Home > Cultura > Purple Drank: la coloratissima droga “fai da te” che uccise il rapper che la cantava

Purple Drank: la coloratissima droga “fai da te” che uccise il rapper che la cantava

scritto da: Gtrambusti | segnala un abuso

Purple Drank: la coloratissima droga “fai da te” che uccise il rapper che la cantava

Combinando sciroppo per la tosse con bibite e dolcetti si ottiene una droga di colore violaceo che è divetata molto popolare nonostante sia, come ogni droga, assai pericolosa.


Perché andare dallo spacciatore se si può semplicemente far finta di avere la tosse e comprarla in farmacia? In alcuni sciroppi per la tosse, infatti, sono presenti sostanze stupefacenti come la codeina e altri derivati dell’oppio simili alla morfina. Se lo sciroppo viene assunto nelle quantità consigliate non ha particolari effetti stupefacenti, ma se si aumenta la dose e lo si combina la sprite… si ottiene un liquido vilaceo che è in tutto e per tutto una droga.

Gli effetti consistono all’inizio in euforia, seguiti da compromissione delle capacità motorie, letargia e una sensazione di dissociazione dal proprio corpo. Essendo un oppiaceo simile a morfina ed eroina, dà ovviamente assuefazione e dipendenza: sarà necessario assumerne sempre di più e non se ne pootrà più fare a meno. Nel momento in cui lo sciroppo veramente non basta più, dato che il contenuto di stupefacente è limitato, si sarà costretti a passare alle classiche droghe pesanti come l’eroina e simili.

Questa droga è stata resa popolare da numerosi cantanti rap, che la citano nei testi delle loro canzoni: Lil Wayne, DJ Screw e anche il nostro Sfera Ebbasta. Dopo aver fatto successo con molte canzoni che nominavano la Purple Drank, DJ Screw è per l’appunto morto per overdose di un mix di codeina (contenuta nella sua amata Purple Drank) e alcool.

I cantanti che promuovono attivamente la droga molto probabilmente la usano anche. Ma il problema più grave non è se muore un cantante di overdose ogni tanto: il crimine che grava sulla coscienza di questi artisti sono i milioni di loro fans che, per semplice spirito di emulazione, proveranno a loro volta la droga pubblicizzata dal loro beniamino, diventandone schiavi e rischiando la vita.

Per fare un esempio molto concreto, è probabile che i due adolescenti morti per overdose a Terni la scorsa settimana, avessero mischiato il Purple Drank con il Metadone. Se questi due ragazzini non avessero ricevuto tali “informazioni” dalle canzoni di questi artisti irresponsabili, forse oggi sarebbero ancora vivi.

Questo ci fa capire che, per salvare la vita di chi cade nell’errore di scambiare i cantanti rap per modelli di saggezza da imitare, sia necessaria e urgente una vasta e capillare politica di informazione e prevenzione.

La campagna “La Verità sulla Droga” per le scuole è nata per informare i giovani prima vengano “informati” dagli spacciatori, dagli “amici” più grandi, dai cantanti o da innumerevoli siti internet che magnificano le proprietà delle droghe e danno consigli su come sballarsi al meglio.

La campagna è portata avanti dall’associazione “Un Mondo Libero dalla Droga”. Si tratta di un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga non costituisce più una piaga sociale. Le attività di “Un Mondo Libero dalla Droga” consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Un ragazzo informato, che pensa con la sua testa, pretenderà che gli sia dato un aiuto sincero, reale e naturale, senza ricorrere a droghe e farmaci dannosi. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione. L’associazione organizza eventi pubblici e lezioni nelle scuole, per informare sugli effetti dannosi degli stupefacenti e degli psicofarmaci. A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia e migliaia di ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori.

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard


Fonte notizia: http://it.drugfreeworld.org


Scientology | Droga | Un mondo libero dalla droga | L Ron Hubbard | purple drank | codeina | sciroppo per la tosse |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Danilo mattei attore, regista, produttore, film,


Idee Per La Migliore Cuccia Per Cani Fai Da Te


B2B affari insieme, successo reciproco: una soddisfazione che fidelizza!


19 ottobre esce l'ultimo album di Danilo Amerio


Intervista di Alessia Mocci a Cristina Zaltieri: traduttrice del filosofo François Zourabichvili per Negretto Editore


Online "La compagnia dell'indie", il nuovo singolo del cantautore campano Marco Iantosca e del rappaer veneto Hot Ice


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Harlem marcia contro la violenza armata

Harlem marcia contro la violenza armata
United in Peace New York e altre organizzazioni hanno manifestato ad Harlem contro la violenza armata , distribuendo il libretto “La Via della Felicità”. United in Peace pensa che esista una risposta corretta alla violenza armata e si sono uniti ad altre organizzazioni per marciare per le strade di Harlem per rendere il punto forte e chiaro mentre diffondono La Via della Felicità. La sezione di New York della fondazione “United in Peace” è scesa in piazza per protestare contro la violenza armata e promuovere la pace. Attivisti, religiosi, c (continua)

L'attrice colombiana Maria Lara abbraccia la campagna “La Via della Felicità”

L'attrice colombiana Maria Lara abbraccia la campagna “La Via della Felicità”
Quando era bambina Maria Lara aveva deciso di portare un cambiamento nel suo amato paese, la Colombia: oggi con “La Via della Felicità” lo sta facendo. Maria Lara è un'attrice che ama profondamente il suo paese e ha lo scopo scopo umanitario di cambiarlo in meglio. Nata a Cartagena e cresciuta orgogliosa essere colombiana, ha vissuto gli anni della guerra civile, delle bande criminali, della droga e della violenza nel suo paese. "Ricordo di aver pianto per questo, e in quel momento ho detto: 'La Colombia darà una lezione al mondo'".Lara ha s (continua)

Il libretto “La Via della Felicità” protagonista in Sud Africa

Il libretto “La Via della Felicità” protagonista in Sud Africa
70.000 copie del libretto “La Via della Felicità” sono state distribuite all’inaugurazione del mandato del presidente Cyril Ramaphosa. All’inaugurazione del suo mandato, il 25 maggio 2019, il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa ha promesso di affrontare la corruzione e rilanciare l'economia in difficoltà del paese. Per aiutarlo a raggiungere i suoi obiettivi e garantire una celebrazione pacifica, i volontari e gli agenti di polizia hanno distribuito circa 70.000 copie del libretto “La Via della Felicità” alla folla che er (continua)

Si muore anche di Marijuana: il fatale incremento degli incidenti stradali

Si muore anche di Marijuana: il fatale incremento degli incidenti stradali
Le statistiche USA evidenziano un aumento degli incidenti mortali negli stati in cui la marijuana è stata legalizzata. L’idea comune è che la marijuana è una “droga leggera” e che “di marijuana non si muore”. Se è vero che l’overdose è molto rara, è altrettanto vero che è statisticamente provato che l’abuso di cannabis incrementa gli incidenti stradali. L’istituto no-profit IIHS (Insurance Institute for Highway Safety) ha effettuato una ricerca indipendente per cercare di comprendere la relazione tra uso d (continua)

LSD e violenza

LSD e violenza
La droga allucinogena LSD non è solo pericolosa per gli irreversibili danni che causa alla mente, ma anche per gli atti di violenza che a volte compiono chi ne fa uso. L’allucinogeno per eccellenza, l’LSD, reso popolare negli anni ’60 e ’70 dalla cultura hippie, causa potenti allucinazioni e altera lo stato mentale spesso in modo permanente. Sono molti quelli che, molti anni dopo averne fatto uso, sperimentano di nuovo allucinazioni e disagio mentale. Si tratta di nuovi “trip” causati da molecole di LSD rimaste intrappolate nel tessuto grasso che improvvisa (continua)