Home > Ambiente e salute > La Marijuana

La Marijuana

scritto da: Lunaste1 | segnala un abuso

La Marijuana

L'abuso di marijuana apre la porta a vari tipi di comportamento rischioso. Forse il più pericoloso di questi è l'utilizzo che la marijuana ha sulla capacità di guidare. La marijuana crea problemi sia alla persona che l'ha appena fumata, sia al fumatore cronico. La droga causa difficoltà a pensare, risolvere i problemi, concentrarsi e mantenere l'attenzione sulla guida


Che tipo di rischi può causare l’uso di Marijuana?

Possiamo dire che la marijuana è una delle droghe più usate, i giovani adolescenti si avvicinano a questa droga che normalmente è la “pista di lancio” ad altre droghe. 

L'abuso di marijuana apre la porta a vari tipi di comportamento rischioso. Forse il più pericoloso di questi è l'utilizzo che la marijuana ha sulla capacità di guidare. La marijuana crea problemi sia alla persona che l'ha appena fumata, sia al fumatore cronico. La droga causa difficoltà a pensare, risolvere i problemi, concentrarsi e mantenere l'attenzione sulla guida. Il tempo e la distanza possono sembrare distorti e la persona è più lenta a reagire, quindi gli incidenti sono più probabili, proprio come con l'alcol. Questi cambiamenti significano che un guidatore avrà molte più difficoltà nel reagire in modo appropriato alle emergenze o ai cambiamenti improvvisi. Ovviamente, tali cambiamenti potrebbero verificarsi anche in tutta una serie di incidenti di ogni tipo quando la persona è coinvolta in altre attività, non solo la guida. Si è scoperto che nei giovani, l'uso di marijuana è associato ad un aumento di sessuali rischiosi. I preservativi vengono usati meno frequentemente e c'è una maggior incidenza di malattie trasmesse sessualmente. 

Che effetti fisici e mentali puà causare?

L'uso di marijuana può causare seri effetti mentali e fisici, ciò diventa più probabile quando una persona usa alti dosaggi di marijuana molto forte. Secondo uno studio pubblicato dal National Institutes of Health, l'uso pesante di marijuana molto forte è stato associato a un numero elevato di episodi psicotici. I giovani che solitamente fumano marijuana tendono tre volte in più degli altri a pensare al suicidio e soffrono di una maggiore incidenza di una grave depressione, affermano altri studi. In particolare nelle persone giovani, l'uso di marijuana può portare ad alti livelli di ansia, attacchi di panico, depressione e paranoia. Fisicamente, usare molta marijuana ha portato un vomito violento e ripetuto, accompagnato da un forte dolore allo stomaco. Per alleviare il dolore, a volte chi ne fa uso passa ore in bagni caldi o docce, quali sono gli unici rimedi oltre a smettere di usare marijuana. 

Quando una persona diventa dipendente dalla marijuana o da qualsiasi droga, ci saranno continui cambiamenti di personalità e di comportamento che possono essere relativi ad altre influenze nella vita. Il tossicodipendente potrebbe ritirarsi, diventare riservato e apparire depresso.Il Filantropo L. Ron Hubbard scrive: "si sta offrendo a una persona la sua vita".

Noi volontari vogliamo proprio quello. 

La Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga è un’associazione di pubblica utilità, non a scopo di lucro, che dà ai giovani e agli adulti informazioni basate sui fatti in merito alla droga, affinché possano prendere decisioni consapevoli e vivere liberi dalla droga. Per avere maggiori informazioni potete andare sul sito https://www.noalladroga.it dove troverete 14 opuscoli ognuno riguardante una sostanza stupefacente diversa che potrete visionare o scaricare gratuitamente, inoltre si possono fare corsi online sempre gratuiti.

Se voi unirti a noi come volontario in ogni parte d’Italia puoi inviare una mail a: info@diconoalladroga.org invece per la zona della Romagna: momondoliberodroga@gmail.com


Fonte notizia: https://www.noalladroga.it


prevenzione | NoAllaDroga | Salute | Volontariato | Conferenza |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Cosa devono sapere i genitori sulla marijuana?


Il trinciato di canapa Skunk: le infiorescenze di marijuana light pronte per l’uso


Non tutta la marijuana fa male: prova la nuova cannabis legale


Gli effetti fisici della marijuana


LA MARIJUANA NON CURA NIENTE


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

CHE COS’È LA CRYSTAL METH?

CHE COS’È LA CRYSTAL METH?
La Metanfetamina è una droga illegale della stessa classe della cocaina e di altre potenti droghe da strada. Ha molti soprannomi: meth, crank, chalk o speed tra i più comuni. Il Crystal meth viene utilizzato da individui di tutte le età, ma è più comunemente usato come “droga club”, da prendere alle feste, nei locali o ai rave party. I suoi nomi gergali più comuni sono ghiaccio o vetro. Crystal meth è l’abbreviazione di “metanfetamina in cristalli”. Non è che un tipo di metanfetamina. È una droga cristallina bianca che si assume “sniffandola” (inalandola attraverso il naso), fumandola o iniettandola con un ago. Qualcuno la assume persino per via orale, ma in ogni caso si sviluppa un forte desiderio di continuare ad assumerla, poiché crea un falso senso di felicità e bene (continua)

LA VERITà SULL'ABUSO DEL RITALIN?

LA VERITà SULL'ABUSO DEL RITALIN?
Perfino quando è usato come farmaco prescritto, il Ritalin può avere effetti seri, inclusi nervosismo, insonnia, anoressia, perdita di appetito, cambiamenti di frequenza cardiaca, problemi al cuore e perdita di peso. Chi lo produce afferma che è un medicinale che crea dipendenza. Nel giugno 2005, la Food and Drug Administration degli Stati Uniti ha pubblicato una serie di avvisi pubblici sulla salute che mettevano in allarme sul fatto che il Ritalin e medicinali simili potevano causare allucinazioni visive, pensieri suicidi e comportamenti psicotici, oltre a comportamenti aggressivi o violenti. Il Ritalin è il nome comune del metilfenidato, classificato dalla Drug Enforcement Administration degli Stati Uniti come narcotico nella Classe II: la stessa classificazione della cocaina, della morfina e delle anfetamine: un potente stimolante del sistema nervoso centrale (cervello e spina dorsale), spesso detto “speed”. Ne abusano i teenager per i suoi effetti stimolanti. Perfin (continua)

Gli antidolorifici, un'altra verità!

Gli antidolorifici, un'altra verità!
Il corpo si adatta alla presenza della sostanza e se si dovesse interrompere bruscamente l'assunzione del farmaco, si verificherebbero sintomi da astinenza. Come tutte le droghe, gli antidolorifici, si limitano a mascherare il dolore per il quale vengono assunti. Non "curano" nulla, ma anzi chi cerca di smorzare il dolore si trova intrappolato a doverne assumere sempre di più per poter ottenere il risultato sperato. Lo scopo di questo articolo è spiegare alle persone cosa sono gli antidolorifici, perché possono essere considerati delle droghe a tutti gli effetti e che cosa causa il loro utilizzo nel breve e nel lungo periodo. Per prima cosa chiariamo che cosa sono gli antidolorifici che vengono abitualmente prescritti dai medici. Gli antidolorifici sono potenti farmaci che interferiscono con la tras (continua)

L’ABUSO DI FARMACI

L’ABUSO DI FARMACI
L’abuso di farmaci prescritti può essere ancora più rischioso dell’uso di droga illegale. La forza di alcune delle droghe sintetiche (create dall’uomo) disponibili come farmaci prescritti creano un alto rischio di overdose. Questo è particolarmente vero per l’OxyContin ed antidolorifici simili, dove le morti da overdose sono più che raddoppiate durante un periodo di cinque anni. L’utilizzo di farmaci per fini ricreativi è un problema serio tra gli adolescenti e i giovani. Studi nazionali dimostrano che un adolescente ha più probabilità di fare abuso di farmaci che di droghe illegali.Molti adolescenti pensano che i farmaci siano sicuri perché vengono prescritti dai dottori. Ma assumerli per scopi non medici, per sballarsi o per “auto-curarsi” può essere pericoloso e (continua)

Che cos'è l'ALCOL?

Che cos'è l'ALCOL?
Il modo in cui influenza la mente, viene meglio compreso come una droga che riduce la capacità di una persona di pensare razionalmente e distorce il suo giudizio. Sebbene sia classificato come sedativo, è la quantità di alcol consumato a determinarne l’effetto. La maggior parte delle persone bevono per il suo effetto stimolante, come una birra o un bicchiere di vino presi per “rilassarsi”. Ma se una persona consuma più di quello che il suo corpo può gestire, allora sente l’effetto sedativo dell’alcol. Comincia a sentirsi “stupido” o perde coordinazione e controllo. L’alcol è una droga.È classificato come un sedativo, che significa che rallenta le funzioni vitali che risulta nel farfugliare, in movimenti instabili, percezioni disturbate ed un’incapacità a reagire velocemente.Il modo in cui influenza la mente, viene meglio compreso come una droga che riduce la capacità di una persona di pensare razionalmente e distorce il suo giudizio.Sebbene sia classificato (continua)