Home > Economia e Finanza > L’Oleificio Morettini riapre il Frantoio di San Gimignano

L’Oleificio Morettini riapre il Frantoio di San Gimignano

scritto da: Marcocavini | segnala un abuso

L’Oleificio Morettini riapre il Frantoio di San Gimignano


Importante investimento per l’Oleificio Morettini. La storica azienda di Monte San Savino, giunta al settantesimo anno di attività, ha ampliato il proprio impegno nel territorio senese con l’acquisizione, la gestione e lo sviluppo del Frantoio di San Gimignano che tornerà nuovamente al servizio dei produttori di una zona a forte vocazione e tradizione olivicola. L’operazione è volta a consolidare l’Oleificio Morettini tra le realtà di riferimento del settore a livello regionale, con una presenza diretta nelle due provincie di Arezzo e di Siena attraverso un progetto che è stato portato avanti nonostante l’emergenza sanitaria e che troverà concretizzazione dal mese di ottobre con la prossima stagione di raccolta e frangitura delle olive.

Negli ultimi mesi sono stati effettuati i lavori necessari per la ristrutturazione dell’immobile di San Gimignano che, dagli anni ’80, era un punto di riferimento per la produzione di un’area con circa 10.000 ettari di oliveti. L’Oleificio Morettini ha provveduto alla modernizzazione dei macchinari e all’acquisizione di tecnologie per la produzione, l’imbottigliamento e la conservazione dell’olio, potendo così dotare il territorio di un impianto all’avanguardia capace di valorizzare le proprietà di ogni oliva per ricavarne un extra vergine di alta qualità. Il pieno recupero e la riqualificazione degli ambienti del Frantoio di San Gimignano permetteranno, in futuro, di aprire l’impianto anche alle visite delle scolaresche e dei turisti con la possibilità di vivere esperienze didattiche a diretto contatto con i luoghi di produzione. «Il nostro progetto - commenta Alberto Morettini, responsabile commerciale e marketing dell’Oleificio Morettini, - nasce con una finalità produttiva al servizio degli olivicoltori locali e con una parallela funzione commerciale per favorire una più capillare diffusione dei nostri prodotti in provincia di Siena e in un territorio a forte vocazione turistica, ma ha anche una forte componente didattica volta a valorizzare la cultura e la coltura dell’olivo che da secoli sono radicate nel panorama agricolo toscano».

L’autunno dell’Oleificio Morettini sarà particolarmente intenso. Oltre all’inaugurazione del Frantoio di San Gimignano, l’azienda sarà impegnata anche nella tradizionale attività di raccolta e di frangitura delle olive in terra d’Arezzo, con il cuore della produzione che deriverà dalla sede di Monte San Savino dove è radicato lo storico oleificio e dove dal 2019 è stato attivato il nuovo frantoio 4.0 Suprevo dedicato all’estrazione di olio extra vergine d’oliva di alta qualità. «Le previsioni per la prossima raccolta delle olive sono buone - aggiunge Morettini. - Le piante sono cariche, il clima è stato favorevole e finora non si sono intraviste le problematiche che hanno caratterizzato la raccolta dello scorso anno, dunque si prospetta una buona stagione per il settore oleario».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Olio e tecnologia: a Monte San Savino nasce il primo frantoio 4.0


Al via la raccolta delle olive: buone previsioni per la terra d’Arezzo


Appuntamento a San Gimignano il 10 Agosto per Calici di Stelle e per la Randonnée “Gran Tour Unesco”


Debutta la Randonnée “Gran Tour Unesco” nelle Terre di Siena


TERRA DI SIENA TERRA DI CICLISMO, GRAN FONDO DELLA VERNACCIA A SAN GIMIGNANO


DOMENICA GRAN FONDO DELLA VERNACCIA, WEEK END DA GUSTARE A SAN GIMIGNANO


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

“I colloqui di Raggiolo”, una giornata di studi sull’arte casentinese

“I colloqui di Raggiolo”, una giornata di studi sull’arte casentinese
Una giornata di studio dedicata all’arte in Casentino tra quattordicesimo e quindicesimo secolo. Questo è il tema della sedicesima edizione de “I colloqui di Raggiolo” che sabato 26 settembre, a partire dalle 10.00, riunirà docenti universitari e studiosi dell’arte nei locali dell’Ecomuseo della Castagna di Raggiolo per un’occasione di formazione, di approfondimento e di confronto dedicata al (continua)

Ginnastica Petrarca, tre giornate per scoprire la ginnastica

Ginnastica Petrarca, tre giornate per scoprire la ginnastica
Tre giornate per scoprire la ginnastica. La Ginnastica Petrarca apre le proprie porte ai nuovi atleti con le lezioni di prova rivolte a bambini e bambine a partire dai sei anni dove sarà possibile mettersi alla prova e divertirsi tra giochi, esercizi e percorsi tipici di questa disciplina. L’appuntamento è fissato tra giovedì 24 e sabato 26 settembre, con orario dalle 17.30 alle 19.00, quando (continua)

Un nuovo defibrillatore per il PalaMecenate

Un nuovo defibrillatore per il PalaMecenate
Un nuovo defibrillatore per il PalaMecenate. Ad averlo donarlo è l’associazione culturale Pitagora di Arezzo che, impegnata da anni in iniziative di beneficenza a favore del territorio, ha attivato una raccolta di fondi tra i suoi soci con l’obiettivo di concretizzare la donazione di questo importante strumento salvavita per rendere cardiologicamente protetto l’impianto sportivo di viale Mecen (continua)

La Farmacia Comunale “Mecenate” adotta l’orario continuato

La Farmacia Comunale “Mecenate” adotta l’orario continuato
La Farmacia Comunale n.6 “Mecenate” adotta l’orario continuato dalle 9.00 alle 20.00. La novità verrà introdotta da lunedì 21 settembre quando la farmacia di viale Mecenate attuerà un incremento del proprio orario di apertura dal lunedì al sabato, con l’obiettivo di andare maggiormente incontro alle diversificate esigenze di residenti e lavoratori di una zona ricca di abitazioni, uffici e scu (continua)

Un pomeriggio nella storia di Foiano con l’associazione Scannagallo

Un pomeriggio nella storia di Foiano con l’associazione Scannagallo
Un pomeriggio dedicato alla storia della Toscana tra lo splendore del Rinascimento e i fasti del Granducato. Tra gli eventi inaugurali della rassegna “Saperi e sapori” di Foiano della Chiana rientra la visita guidata ai documenti dell’archivio storico comunale che, alle 16.00 di sabato 19 settembre, permetterà di vivere un viaggio indietro nel tempo promosso dall’associazione culturale Scanna (continua)