Home > Cultura > Arrestato lo spacciatore responsabile di una morte per overdose

Arrestato lo spacciatore responsabile di una morte per overdose

scritto da: Gtrambusti | segnala un abuso

Arrestato lo spacciatore responsabile di una morte per overdose

A Viareggio i carabinieri hanno arrestato lo spacciatore che avrebbe venduto la droga letale che ha ucciso Samuele Ventrella e mandato in coma il padre, Gerardo.


La cronaca di agosto 2020 racconta che due uomini, padre e figlio, dopo aver assunto un mix di droghe avevano subito conseguenze drammatiche: il figlio 25enne deceduto per overdose, il padre in coma, si salverà grazie a un trapianto di fegato.

Il mix di droga che avevano assunto entrambi, prima di accasciarsi a terra, era una grossa quantità di cannabis e cocaina, seguite probabilmente all’alcool. Le droghe, come i farmaci e l’alcool, hanno il brutto vizio di causare conseguenze persino peggiori quando assunte nello stesso momento.

Il padre della vittima, Gerardo, ha scritto e pubblicato nel 2007 un’autobiografia dove parla del suo passato caratterizzato da droga e crimine, allo scopo di mettere in guardia i giovani (come suo figlio allora adolescente) dai pericoli mortali della droga. Contrariamente alle intenzioni

Nel libro si legge: “Un tunnel che molto spesso sembra non dare scampo. Per fortuna non sempre è così. Vivete fino in fondo la vostra vita, cogliete ogni attimo, ma non lasciatevi trascinare in un baratro da cui è difficile emergere”. A quanto pare sia il padre che il figlio erano ricaduti, insieme, nel baratro, dal quale solo il padre stesso è stato in grado di riemergere seppure con la salute gravemente compromessa.

Finalmente è stato arrestato il presunto spacciatore, un viareggino. La repressione dei carabinieri è necessaria ed encomiabile, e speriamo la detenzione porti a un pieno recupero del criminale. Ma è evidente che la repressione non basta, finché ci sarà qualcuno che cerca la droga, ci sarà qualcuno che si darà da fare per offrirgliela.

 “Un Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga e l’alcool non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o se ne promuova l’uso. I giovani devono conoscere la dura verità: dove gira la droga, c’è spesso crimine e perversione sessuale.

Le attività di “Un Mondo Libero dalla Droga” consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione. L’associazione organizza eventi pubblici e lezioni nelle scuole, per informare sugli effetti dannosi degli stupefacenti e degli psicofarmaci. A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia di ragazzi toscani delle scuole medie inferiori e superiori.

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard


Fonte notizia: https://www.noalladroga.it/


Scientology | Droga | Un mondo libero dalla droga | L Ron Hubbard | Viareggio | overdose | cocaina | cannabis | marijuana |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Abuso di farmaci prescritti per sballarsi o auto-curarsi


A Milano il primo morto italiano per overdose di eroina sintetica


Gli psicofarmaci sono droghe, e si può morire di overdose anche a 17 anni


Uno dei più pericolosi farmaci prescritti: il Fentanyl


Leucemia Mieloide Acuta (LMA), il quizartinib riduce del 24% il rischio di morte


In Colorado, dove la cannabis è legale, si muore di più per overdose di stupefacenti


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

In Colorado prospera il traffico di droga illegale

In Colorado prospera il traffico di droga illegale
La legalizzazione ha ottenuto l’effetto opposto a quello sperato, la criminalità prospera e il traffico illegale è in aumento. All’inizio di ottobre 2020 un’operazione condotta dalla “Western Colorado Drug Task Force” ha messo in luce quello che è noto da tempo: la legalizzazione della marijuana ha fatto un gran favore al traffico illegale. Il motivo è semplice: attratti dalla facilità con cui si coltiva la droga legalmente in Colorado, le organizzazioni criminali si sono trasferite nello stato per produrre ed espo (continua)

La campagna per legalizzare le droghe pesanti è cominciata

La campagna per legalizzare le droghe pesanti è cominciata
Raggiunto in parte l’obbiettivo di legalizzare le “droghe leggere”, è già attiva e pressante la campagna per legalizzare gran parte delle “droghe pesanti” I furti esisteranno sempre, la lotta al furto è fallita, legalizziamo il furto. Chi mai sarebbe d’accordo con un’affermazione del genere? Eppure è ciò che viene da molti detto e propagandato per quanto riguarda la droga. Ecco, ad esempio, le affermazioni dell’analista politico Steve Rolles che scrive un articolo dal titolo “Un piano per legalizzare Cocaina, Ecstasy e Amfetamine” su politic (continua)

Informazione e prevenzione sulla droga, le attività di “Drug Free World”

Informazione e prevenzione sulla droga, le attività di “Drug Free World”
In Florida vene distribuito il materiale gratuito informativo sugli stupefacenti di “Un Mondo Libero dalla Droga” La Fondazione per “Un Mondo Libero dalla Droga”, sponsorizzata da Scientology, offre gratuitamente un piccolo opuscolo informativo di 31 pagine gratuito chiamato "La verità sulla marijuana" e un DVD con testimonianze di ex tossicodipendenti che raccontano le loro esperienze. Copie dell'opuscolo e del DVD vengono fornite gratuitamente a genitori, educatori, leader della comunità, pastori e sac (continua)

Il traffico di droga in Adriatico

Il traffico di droga in Adriatico
Dall’Albania all’Italia la droga viaggia in deltaplano, acquascooter e, di notte, persino con barchini senza pilota. Il Canale di Otranto sembra essere una delle principali rotte internazionali del traffico di droga. La geografia lo rende strategico: può essere attraversato in poche ore e collega un piccolo paese produttore (l’Albania) a un grande paese consumatore (L’Italia). Successivamente, dal nostro paese non è difficile smistarla in tutta Europa grazie agli scarsi controlli alle frontiere. Tutte l (continua)

Le droghe hanno distrutto le emozioni, e la vita, di Kurt Cobain

Le droghe hanno distrutto le emozioni, e la vita, di Kurt Cobain
Kurt Cobain, leader dei Nirvana, è stato un musicista che ha segnato la storia del rock la cui carriera è stata bruciata in brevissimo tempo a causa dell’abuso di stupefacenti. A Firenze si è appena chiusa una bellissima mostra dal titolo “Come as you are: Kurt Cobain and the Grunge Revolution”. Nelle stanze del Palazzo Medici Riccardi erano esposte molte foto, alcune molto belle, che ritraevano Kurt Cobain e i Nirvana nel loro periodo d’oro, i primi anni ’90. Il successo mondiale dei Nirvana fu bruscamente interrotto dalla tragica morte di Cobain, suicida. È imp (continua)