Home > Altro > Come fai a sapere quando è il momento di lasciarsi?

Come fai a sapere quando è il momento di lasciarsi?

scritto da: Lorenzomisto | segnala un abuso

Come fai a sapere quando è il momento di lasciarsi?

Molti di noi non rompono con un altro significativo quando dovremmo, per molte ragioni diverse. Alcuni di noi hanno paura di essere soli; altri cadono vittime dell’errore sommerso dei costi (“Ho già investito così tanto tempo e fatica in questa relazione, non posso rinunciare ora”). Ma la maggior parte di noi ignora solo i segni che una relazione sta andando in pezzi perché è più facile credere che tutto vada bene … fino a quando non lo è.


Sapere esattamente quando terminare una relazione è un compito difficile. Dipende dalle persone coinvolte e dalla situazione in cui vivono. Ma ci sono prove abbastanza coerenti sui segni di rottura delle relazioni.

I quattro cavalieri dell’Apocalisse

Ci sono quattro stili di comunicazione negativa che compongono il disastro per qualsiasi relazione. È soprannominato “I quattro cavalieri dell’Apocalisse”.

Critica

Il primo cavaliere della comunicazione è la critica. Criticare è diverso da criticare o lamentarsi. La critica riguarda il carattere della persona, piuttosto che il loro comportamento.

Ecco la differenza tra un reclamo e una critica:

  • Reclamo: “Vorrei davvero che mi aiutassi con i piatti. C’è molto lavoro da fare da sola e mentre ti rilassi sul divano a guardare la TV, devo stare fino a tardi a pulire”.
  • Critica: “Sei solo un *** egoista. Non pensi mai a come mi sento o a tutto il lavoro che faccio per te.”

La differenza è che il primo riguarda un comportamento specifico e il secondo riguarda il partner come persona.

Quando la critica è presente in una relazione, non significa che sia destinata a finire. Di tanto in tanto, quando siamo arrabbiati, possiamo ricorrere alle critiche. Ma quando diventa pervasivo e quando è l’unico modo per sollevare problemi l’uno con l’altro, c’è un grosso problema.

Se critichi costantemente il tuo partner o ritieni che il tuo partner ti critichi costantemente, è solo una questione di tempo prima che si trasformi in qualcosa di più cattivo: il disprezzo. La relazione può essere recuperabile a questo punto, ma è un brutto segno e dovrebbe farti considerare se partire potrebbe essere un’opzione migliore.

Difensiva

Il secondo cavaliere è la difesa, ed è in genere in risposta alle critiche (o alle critiche percepite ). La difesa è un tentativo di difendersi da un attacco percepito con una controproposta. Possiamo essere difensivi spostando la colpa su situazioni esterne, ma il più delle volte siamo difensivi spostando la colpa sul partner che richiede responsabilità.

Ecco un esempio di risposta difensiva:

  • Reclamo: “Sento che la nostra vita sessuale è stata un po’ spenta ultimamente, e sento che non stai davvero prestando attenzione ai miei bisogni e desideri a letto”.
  • Risposta difensiva: “Beh, se non mi prendessi in giro per i piatti tutto il tempo, forse avrei voluto fare sesso con te.”

In generale, agli umani non piace sentirsi dire che stanno facendo qualcosa di sbagliato o ferendo altre persone. Abbiamo la tendenza a voler pensare bene a noi stessi e conversazioni come questa minacciano la nostra autostima.

La difesa è davvero solo un modo per riportare la colpa sul tuo partner. Stai dicendo che il problema non sei tu, è lui. Rifiutarsi di assumersi anche una piccola quantità di responsabilità per il proprio ruolo nella situazione può far sì che il proprio partner si senta invisibile e inascoltato.

Essere costantemente difensivi in ​​una relazione è un brutto segno. Significa che il partner difensivo non è disposto a guardare il proprio comportamento e adattarlo per fermare qualunque cosa danneggi l’altro partner. Significa che il partner difensivo sta trattando l’altro come un semplice oggetto per soddisfare i suoi bisogni e non come una persona intera con bisogni, sentimenti e idee proprie.

Se il tuo partner reagisce costantemente in modo difensivo nei tuoi confronti (e nei tuoi confronti), potrebbe essere il momento di dare una buona occhiata alla tua relazione. Potrebbe essere il momento di porre fine alle cose.

Disprezzo

Il terzo cavaliere è disprezzo. Mostriamo disprezzo quando trattiamo gli altri con mancanza di rispetto. Il disprezzo può essere espresso in molti modi diversi. Quando insultiamo gli altri, usiamo il sarcasmo, li imitiamo, alziamo gli occhi o li deridiamo. Li chiamiamo nomi o li ridicolizziamo. Lo scopo di questo comportamento è di diminuire l’altro, di farli sentire inutili.

Se sei mai stato trattato con disprezzo, sai quanto fa male. E trattare un partner con disprezzo dimostra che non hai rispetto per loro, i loro sentimenti o i loro bisogni.

Quando il disprezzo è presente in una relazione, è una grande bandiera rossa. Significa che i partner hanno smesso di rispettarsi come partner e ora stanno solo cercando di affermare il dominio. C’è ancora poco amore o rispetto, e l’animosità e il risentimento cresceranno.

Se vieni trattato in questo modo, ci sono ottime possibilità che il tuo partner non si occupi più di te. Se stai trattando il tuo partner con disprezzo, chiediti perché stai ancora con loro. Se non c’è rispetto tra i partner, ci sono poche possibilità che la relazione possa essere recuperata.

Ostruzionismo

L’ultimo cavaliere è il muro di pietra ed è il comportamento più dannoso da affrontare. Proprio come la difesa è una risposta alle critiche, il muro di pietra è di solito una risposta al disprezzo.

Quando il muro di pietra appare in una relazione, la comunicazione si è sostanzialmente interrotta. Il muro si verifica quando l’ascoltatore evita il contatto visivo, si ritira, si spegne o semplicemente smette di rispondere al proprio partner.

Quando una relazione ha raggiunto lo stadio di muro di pietra, è molto difficile (anche se non impossibile) recuperarla. Ma dovrebbe essere un segnale molto forte che forse è arrivato il tempo di andare avanti con la tua vita.

Questa è la sensazione quando preferisci fare qualsiasi altra cosa che avere una conversazione. Parli solo quando è assolutamente necessario e ogni incursione in un territorio più vulnerabile incontra una rapida fuga o silenzio.

Dovresti rompere?

La cosa importante da ricordare è che tutte le coppie si impegnano a volte in critiche, difesa, disprezzo e il muro di pietra. Ma usare costantemente uno o più di questi comportamenti è un chiaro segno che qualcosa non va bene nella tua relazione.

Naturalmente, se siete entrambi disposti a mettervi al lavoro, un terapista di coppia potrebbe essere in grado di aiutarvi a smettere di usare queste strategie di comunicazione e darvi gli strumenti per comunicare efficacemente le vostre emozioni. In definitiva, sei il miglior giudice della tua relazione e situazione.


Fonte notizia: https://youarestrongernow.com/come-fai-a-sapere-quando-e-il-momento-di-lasciarsi/


coppia | legame | amore | rapporto |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Idee Per La Migliore Cuccia Per Cani Fai Da Te


Come Fare La Migliore Maschera Viso Fai Da Te In Modo Veloce E Pratico


Cuccia Fai Da Te Da Realizzare A Casa Propria


IL MEDIOEVO RITROVATO DI LAUS


Come avere successo nella tua attività di lavoro da casa.


L’azienda Seeweb sostiene ufficialmente la fondazione FAI


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Utilizzo delle bande di resistenza

Utilizzo delle bande di resistenza
Queste bande di resistenza lunghe e ad anello forniscono uno spessore sorprendente e una resistenza resistente che alla fine le separa dal tubo relativamente debole che comunemente pensi quando senti il ​​termine “bande di resistenza”. Sono progettati per atleti e seri frequentatori di palestra che cercano nuovi modi per guadagnare forza attraverso l’ allenamento di resistenza . Vantaggi degli esercizi della banda di resistenzaSia che tu stia usando le bande elastiche o tubi di resistenza della vecchia scuola, i vantaggi di eseguire esercizi con la fascia di resistenza sono sostanzialmente gli stessi.TrasportoLe bande sono leggere e facili da trasportare. Basta arrotolarne alcuni e gettarli in una valigia o in una borsa da palestra e avrai a dispo (continua)

Il sonno o l’esercizio fisico è più importante?

Il sonno o l’esercizio fisico è più importante?
Il sonno può darti energia, riparare i muscoli, bilanciare gli ormoni, alimentare l’allenamento e farti passare la giornata. Allenarsi può aiutare a migliorare il sonno, aumentare l’energia, migliorare l’umore e rafforzare il metabolismo. Quindi, se hai solo 30 minuti da dedicare al sonno o all’esercizio fisico, quale dovresti scegliere? Innanzitutto, è importante sottolineare che questo scenario “scegli solo uno” non è probabilmente un vero problema, almeno per la maggior parte delle persone nella maggior parte dei giorni. La realtà è che la maggior parte delle persone, in effetti, ha tempo per le sette o otto ore di sonno raccomandate ogni notte più tempo sufficiente per un allenamento da 30 a 60 minuti nella (continua)

Come smettere di essere pigri

Come smettere di essere pigri
Abbiamo tutti periodi di tempo in cui ci sentiamo meno energici e lottiamo per trovare motivazione. È comune sentirsi così in certe occasioni ma, quando questi momenti iniziano a diventare più frequenti o durano per periodi più lunghi, potremmo iniziare a vederci in modo diverso. I nostri obiettivi diventano meno importanti, troviamo difficile sentirci ispirati e potremmo iniziare a chiederci se siamo capaci. Potremmo persino iniziare a definirci pigri. Il nostro “sé” idealeTutti abbiamo la sensazione di chi vogliamo essere, di come vogliamo comportarci, degli obiettivi che vogliamo raggiungere e di come vogliamo mostrarci nel mondo. Il sé ideale è un concetto in psicologia che si riferisce all’immagine che portiamo nella nostra mente di ciò che il nostro sé migliore dovrebbe apparire, agire e sentire. Il nostro sé ideale è sp (continua)

Qual è il pregiudizio della negatività?

Ti sei mai trovato a soffermarti su un insulto o a fissare i tuoi errori? Le critiche hanno spesso un impatto maggiore rispetto ai complimenti e le cattive notizie spesso attirano più attenzione che bene. La ragione di ciò è che gli eventi negativi hanno un impatto maggiore sul nostro cervello rispetto a quelli positivi. Gli psicologi si riferiscono a questo come al pregiudizio negativo (chiamato anche pregiudizio della negatività) e può avere un effetto potente sul tuo comportamento, sulle tue decisioni e persino sulle tue relazioni. Qual è il pregiudizio della negatività?La tendenza negativa è la nostra tendenza non solo a registrare più rapidamente gli stimoli negativi, ma anche a soffermarci su questi eventi. Conosciuto anche come asimmetria positivo-negativo, questo pregiudizio di negatività significa che sentiamo il pungiglione di un rimprovero più potente di quanto sentiamo la gioia della lode.Questo fenomeno psicol (continua)

Una panoramica sull’ arrampicata

Una panoramica sull’ arrampicata
Non si può negare che l’arrampicata su roccia sia l’ultimo allenamento per testare la tua forza fisica e resistenza mentale. In effetti, pochissime attività si rivolgono a tutti i muscoli dell’arrampicata, concentrandosi anche sull’ equilibrio, la flessibilità e la resistenza mentale. Mentre molte persone si allenano all’aperto, i principianti che cercano un allenamento eccellente spesso scoprono che l’uso di una struttura di allenamento al coperto è il percorso migliore, soprattutto perché si ha accesso a istruttori qualificati, attrezzature e vari livelli di lezioni. Se vuoi aggiungere l’arrampicata su roccia alla tua routine di fitness generale, il modo più sicuro per i (continua)