Rispetto dei protocolli e rapidità: individuata alla Casa Pia un’operatrice positiva

Rispetto dei protocolli e rapidità: individuata alla Casa Pia un’operatrice positiva
Un’attenta e costante applicazione del protocollo anti-contagio ha permesso di individuare tempestivamente un caso di positività di un’operatrice socio-sanitaria della Casa di Riposo “V. Fossombroni”. L’istituto cittadino aveva effettuato giovedì 21 gennaio un test antigenico rapido a tutti gli operatori nel contesto della programmazione dello screening ordinario in accordo con l’Azienda USL e (continua)

“Miglior Allievo della Toscana”, una gara per premiare gli chef del futuro

“Miglior Allievo della Toscana”, una gara per premiare gli chef del futuro
Una gara rivolta agli istituti alberghieri toscani per individuare il più promettente cuoco della regione. L’iniziativa, dal nome “Miglior Allievo della Toscana”, è stata promossa dall’Unione Regionale Cuochi Toscani e rinnova un appuntamento particolarmente partecipato che nasce per valorizzare il percorso di formazione degli studenti e per fornire loro l’opportunità di collaborare con chef (continua)

“Tra memoria e ricordo”: gli studenti del Petrarca raccontano Shoah e Foibe

“Tra memoria e ricordo”: gli studenti del Petrarca raccontano Shoah e Foibe
Pillole-video di storia, musica e cultura per non dimenticare. L’iniziativa, dal titolo “Tra memoria e ricordo”, è promossa dal Liceo Classico e Musicale Petrarca e si svilupperà attraverso un ciclo di filmati sulla pagina facebook e sul canale youtube dell’istituto dove gli stessi studenti approfondiranno gli accadimenti della Shoà e gli eccidi delle Foibe. La rassegna è promossa dalle profe (continua)

Menci Group è primo in Italia per semirimorchi immatricolati

Menci Group è primo in Italia per semirimorchi immatricolati
Menci Group nel 2020 è primo in Italia per numero di semirimorchi immatricolati. Il gruppo con sede a Castiglion Fiorentino ha registrato nell’ultimo anno il maggior numero di vendite nel settore e, per la prima volta in novantaquattro anni di attività, i suoi mezzi sono stati i più venduti nell’intera penisola. «Nel 2019 eravamo i terzi produttori - ricorda Marco Menci, presidente di Menci (continua)

Gli chef Lovari e Franceschi confermati nella Nazionale Italiana Cuochi

Gli chef Lovari e Franceschi confermati nella Nazionale Italiana Cuochi
Due chef toscani nella Nazionale Italiana Cuochi. L’aretina Marialuisa Lovari e il pistoiese Keoma Franceschi sono stati confermati nella squadra azzurra della Federazione Italiana Cuochi che avrà la responsabilità di rappresentare la cucina tricolore nelle più importanti competizioni di livello internazionale in programma fino al 2024.Questi due professionisti, impegnati rispettivamente come (continua)