Home > Spettacoli e TV > Diamond Lemetre "La passione per l'arte"

Diamond Lemetre "La passione per l'arte"

scritto da: Miss Spettacolo | segnala un abuso

Diamond Lemetre


Diamond Lemetre in base alle tue esperienze sapresti descrivermi il tuo ruolo perfetto?

Salve a tutti da anni ho intrapreso gli studi di recitazione e sono iscritto all’ Università alla facoltà di Lettere ad indirizzo artistico, audiovisivo e dello spettacolo. Fin dal primo giorno che sono salito sul palco, la mia finalità è stata quella di innescare curiosità e interesse, coinvolgendo il pubblico nelle differenti dinamiche e complessità dei personaggi e da me interpretati. Non preferisco un ruolo o un genere in particolare perché non è il ruolo o un genere che fa l’artista, ma è l’artista che fa il ruolo o un genere. Si può assistere ad un genere che non ci piace, ma improvvisamente ci piace! Ciò non significa che il genere ci piace, ma è l’artista che te lo rende piacevole. È per questo che ogni artista la pensa in un modo diverso, perché è l’artista che fa l’arte o un genere artistico e non l’arte o un genere artistico che fa l’artista. Amo interpretare personaggi dinamici, quando durante il racconto cambiano atteggiamento, idea, ideali o il proprio modo di vivere. Per Meisner così come per tanti altri grandi maestri e artisti “la verità è il sangue dell’arte”. Gli attori si preoccupano molto di essere veri quando recitano, si premia la verità anche se è banale. Cosa c’è di entusiasmante, intrigante, sconvolgente in un prodotto artistico che già viviamo nella vita quotidiana? Questo non è sufficiente per catturare l'attenzione di una grande massa di persone; anche le verità eccitanti possono essere vere. Impariamo a preferirle. Attori e artisti spesso esitano per scelte stravaganti, perché non vogliono perdere la loro verità. Per ottenere successo bisogna andare fuori dall’ ordinario, non rimanere nel quotidiano, nella nostra zona comfort. A chi interessa vedere ciò che osserva tutti i giorni? Preferisco vedere un Amleto in cento modi diversi piuttosto che andare a teatro e vedere per cento volte lo stesso Amleto interpretato da cento attori diversi. Viva la personificazione. Pensiamo in Mainstream. Bisogna innescare psicologicamente nel nostro spettatore un bisogno urgente e soddisfarlo, a nessun potenziale spettatore interessa realmente che noi gli vendiamo un prodotto artistico perfetto; ciò che interessa è la necessità di usufruire del nostro prodotto. Per farlo non vendiamo un prodotto ma vendiamo un’emozione. Il mio focus è proiettato su ciò che voglio ottenere, mi sento già ciò che vorrei essere e agisco come se fosse già un grande successo. Non esistono sconfitte per chi ha sempre voglia di superare solo se stessi. Anche la sconfitta è un importantissimo risultato, un mio personale risultato, dandogli un grande valore così come si da ad una vittoria. Diventiamo quello che pensiamo. Il pensiero è potente energia che si materializza, energia che crea la nostra realtà.

Diamond | Lemetre |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Greta Luciano "Sogno di diventare una nota testimonial"

Greta Luciano
Parlaci di te?Mi definisco una ragazza determinata, se voglio un qualcosa prima o poi la ottengo; Il modo per ottenerle tutto ciò che vorrei è allontanare tutto ciò che non mi interessa con doppia determinazione. Sono seconda di  4 sorelle/ fratelli e le mie origini sono meridionali. Ho incominciato in tarda età ad acquisire delle consapevolezze è da allora non mi sono più fermata; Ho degli o (continua)

Teresa di Biase "Il cinema è un mio grande sogno nel cassetto"

Teresa di Biase
Parlaci di te? Mi chiamo Teresa ho 40 anni vivo a quarto in provincia di Napoli amo la natura e tutto quello che riguarda l’estetica. Lavoro come parrucchiera, un lavoro che amo e che svolgo da molti anni e mi soddisfa molto.Ti sentì realizzata?Penso di si, faccio un lavoro che mi piace e cerco al meglio di soddisfare i miei hobby e interessi mettendoci tanto impegno e passione.La belle (continua)

Giulia Anastasia Policastro "La moda e lo spettacolo sono delle mie grandi passioni"

Giulia Anastasia Policastro
Parlaci di te?Ciao a tutti, mi chiamo Giulia Anastasia, vengo da Roma, sono una modella/blogger. Amo fare shopping, il mio punto debole, e gli animali. Sono una ragazza solare, dolce, passionale, ma soprattutto determinata e testarda.Ti sentì realizzata?Sono molto giovane, ancora ne ho di strada da fare, ho avuto diverse esperienze nel mio mondo che mi hanno fatto diventare la ragazza che sono ogg (continua)

Veronica Panzera "La moda e lo spettacolo sono i miei grandi sogni"

Veronica Panzera
Parlaci di te? Sono Veronica Panzera ho 18 anni e vengo da Roma. Lavoro da quando ho 15 anni come modella e fotomodella, è una delle mie grandi passioni.Cosa ti emoziona?Mi emoziono ogni volta che sono su una passerella per sfilare o negli eventi che riguardano lo spettacolo.Ti sentì realizzata?Si mi sento molto realizzata!!! Penso che per avere 18 anni ho avuto già molte esperienz (continua)

Giusi Paone "Voglio diventare una donna di successo"

Giusi Paone
Parlaci di te?Mi chiamo Giusi Paone e vivo a Riccione con il mio affezionato cane. Mi emoziona vedere quanto mi vuole bene il mio cane e sono sicura che è l’unico che non mi tradirà mai, ogni volta che torno a casa e aspetta giorno. Mi piace fare shooting fotografici e partecipare ad eventi.Cosa ti emoziona?Mi emoziono quando conosco persone vere e buone e soprattutto donne amiche e io ho in 31 an (continua)