Home > Arte e restauro > L'informalismo visionario nella pittura di Federico Colli

L'informalismo visionario nella pittura di Federico Colli

scritto da: Elenagolliniartblogger | segnala un abuso

L'informalismo visionario nella pittura di Federico Colli


 L'onestà intellettuale e la coerenza comportamentale, che definiscono il percorso artistico di ricerca pittorica di Federico Colli, sono racchiuse al contempo e contestualmente entro e oltre una formula di eclettico informalismo visionario, che scaturisce direttamente dal guizzante e incalzante genio creativo, che si allinea perfettamente in sintonia con il suo dinamico e vitale modus pensandi e operandi e segue una linea immaginaria di fil rouge tracciata dal suo pensiero esistenziale e dal suo stile di vita, sempre molto determinato e intraprendente, sicuro e deciso, proiettato con una grande apertura mentale, recettiva e percettiva a tutto campo e a tutto tondo. La dimensione figurale risulta di rimando improntata con un'impostazione, che supera e oltrepassa i limiti restrittivi nei quali la tradizione accademica e dottrinale più dogmatica e rigorosa vuole costringerla e comprimerla e risulta palesemente affrancata e indipendente. L'ostentazione e l'esibizionismo non gli appartengono e non sono mai contemplati nella poetica espressiva e nel registro linguistico di Colli, preferendo orientarsi e canalizzarsi verso e oltre, dando risalto e importanza ai messaggi sostanziali e ai contenuti insiti molto pregnanti e di spessore, che avvalorano l'intera sperimentazione, che non viene mai concepita come mero esercizio tecnico fine a se stesso. La Dott.ssa Elena Gollini che si occupa della gestione della comunicazione mediatica della pregevole arte di Colli, ha dichiarato: “Certamente la pittura di Federico possiede delle componenti distintive e delle caratteristiche peculiari molto interessanti e ben qualificanti, che guardano ad un'arte di istanza e di matrice internazionale e cosmopolita, ma altresì si crea attorno una sorta di nicchia preferenziale e privilegiata di spunti e di riferimenti da cui attingere, che trovano il loro DNA genetico costitutivo in una dimensione esistenzialista e filosofico esistenziale di toccante intensità. Ogni opera per Federico è come uno scritto inedito, un racconto sui generis, che anche nel titolo risulta sempre molto eloquente ed emblematico. Ogni opera diventa la metafora di un fiume profondo, dove l'acqua penetra e si spinge in profondità scandagliando a fondo e sulla superficie scorre e procede in continuo e costante flusso in divenire. Federico cerca la perfezione nell'imperfezione, l'originale nel banale, l'analisi attenta oltre l'approccio marginale, l'avanzare oltre l'accontentarsi, la resistenza attiva oltre il lasciar perdere. Il suo spirito di uomo-artista resiliente temprato viene traslato e trasportato nel suo fare arte e si fonde e si mescola in commistione con lo spirito di esteta, con il gusto del bello e del piacevole, compensato anche dall'essenza sostanziale, che completa, integra e perfeziona ogni scenario narrativo con un quid impeccabile”.


Fonte notizia: http://www.elenagolliniartblogger.com/federico-colli/


federico colli | colli | artista | artisti | arte | opere | opera | quadro | quadri | art | artist | elena gollini | gollini | critica | stampa | news | notizia | milano | valle d aosta | valdostano | italia | sport | sportivo | sci | alpino | preparatore | atletico |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

È online la mostra pittorica “Arte e vita” dell'artista Daniela Veronese

È online la mostra pittorica “Arte e vita” dell'artista Daniela Veronese
L'artista Daniela Veronese è stata inserita all'interno della piattaforma web delle mostre curate dalla Dott.ssa Elena Gollini con un circuito di 20 opere di intenso impatto espressivo, che meglio rappresentano e testimoniano il suo talento innato e le consolidate e radicate capacità di padronanza tecnica e strumentale, nonché la spiccata sensibilità che guida e sostiene la vena ispiratrice. (continua)

È online la mostra personale di Angelo Oliboni dal titolo “Pittura emozionale”

È online la mostra personale di Angelo Oliboni dal titolo “Pittura emozionale”
La piattaforma delle mostre online curata dalla Dott.ssa Elena Gollini ospita la personale di Angelo Oliboni intitolata “Pittura emozionale” tutta quanta dedicata a celebrare e a rendere omaggio al variopinto, incantevole e poetico mondo floreale, che ha ispirato l'artista a realizzare un circuito di opere di particolare formulazione, molto impattanti nella resa compositiva e nell'orchestra (continua)

Roberto Re, artista di ragione e di passione

Roberto Re, artista di ragione e di passione
La ricerca artistica di sperimentazione procede incessante per il talentuoso ed eclettico Roberto Re, che sceglie l'arte non come auto celebrazione esibizionista, ma bensì come vocazione pura e incondizionata, con lo spirito di chi si cimenta con sentimento e pathos in un percorso che richiede grande impegno e grande dedizione e con l'intento di innescare e sviluppare una comunione e una com (continua)

Le forme dell'anima nella pittura di Federico Colli

Le forme dell'anima nella pittura di Federico Colli
“L'immagine così composta sarà vera se in essa verranno colti i legami che da una parte la rendono simile alla vita e dell'altra apparentemente al contrario la rendono unica e irripetibile. Come è unica e irripetibile ogni osservazione” (Andrei Arsenyevich Tarkovsky– tratto da “La forma dell'anima”). Questa pregevole e illuminante osservazione riflessiva offre degli interessanti spunti di ri (continua)

La stimolante sensibilità immaginifica di Alessandro Giordani

La stimolante sensibilità immaginifica di Alessandro Giordani
La spiccata e stimolante sensibilità immaginifica, perfettamente coniugata con la radicata e consolidata competenza tecnica e perizia strumentale, consente all'artista pittore Alessandro Giordani di cimentarsi in opere ad ampio e sfaccettato respiro fantastico, dove lui per primo e di rimando anche il fruitore può spaziare a largo raggio nelle chiavi di accesso interpretative. La Dott.ssa El (continua)