Home > Musica > Intervista a Jack Slate

Intervista a Jack Slate

scritto da: ComunicatoStampa1 | segnala un abuso

Intervista a Jack Slate

Il bassista della Metal band Dark Avengers ci parla di musica e dei suoi progetti per il futuro


I Dark Avengers sono ormai da parecchi anni una realtà musicale non solo nell'hinterland Etneo ma anche fuori confine, hanno pubblicato recentemente il disco "Screams & Pain" e oggi incontriamo il loro bassista, Jack Slate che ci parlerà dei progetti futuri della band e di musica.

D: Ciao Jack, ho ascoltato il vostro ultimo album e devo dire che lo trovo parecchio cattivo e spigoloso, con influenze che spaziano dagli Slipknot agli Askin Alexandria..ci parleresti un pò del disco?

R: Ciao, il disco è senz'altro influenzato dal Metalcore e da diverse band. Abbiamo cercato di mischiare le carte in tavola e conservare un ricordo dei nostri esordi Glam Metal con un sound più moderno e cattivo. Il risultato è stato un disco che strizza l'occhio ai Black Veil Brides, gli Askin Alexandria, gli Slipknot ma che non dimentica band quali Motley Crue, Kiss e Van Halen. L'intero disco è permeato da un atmosfera di tensione e riff possenti.

D: Appunto di questa tensione palpabile volevo chiederti, ci sono temi legati al virus?

R: Nel disco sono contenuti testi che riguardano le emozioni e le angosce vissute dalle persone agli inizi del Lockdown, la rabbia nei confronti delle istituzioni  corrotte e tutto quello che questo periodo di transizione che il mondo sta attraversando riesce a marchiare nell'animo umano.

D: Che progetti ha la band per il futuro?

R: Attualmente stiamo lavorando a nuovi inediti che speriamo di pubblicare nel 2021, ma di più non posso dirti perchè si tratta di brani ancora molto  embrionali.

D: Quali band e musicisti influenzano la tua vena compositiva?

R: Io sono un fanatico degli anni 80 quindi dirti Motley Crue, Alice Cooper, Kiss, Judas Priest, Pretty Maids, Warrant, Gun'n'roses, Pantera, Black Sabbath sarebbe scontato; ma non disdegno di ascoltare anche band come i già citati Black Veil Brides, Askin Alexandria, Slipknot, Fit 4 Rivals e Falling in reverse. Senz'altro i miei bassisti preferiti sono Nikki Sixx, Rex Brown, John Myung e Jaco Pastorius.

musica | metal | rock | punk | bassista |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Jack Jaselli "Ultimo addio" è on line il video del nuovo singolo


CONCLUSA LA MOSTRA DELL' ARTISTA JACK TUAND


Intervista a Luca Pagetti: Coven Egidio al Perfume Factory (Cosmoprof 2017)


ToolWagon published LOA 2 Bot in 2016


Jack Benucci, Complete Unknown


Max Elli “Vivere o Morire” in radio il primo singolo in italiano del cantautore, musicista e produttore milanese


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

L'Ordine Thelemico dell'Alba Dorata

L'Ordine Thelemico dell'Alba Dorata
La Golden Dawn è un ordine nato alla fine del XIX secolo. I tre fondatori, William Robert Woodman, William Wynn Westcott e Samuel Liddell MacGregor Mathers furono massoni e membri della Societas Rosicruciana in Anglia. È una società segreta iniziatica fondata sulla tradizione della Qabalah. Frater Ashtar, sacerdote ordinato del Ecclesia Gnostica Heteredoxa e membro del Priorato di Horus Maat (associato al The Thelemic Order), ci riassume brevemente cos'è la Golden Dawn, come nasce e perchè centra con Thelema.In inglese Golden Dawn significa “Alba d’Oro”, secondo maghi ed alchimisti è il momento in cui il Sole della sapienza nasce a fugare le tenebre dell’ignoranza, annunciando il sor (continua)

Disquisizioni su Thelema

Disquisizioni su Thelema
Frater Ashtar, fondatore del Priorato di Horus Maat affiliato al TTO, ci parla della filosofia di Thelema e dello scopo dell'Uomo. La legge di Thélema è stata sviluppata da Aleister Crowley, scrittore ed esperto di magia cerimoniale, durante un periodo trascorso in Egitto.L'occultista britannico divenne il profeta di una nuova era, quella dell'Eone di Horus: questo sulla base di un'intensa esperienza spirituale che lui e sua moglie, Rose Edith, avevano avuto durante un viaggio in Egitto nel 1904. Per suo c (continua)

la Sicilia è la meta preferita di Thelema

la Sicilia è la meta preferita di Thelema
Il noto ordine esoterico fondato dal noto Occultista britannico, Aleister Crowley, torna in Sicilia. Da sempre regione magica e ricca di simbolismo per gli ordini esoterici di vario tipo. Il Thelemic Order mette radici in Sicilia, già negli anni 20 questo ordine esoterico fondato da Crowley aveva trovato il modo di radicarsi in questa regione ma fu presto allontanato dal regime fascista che non vedeva di buon occhio i culti ancestrali che si consumavano dentro l'Abbazia di Cefalù.Thelema è una filosofia magica elaborata da Aleister Crowley all'inizio del XX secolo. Il termine è la (continua)