Home > Spettacoli e TV > Pride Village: musica, divertimento e socialità

Pride Village: musica, divertimento e socialità

scritto da: Giuseppebettiol | segnala un abuso

Pride Village: musica, divertimento e socialità

Il programma del Pride Village da mercoledì 5 a sabato 8 agosto. In cartellone: Keller live, Matty P, Unicorn Party con Wonderbratz e Riccardo Pirrone, Social Media Manager di Taffo.


120 minuti di musica non stop e interamente dal vivo dai più grandi successi degli anni ’80 alle ultime hit del momento. Questa è la promessa dei Keller, che mercoledì 5 agosto apriranno la settimana del Pride Village alla Fiera di Padova con il loro Disco Dance Live Show. Nati nel 2006 da un’amicizia e una passione in comune per la musica, il gruppo acquista le sue sembianze definitive nel 2011. Da quel momento prende il via una serie interminabile di concerti, ricchi di energia accompagnati da proiezioni video e outfit accattivanti.  A partire dal 2013 la band comincia a comporre e a portare nei palchi di tutta Italia anche la propria produzione musicale originale, culminata nel 2016 con l’uscita di “OFF/ON”, il loro primo lavoro discografico. Il gruppo attualmente collabora con l’etichetta discografica “Miraloop Records” di Bologna. La serata proseguirà poi nell’area disco con il pop "LGBT" di Stefano Radda, DJ che, dall’età di 17 anni, suona e collabora con locali e organizzatori di eventi di fama nazionale.  [Ingresso gratuito dalle 19 alle 21, 3€ dalle 21].

Giovedì 6 agosto i cancelli si apriranno alle 19.00 con l’accompagnamento musicale di Radio Wow. I “villeggianti” avranno disposizione una pizzeria, due ristoranti e una paninoteca. Per l’aperitivo e il dopo cena potrà scegliere tra quattro bar e una caffetteria.Gli amanti del dancefloor non rimarranno delusi grazie ai virtuosismi di Matty P, che arriva alla kermesse patavina direttamente dal Red di Bologna. [ingresso gratuito dalle 19.00 alle 21.00; 5€ dalle 21:00].

La festa al Pride Village riprenderà venerdì 7 agosto a partire dall’ora dell’aperitivo con il flusso musicale di Radio Wow, media partner del Festival che, grazie ad uno studio mobile progettato ad hoc e con la presenza della squadra di speaker diretti da Stefano Mattara, dalle 21.00 alle 22.00, trasmetterà in diretta anche sulle frequenze FM dell’emittente del gruppo Sphera Holding. On air questa settimana Francesca Toffanin e Giusva Iannitelli, uno dei volti più noti del Pride Village e di importanti eventi LGBT italiani. Nella notte l’animazione metterà il turbo per a festa organizzata con lo staff dell’Unicorn, realtà LGBT+ padovana di grande successo. La colonna sonora del party la scriverà Wonderbratz, poliedrico DJ che vanta collaborazioni con le più importanti realtà LGBT emiliano romagnole e venete. [ingresso gratuito dalle 19:00 alle 21:00; 5€ dalle 21:00]

Si può ridere della morte? Sabato sera il Pride Village lo chiederà a Riccardo Pirrone, social media strategist di Taffo Funeral Services, l’agenzia funebre che è riuscita a catturare grande attenzione sui social e persino a creare un’enorme community di fan, grazie a una strategia di comunicazione controcorrente basata sul black humor. Intervistato da Lorenzo Bosio, direttore artistico del Village, Pirrone presenterà il volume “TAFFO. Ironia della morte” (Baldini + Castoldi 2020) in cui racconta come è nato il successo di Taffo e come si combattono e sovvertono i tabù. Rischiando come un trapezista in un circo, Riccardo Pirrone svelerà con coraggio i segreti della sua comunicazione. Perché in amore e in pubblicità non bisogna aver paura dei salti mortali. Di fronte alla morte, oltretutto, riderne è l’unico modo per uscirne vivi. Protagonista del dance floor sarà Mads, che da anni lascia il suo inconfondibile segno nei locali italiani che dettano legge sul panorama musicale del clubbing. Mads non è solo un dj, è anche un producer nuovo, fresco, dalle sonorità ricercate e dinamiche. Co-founder di Dissonant, innovativa fusion di dj set e archi, si è esibito in tutta Europa per fashion brand internazionali. [Ingresso gratuito dalle 19 alle 21, 10€ dalle 21].

[LA SICUREZZA] Il Padova Pride Village ha elaborato con le autorità preposte e in conformità alle direttive regionali e ministeriali un piano di straordinario anti Covid per garantire la completa sicurezza dei propri ospiti. Gli accessi al Village, che quest’anno si svolgerà esclusivamente all’aperto, saranno controllati e sarà possibile accedere solamente previa misurazione della temperatura corporea. Anche l’ingresso all’area della discoteca sarà contingentato e prevederà l’uso della mascherina e il rispetto delle distanze di sicurezza. Non sarà possibile consumare direttamente al banco, una volta ricevuta la propria ordinazione, sarà possibile usufruire dei posti disponibili sui plateatici oppure uscire dall’area bar. L’intera area sarà sanificata periodicamente e i bagni, che saranno accessibili solo con mascherina addosso, igienizzati continuamente con un presidio fisso. All’ingresso e in prossimità di ogni bar e ristorante sarà disponibile, inoltre, il disinfettante per le mani. Oltre agli uomini della security, l’organizzazione ha coinvolto quest’anno un gruppo di volontarie e volontari che aiuteranno il pubblico ad attenersi al comportamento corretto. Nelle serate di maggiore affluenza sarà presente la Croce Bianca di Vicenza. Sarà premura inoltre dell’organizzazione aggiornare le misure di prevenzione al contagio qualora queste subissero dei cambiamenti.

La XIII edizione del Padova Pride Village è organizzata con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova. Partner sono Anima, Flexo, bitHOUSEweb. Media partner: Radio Wow.

Per informazioni e prevendite

www.padovapridevillage.it


Fonte notizia: https://www.padovapridevillage.it/


cultura | musica | spettacoli | diritti |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Al Pride Village musica, cabaret, orsi e letteratura


Paola Iezzi special guest al Pride Village di Padova


Show & Dance al Pride Village nella settimana di Ferragosto


Il Pride Village tra alieni, social network, smorfia napoletana e grande musica


Pride Village: un ponte arcobaleno da Padova a New York


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Stienta per una notte “capitale del pop” con il Maestro Diego Basso

Stienta per una notte “capitale del pop” con il Maestro Diego Basso
Sabato 24 luglio “Concerto d’Estate” AVA Live 2021 a Stienta (RO) con le Voci di Art Voice Academy e l’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana diretta del Maestro Diego Basso. Ospite d’onore Roby Facchinetti, per salutare il pubblico. Stienta, suggestivo comune rodigino situato sulla riva del Po, tornerà per una notte a trasformarsi in una “piccola capitale” della musica pop. Sabato 24 luglio alle ore 21.00, la scalinata di piazza G. Di Vittorio a Stienta ospiterà infatti la terza edizione del “Concerto d’Estate” AVA Live 2021, promosso ed organizzato dal Comune di Stienta, con il patrocinio della Regione del Veneto in co (continua)

Sold out e applausi a scena aperta per AVA Live 2021 al Teatro Accademico di Castelfranco Veneto

Sold out e applausi a scena aperta per AVA Live 2021 al Teatro Accademico di Castelfranco Veneto
Sabato 26 giugno un’Arena del Teatro Accademico di Castelfranco Veneto completamente sold out ha accolto le oltre cento voci degli allievi di Art Voice Academy, accompagnate dall’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Basso, per l’edizione estiva di AVA Live 2021. Oltre venticinque brani per oltre due ore di musica. Una scaletta di oltre venticinque brani per oltre due ore di concerto. È stata veramente una grande festa della musica quella che si è svolta sabato 26 giugno all’Arena del Teatro Accademico di Castelfranco Veneto (TV) in occasione della nona edizione del Concerto AVA Live 2021, il tradizionale appuntamento estivo del Art Voice Academy.Le oltre cento voci degli allievi del Centro di Alta Forma (continua)

Al Pride Village con Cristiano Malgioglio e Timothy Cavicchini

Al Pride Village con Cristiano Malgioglio e Timothy Cavicchini
Sabato 3 luglio Malgioglio torna al Pride Village per presentare il suo nuovo singolo, “Tutti me Miran”, inno ai diritti LGBT. Il musicista Timothy Cavicchini sarà on stage con "Ricomincio da me", un nuovo show che i suoi brani originali della sua carriera, sia in elettrico che in acustico. Venerdì 2 luglio l’irresistibile drag show con le performer del Pride Village. Inizia all’insegna degli show e della musica live il primo fine settimana del mese di luglio targato Pride Village, il Festival LGBT più grande d’Italia in corso fino ad ottobre al Parco delle Mura di Padova. Venerdì 2 luglio ad intrattenere il pubblico ci penseranno la simpatia e il talento delle Drag Queen e dei performer del Festival. Una lunga notte di show che vedrà alternarsi sul palco (continua)

All’Oratorio di San Giorgio riprendono vita gli affreschi trecenteschi di Altichiero da Zevio

All’Oratorio di San Giorgio riprendono vita gli affreschi trecenteschi  di Altichiero da Zevio
Giunge a compimento il “restauro percettivo” dell’Oratorio di San Giorgio, la “cappella degli Scrovegni all'altra estremità del Trecento” affacciata sul sagrato della Basilica del Santo di Padova. Grazie al sistema illuminotecnico innovativo, promosso dalla Veneranda Arca di S. Antonio con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e di iGuzzini illuminazione che ne ha curato anche la realizzazione i visitatori potranno sperimentare una nuova percezione degli affreschi trecenteschi di Altichiero da Zevio. Risplendono di nuova luce le straordinarie decorazioni pittoriche dell’Oratorio di San Giorgio, edificio che si affaccia sul sagrato della basilica di Sant’Antonio a Padova. Commissionato come cappella sepolcrale di famiglia da Raimondino Lupi di Soragna, guerriero e diplomatico al servizio della Signoria dei Carraresi, i lavori di costruzione iniziarono nel 1377 per essere conclusi nel 1384 (continua)

“Basta la Gorgiera” ospita l’attrice Beatrice Schiros

“Basta la Gorgiera” ospita l’attrice Beatrice Schiros
Sabato 20 febbraio nel secondo appuntamento del podcast “Basta la Gorgiera” il Teatro de Linutile ospita sui propri canali Spotify e YouTube l’attrice Beatrice Schiros, vincitrice del Premio Mariangela Melato, del Premio Hystrio e migliore attrice al Roma Web Festival 2017 per la serie Caronte di Emanuele Sana. Se, citando Gigi Proietti, il teatro è il luogo dove “tutto è finto e niente è falso”, la costruzione del personaggio da parte di un attore, indipendentemente dal fatto che si trovi in sala, in un set cinematografico o televisivo, risulta fondamentale all’interno di quel processo collettivo che è la messinscena. Risulta quindi naturale chiedersi quale sia il lavoro che un attore deve fare, qu (continua)