Home > Pubblica amministrazione > Misure di tutela anti Covid 19, Fp Cgil e Uilpa di Palermo scrivono ai presidenti di Tribunale e Corte d'Appello. “Il rientro del personale negli uffici avvenga in sicurezza: non ci sembra sia così”.

Misure di tutela anti Covid 19, Fp Cgil e Uilpa di Palermo scrivono ai presidenti di Tribunale e Corte d'Appello. “Il rientro del personale negli uffici avvenga in sicurezza: non ci sembra sia così”.

scritto da: Marianna La Barbera | segnala un abuso

Misure di tutela anti Covid 19, Fp Cgil e Uilpa di Palermo scrivono ai presidenti di Tribunale e Corte d'Appello. “Il rientro del personale negli uffici avvenga in sicurezza: non ci sembra sia così”.

Le due organizzazioni sindacali stigmatizzano l'assenza di interlocuzione e sottolineano la necessità di condividere le scelte relative alla salute del personale


 I casi di contagio da Coronavirus che riguardano in quest'ultimo periodo il personale giudiziario, ventiquattro unità del Pagliarelli e l'avvocato penalista asintomatico autodenunciatosi al Consiglio dell'Ordine di Palermo, stanno generando un forte allarme.

La Fp Cgil e la Uilpa di Palermo hanno scritto al presidente del Tribunale Alfredo Montalto e al presidente della Corte d'Appello Matteo Frasca e chiesto un incontro urgente per condividere percorsi di salvaguardia della salute e della sicurezza dei lavoratori della giustizia in città, nella delicata fase del rientro al lavoro dalle ferie.

Oggi – dichiarano Anna Maria Tirreno e Alfonso Farruggia, rispettivamente segretari della Fp Cgil e della Uilpa di Palermo - stiamo vivendo la cosiddetta fase 3, ovvero quella del rientro della gran parte del personale in servizio con la ripresa delle udienze".

 Durante il lockdown in Sicilia sono state adottate misure di sicurezza straordinarie tra le quali figurano l'uso massiccio dello smart working, la distribuzione di mascherine, le sanificazioni periodiche degli uffici giudiziari, la misurazione della temperatura al personale e i test sierologici ma tutto ciò è stato fatto in una condizione di scarso impatto dei casi di Covid 19 nell'isola, dimostratasi tra le regioni più immuni dai contagi”.

Oggi, superata l’estate, non è più così: l'aumento dei casi di Coronavirus, in particolare in provincia di Palermo, richiede un'attenzione maggiore. 

E, come denunciano Fp Cgil e Uilpa nelle loro lettere, "non sembra affatto che ciò sia stato fatto : non sono state recepite, finora, indicazioni particolari, né plexiglas divisori o altro, relative alla sicurezza in udienza del personale, al fine di evitare eventuali contagi". 

"Non c'è stata interlocuzione con il sindacato in merito - proseguono Tirreno e Farruggia - e non c’è stato nessun rapporto con il personale civile per concordare eventuali turni, tenendo conto dei disagi dei lavoratori, anche sotto il profilo familiare”.

“"Ripartire rientrando nella 'normalità', mal si concilia con i rischi che incombono concretamente – aggiungono i due esponenti sindacali  e noi abbiamo appreso di diversi casi di persone positive al Covid 19 quali il presidente delle sezioni penali, e l’avvocato, che si è autodenunciato, dimostrando alto senso civico, indicando al Consiglio dell’Ordine di Palermo gli uffici giudiziari ai quali aveva avuto accesso". 

"Questi episodi - proseguono - rendono importante l'informazione e la condivisione con il sindacato delle scelte che si intendono effettuare, nonché di quelle che sono state già messe in campo dalla presidenza della Corte”.

Fp Cgil e Uil Pa stigmatizzano, a questo proposito, la reazione del Tribunale, che ha consigliato al personale entrato in contatto con l’avvocato positivo al Covid 19 di fare test –tampone a 'proprie spese'. 

“Noi riteniamo invece che sia preciso compito dei capi degli uffici di occuparsi della salute e sicurezza dei lavoratori e che esse non possano ricadere nelle spese personali del singolo dipendente – continuano Anna Maria Tirreno e Alfonso Farruggia -  e che questi controlli devono fare capo al sistema sanitario nazionale che, attraverso le Asp, nei casi di rischio, organizza ed effettua i tamponi : è quindi precisa responsabilità di ogni capo degli uffici, provvedere in tal senso”.

Le due organizzazioni sindacali sollevano anche il tema della carenza di organico che riguarda il personale sia civile che penale, dovuta ai pensionamenti targati quota 100 e alla legge Fornero. 

“Il confronto con il sindacato, anche su questa tema – concludono  - è importante per trovare soluzioni condivise che conciliano entrambe le esigenze”. 

Anna Maria Tirreno | Alfonso Farruggia | Fp Cgil | Uilpa | Tribunale |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

SEA FAVIGNANA RICEVE IL CERTIFICATO D’ECCELLENZA

SEA FAVIGNANA RICEVE IL CERTIFICATO D’ECCELLENZA
Motivazione dell’assegnazione, “l’adozione di un sistema di gestione integrato per la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro, per l’ambiente e l’anti – corruzione” È il certificato di eccellenza che viene consegnato alle aziende che hanno creato una gestione operativa della propria attività integrando tre sistemi di controllo, in conformità alla ISO 14001, alla OHSAS 18001 e alla ISO 37001. Si tratta del "Merit Award", premio che è stato conferito alla Società Elettrica di Favignana dall’Ente di certificazione SGS, riconosciuto da Accredia e leader mond (continua)

GIUSTIZIA MINORILE, ARMANDO ALGOZZINO (UILPA POLIZIA PENITENZIARIA) DENUNCIA L’ASSENZA DI RELAZIONI SINDACALI E LA FRAMMENTARIETÀ NEI TERRITORI

GIUSTIZIA MINORILE, ARMANDO ALGOZZINO (UILPA POLIZIA PENITENZIARIA)  DENUNCIA L’ASSENZA DI RELAZIONI SINDACALI E  LA FRAMMENTARIETÀ NEI TERRITORI
Il segretario nazionale ha inviato una lettera ai vertici del DGMC e dell'EPE Toscana, Sicilia e Lombardia al centro dell’attenzione della Uil Pubblica Amministrazione Polizia Penitenziaria che, attraverso il segretario nazionale Armando Algozzino, denuncia “comportamenti inammissibili”. da parte dei dirigenti degli U.I.E.P.E (Uffici Interdistrettuali dell’Esecuzione Penale Esterna) e degli U.D.I.E.P.E (Uffici Distrettuali dell’Esecuzione Penale Esterna) . In una lette (continua)

SEA FAVIGNANA DONA UN CONTRIBUTO ALL' ISTITUTO COMPRENSIVO “ANTONINO RALLO” : SERVIRÀ PER RISTRUTTURARE ALCUNI LOCALI INAGIBILI

SEA FAVIGNANA DONA UN CONTRIBUTO ALL' ISTITUTO COMPRENSIVO “ANTONINO RALLO” : SERVIRÀ PER RISTRUTTURARE ALCUNI LOCALI INAGIBILI
La professoressa Guarino, vicario dell’Istituto, ha accolto positivamente anche la possibilità di realizzare, in futuro, iniziative volte all’orientamento e alla formazione di tanti ragazzi di Favignana intenzionati a intraprendere percorsi professionali alternativi alle attività del comparto turistico La scuola quale luogo ideale per sviluppare progetti, ampliare le prospettive e gli orizzonti anche attraverso l’approccio alle innumerevoli innovazioni tecnologiche disponibili, amiche del sapere e “alleate” nella costruzione del futuro.Un tema al quale la Società Elettrica di Favignana presta grande attenzione e che ha rappresentato il motivo principale dell’incontro svoltosi presso l’Istituto C (continua)

Tribunale di Palermo, un altro avvocato positivo al Covid 19. La UILPA chiede all’amministrazione di informare i dipendenti : “Chi ha avuto contatti con il professionista deve fare il test”

Tribunale di Palermo, un altro avvocato positivo al Covid 19. La UILPA chiede all’amministrazione di informare i dipendenti : “Chi ha avuto contatti con il professionista deve fare il test”
Il segretario generale Alfonso Farruggia chiede chiarimenti a tutela dei lavoratori   “Il 7 ottobre, un avvocato del quale non conosciamo le generalità, ha comunicato all’Ordine professionale di Palermo di essere risultato positivo al Covid 19, descrivendo nei minimi dettagli e con lodevole precisione gli uffici e le aule di udienza frequentate negli ultimi dieci giorni”: a comunicarlo è Alfonso Farruggia, segretario generale della Uil Pubblica Amministrazione Sici (continua)

RIPARTE LO STATO DI AGITAZIONE DEL PERSONALE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE, ANCHE IN SICILIA DIPENDENTI PRONTI ALLA MOBILITAZIONE

RIPARTE LO STATO DI AGITAZIONE DEL PERSONALE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE, ANCHE IN SICILIA DIPENDENTI PRONTI ALLA MOBILITAZIONE
Lo comunica, in una nota, il coordinatore regionale Uilpa Entrate Sicilia Raffaele Del Giudice Nei giorni 8, 12 e 14 ottobre i dipendenti dell'Agenzia delle Entrate sospenderanno l’uso di tutti gli strumenti personali quali hardware, linee internet e telefoni utilizzati nell’espletamento dell’attività lavorativa, come annunciato dalle sigle sindacali Fp Cgil, Cisl Fp, Uilpa, Confsal Unsa e Flp.“Anche in Sicilia – afferma il coordinatore regionale della Uil Pubblica Amministrazione Entrate&n (continua)