Home > Siti web e pubblicità > Cosa serve per aprire un negozio online? Ecco cosa dovresti sapere

Cosa serve per aprire un negozio online? Ecco cosa dovresti sapere

scritto da: BewebAgency | segnala un abuso

Cosa serve per aprire un negozio online? Ecco cosa dovresti sapere

Cogliere le opportunità che le nuove tecnologie e internet ci offrono può rivelarsi decisivo per il successo di un’azienda. È per questo motivo che in Italia il numero degli e-commerce sta crescendo vertiginosamente. Tuttavia esistono alcuni passaggi obbligati e aspetti burocratici cui bisogna adempiere prima di iniziare un’attività online.


Cogliere le opportunità che le nuove tecnologie e internet ci offrono può rivelarsi decisivo per il successo di un’azienda. È per questo motivo che in Italia il numero degli e-commerce sta crescendo vertiginosamente. Tuttavia esistono alcuni passaggi obbligati e aspetti burocratici cui bisogna adempiere prima di iniziare un’attività online.

Ecco cosa serve prima di iniziare a vendere online

Prima di avviare la vendita tramite il proprio negozio online, è importante seguire delle procedure che consentono la vendita e la fatturazione di quanto incassato. Nel nostro Paese il settore degli e-commerce è regolamentato dal Decreto Legislativo n. 114/98. Questo decreto, all’articolo 21, accomuna la vendita su internet alle altre forme di vendita a distanza, assoggettandola quindi alle stesse regole fiscali che riguardano la vendita di prodotti. Ecco l'articolo:

Art. 21. - Commercio elettronico

Il Ministero dell'industria, del commercio e dell'artigianato promuove l'introduzione e l'uso del commercio elettronico con azioni volte a:

a) sostenere una crescita equilibrata del mercato elettronico;

b) tutelare gli interessi dei consumatori;

c) promuovere lo sviluppo di campagne di informazione ed apprendimento per operatori del settore ed operatori del servizio;

d) predisporre azioni specifiche finalizzate a migliorare la competitivita' globale delle imprese, con particolare riferimento alle piccole e alle medie, attraverso l'utilizzo del commercio elettronico;

e) favorire l'uso di strumenti e tecniche di gestione di qualita' volte a garantire l'affidabilita' degli operatori e ad accrescere la fiducia del consumatore;

f) garantire la partecipazione italiana al processo di cooperazione e negoziazione europea ed internazionale per lo sviluppo del commercio elettronico.

2. Per le azioni di cui al comma 1 il Ministero dell'industria, del commercio e dell'artigianato puo' stipulare convenzioni e accordi di programma con soggetti pubblici o privati interessati, nonche' con associazioni rappresentative delle imprese e dei consumatori.

1. Creazione di nuova impresa per la gestione dello shop online

Proprio come in un negozio fisico, anche per l’e-commerce si deve fare riferimento ad una società costituita prima di pubblicare online il proprio sito web. Questo passaggio è funzionale alla fatturazione, che sarà elettronica.

Coloro che possiedono un e-commerce, ai fini delle imposte dirette, producono reddito d’impresa, che si ricava dalla differenza tra i ricavi e i costi deducibili. I guadagni derivanti dal commercio elettronico sono esonerati dall’obbligo di invio telematico. Tali corrispettivi, però, devono essere annotati nel registro delle operazioni effettuate (art. n. 24 del D.P.R. 633/1972) insieme a quello delle fatture emesse (articolo 23 dello stesso DPR) ...

... continua a leggere: Cosa serve per aprire un negozio online? Ecco cosa dovresti sapere



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Come Iniziare a Vendere in Dropshipping con WooCommerce


Lombardo Shop: tanti articoli, tanta convenienza, prezzi competitivi


Come fare Dropshipping con WordPress: una guida.


Come guadagnare online nel 2020, aprendo un’attività digitale.


Spazio Commerciale, ecco come triplicare le tue vendite online


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Alcune tecniche SEO per farti conoscere e trovare online

Alcune tecniche SEO per farti conoscere e trovare online
La SEO, che sta per Search Engine Optimization, è un insieme di strategie e tecniche che mirano a far guadagnare una maggiore visibilità di un sito internet, migliorandone la posizione nei risultati dei motori di ricerca. La SEO, a differenza della SEM, fa riferimento ai risultati non a pagamento, anche detti risultati organici. Le tecniche e le strategie che si possono adottare per migliorare la visibilità di un sito, aumentando così le conversioni, sono davvero tante. Poiché Google è il motore di ricerca più famoso e più utilizzato nel mondo, la maggior parte delle strategie SEO si concentrano sullo studio del suo algoritmo di intelligenza artificiale e sui suoi aggiornamenti periodici. Non sempre è facile capire quali siano le strategie che diano i risultati migliori in termini di visibilità. Tuttavia, ci sono alcune pratiche che nel tempo si sono dimostrate vincenti e “gradite” all’algoritmo di Google. La SEO, che sta per Search Engine Optimization, è un insieme di strategie e tecniche che mirano a far guadagnare una maggiore visibilità di un sito internet, migliorandone la posizione nei risultati dei motori di ricerca. La SEO, a differenza della SEM, fa riferimento ai risultati non a pagamento, anche detti risultati organici.Le tecniche e le strategie che si possono adottare per migliorare la v (continua)

Cos’è Google Ads e come funziona

Cos’è Google Ads e come funziona
La pubblicità su Google Ads (Ex Google AdWords) negli ultimi anni ha acquisito sempre più importanza. Col tempo il nostro stile di vita è stato completamente rivoluzionato da nuove tecnologie, e questo ha avuto un impatto anche sul mondo del marketing. Infatti oggi, ogni azienda ha bisogno di maggiore visibilità sul web, sia per farsi conoscere dai propri clienti che per aumentare i propri guadagni. Come sempre, le novità nel mondo digitale mettono a disposizione delle imprese strumenti sempre più sofisticati, in grado di realizzare gli obiettivi stabiliti. Google Ads rientra tra le piattaforme di marketing fondamentali se si vuole crescere online. Che cos’è Google Ads?Google Ads è una piattaforma che consente ad aziende e a persone singole di pubblicare annunci a pagamento su Google, facendoli comparire tra le pagine dei risultati di ricerca. Solitamente, trattandosi di pubblicità a pagamento, gli annunci di Google Ads compariranno nelle prime posizioni della prima pagina dei risultati di ricerca. La differenza rispetto alla SEO s (continua)