Home > Eventi e Fiere > La sanità italiana riunita: “Vaccinarsi è sicuro e mai come oggi, anti-influenzale e anti-pneumococco possono salvare tante vite umane!”

La sanità italiana riunita: “Vaccinarsi è sicuro e mai come oggi, anti-influenzale e anti-pneumococco possono salvare tante vite umane!”

scritto da: Motore sanita | segnala un abuso

Mercoledì 23 settembre 2020 – In epoca COVID-19, la vaccinazione anti-influenzale e quella anti-pneumococcica è importante che raggiunga alti livelli di copertura, in quanto, la prima, supporta il medico nella diagnosi differenziale tra influenza e COVID-19 evitando, soprattutto nelle persone ultra 60enni o con patologie croniche, una possibile confusione tra le due, la seconda evita una sovrapposizione da pneumococco in caso di infezione COVID-19. Per tracciare una linea comune su tutto il territorio nazionale, attività che implica non solo una programmazione negli acquisti delle dosi ma anche un accordo forte con la medicina generale e con le farmacie, OFFICINA di MOTORE SANITA’ ha organizzato il Webinar ‘FOCUS PREVENZIONE E VACCINI’, realizzato grazie al contributo incondizionato di PFIZER e che ha visto la partecipazione dei maggiori esperti italiani nel settore.


“Il primo banco di prova per la ripresa delle attività vaccinali sarà costituito dalla campagna per il vaccino antinfluenzale 2020-21. La Circolare ministeriale sulla prevenzione e il controllo dell’influenza quest’anno è stata emanata con anticipo, già nel mese di giugno. Poiché è probabile che influenza e COVID-19 circoleranno assieme questo inverno, occorrerà non soltanto difendere i soggetti più vulnerabili, ma anche procedere assai più precocemente e capillarmente con la vaccinazione di bambini e adolescenti, tradizionalmente grandi diffusori dei virus influenzali. In quest’ottica, quest’anno il Ministero ha ampliato la finestra temporale della campagna ad inizio ottobre, estendendo l’offerta gratuita del vaccino a tutti i soggetti di età compresa tra 60 e 64 anni (oltre agli over65), ed aggiungendo raccomandazioni anche per i bambini dai 6 mesi a 6 anni e per gli operatori sanitari. Nonostante nell’altro emisfero l’influenza ha avuto un’incidenza molto bassa bisogna fare uno sforzo per tenere la guardia alta”, ha spiegato Carlo Signorelli, professor of Hygiene, Director School of Public Health, University San Raffaele, Milan 

“Nella società attuale i costi sanitari incidono in modo importante sulle risorse economiche di una nazione e tali costi spesso sono dovuti alle cure e alla prosecuzione delle cure di cittadini affetti da patologie di cui sono responsabili l’ambiente, gli stili di vita, il patrimonio genetico ed altri fattori su cui non sempre si può intervenire. Nell’ambito delle malattie infettive un capitolo fondamentale è la prevenzione che ne evita la loro comparsa, possibile per alcune di esse con la vaccinazione. La prevenzione vaccinale mai come nel momento attuale di pandemia da covid-19 è diventata un caposaldo di benessere, tant’è che stiamo aspettando con grandi aspettative e nel minor tempo possibile il vaccino contro il coronavirus. Non dobbiamo dimenticarci, e spesso lo si è fatto o discusso, il ruolo della prevenzione vaccinale nelle altre patologie prevenibili con vaccino e a disposizione abbiamo un Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale che nella sua ultima versione (2017-2019) pone il nostro paese all’avanguardia nel mondo. Da più parti e per più tempo si ricorda come i vaccini siano secondi solo alla potabilizzazione delle acque in termini di riduzione della mortalità umana, e considerati il più efficace degli interventi in campo medico mai scoperti dall’uomo, giacché offrono una protezione individuale verso la malattia infettiva con diminuzione di morbilità e mortalità, intervengono nella protezione della collettività con la immunità di gregge che permette la riduzione della circolazione dei microrganismi patogeni e incidono sulle risorse economiche della comunità garantendo risparmi potenziali sui costi sociali della malattia infettiva. La cultura della vaccinazione e l’offerta di essa al cittadino in modo puntuale e ben organizzato fanno della prevenzione vaccinale un investimento certo nella società civile”, ha detto Fulvio Bonetti, MMG ATS Monza Brianza già Componente Tavolo Vaccini Regione Lombardia 

“In corso di pandemia, la prevenzione vaccinale di tipo attivo risulta essere di maggior importanza e le campagne vaccinali regionali devono essere programmate per tempo sia in termini di acquisto di dosi, sia in termini di distribuzione che di accordi con i medici di medicina generale che, grazie alla relazione stretta che hanno con i propri assistiti, possono essere forti promotori della campagna vaccinale ed aumentare le coperture vaccinali stesse sia per il vaccino antiinfluenzale che per quello anti pneumococco. Questo è di fondamentale importanza sempre, ma soprattutto in corso di una pandemia, quando i sintomi dell’influenza possono essere confusi con l’infezione di COVID-19 o, ancor peggio, l’influenza o la polmonite da pneumococco possono complicare l’infezione di COVID-19 stessa”, ha dichiarato Gabriella Levato, medico di medicina generale di Milano 

Il webinar è andato in onda sul sito internet www.mondosanita.it

Ufficio stampa Mondosanità

comunicazione@mondosanita.it

Francesca Romanin - Cell. 328 8257693    

Marco Biondi - Cell. 327 8920962


Fonte notizia: https://www.motoresanita.it/eventi/focus-prevenzione-e-vaccini-23-settembre-2020/


prevenzione | vaccini | webinar | officina motore sanità | mondosanità |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

'Focus Prevenzione e vaccini’ - 23 Settembre 2020, ORE 11


Il consorzio universitario per la ricerca economica applicata in sanita’ affida a Mediaticamente l’edizione del Rapporto Sanita’


Daniele Santucci, Presidente del CdA di AIPA Agenzia Italiana per le Pubbliche Amministrazioni


PREVENZIONE DELL'INFLUENZA CON OMEOPATIA E FITOTERAPIA


19 ottobre esce l'ultimo album di Danilo Amerio


Liberalizziamo le vaccinazioni rendendole il più possibile aperte


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

'I test sierologici per la diagnosi di Covid-19. Esperti a confronto' - 28 Ottobre 2020 - ORE 15

'I test sierologici per la diagnosi di Covid-19. Esperti a confronto' - 28 Ottobre 2020 - ORE 15
Il prossimo mercoledì 28 ottobre dalle ore 15 alle 17, si terrà il webinar ‘I TEST SIEROLOGICI PER LA DIAGNOSI DI COVID-19. ESPERTI A CONFRONTO’, organizzato da Mondosanità. I test sierologici sono utili per scopi di ricerca epidemiologica su campioni di popolazioni o sul singolo paziente per studiarne per esempio l’andamento anticorpale nel tempo, sono utili anche per identificare i potenziali donatori di siero terapeutico e come esame complementare al test molecolare. Nel futuro potranno servire per studiare, nelle popolazioni vaccinate, per quanto tempo queste sono (continua)

Teragnostica. Sfide di oggi e prospettive future - Lazio, 28 Ottobre 2020, ORE 11

Teragnostica. Sfide di oggi e prospettive future - Lazio, 28 Ottobre 2020, ORE 11
Il prossimo mercoledì 28 ottobre dalle ore 11 alle 13, si terrà il webinar ‘TERAGNOSTICA SFIDE DI OGGI E PROSPETTIVE FUTURE’, organizzato da MOTORE SANITÀ. Serie di appuntamenti regionali, nati con l’obiettivo di discutere con un approccio multidisciplinare dello stato dell’arte della teragnostica in Italia. In particolare ci si soffermerà sulle dinamiche che governano l’accesso da parte dei cittadini/pazienti a tali terapie innovative, le cui caratteristiche ne determinano un utilizzo appropriato e personalizzato in relazione alle caratteristiche de (continua)

Patologie reumatiche in Lombardia: “Per gli esperti è ora di creare una vera rete sul territorio per nuovi percorsi di cura”

Patologie reumatiche in Lombardia: “Per gli esperti è ora di creare una vera rete sul territorio per nuovi percorsi di cura”
Milano 27 ottobre 2020 – Implementare la telemedicina, abbattere le liste d’attesa, migliorare intesa ospedale-territorio, creare una rete reumatologica, con maggiore sinergia tra lo specialista, il farmacista ospedaliero e il MMG per garantire una migliore qualità di vita alle persone affette da artrite reumatoide. Per fare il punto sulla situazione in Lombardia, come già accaduto in Puglia, Veneto e Campania, con la RoadMap REUMARETE, si è svolto con gli esperti, il webinar ‘IL PAZIENTE REUMATOLOGICO LOMBARDO PERCORSI DI CURA POST COVID’, organizzato da Mondosanitàe con il contributo incondizionato di Bristol-Myers Squibb ed IT-MeD.“La valutazione dell’impatto della pandemia sui pazienti portatori (continua)

Salute mentale: “Troppi pazienti non presi in carico e ritardi diagnostici, indispensabile maggiore coordinamento a livello locale e più supporto economico alle famiglie disagiate” - Lazio, 27 Ottobre 2020

Salute mentale: “Troppi pazienti non presi in carico e ritardi diagnostici, indispensabile maggiore coordinamento a livello locale e più supporto economico alle famiglie disagiate” - Lazio, 27 Ottobre 2020
Roma, 27 ottobre 2020 - Per affrontare i problemi legati ai disturbi mentali, in particolare alla qualità dell’offerta di cura nei sevizi, analizzando i punti di forza e criticità e le azioni in corso a livello locale, Motore Sanità ha organizzato nel Lazio, con il contributo incondizionato di Angelini, il webinar “LA SALUTE MENTALE. FOCUS SULL’ASSISTENZA PSICHIATRICA E LA MISURAZIONE DEGLI ESITI ASSISTENZIALI”, terzo di tre di appuntamenti regionali. In Italia, i dati del rapporto sulla Salute Mentale del 2017 dicono che i pazienti psichiatrici assistiti dai servizi specialistici siano oltre 850mila; di cui 336mila entrati in contatto con i servizi per la prima volta; le persone di sesso femminile rappresentano il 54% dei casi; il 68% dei pazienti sono al di sopra dei 45 anni. La spesa complessiva è stata di 4 miliardi di euro, di cui l’a (continua)

'Il paziente reumatologico lombardo. Percorsi di cura post Covid' - 27 Ottobre 2020 - ORE 11

'Il paziente reumatologico lombardo. Percorsi di cura post Covid' - 27 Ottobre 2020 - ORE 11
Il prossimo martedì 27 ottobre dalle ore 11 alle 13, si terrà il webinar ‘IL PAZIENTE REUMATOLOGICO LOMBARDO. PERCORSI DI CURA POST COVID’, organizzato da Mondosanità. Le malattie reumatiche sono più di 150, alcune rare ma tutte sono in aumento ovunque, così pure la spesa sociale, pari allo 0,2% del Pil, e quella sanitaria, basti dire che solo i costi diretti ammontano allo 0,6% della spesa sanitaria totale. Per fare un punto della situazione sulla creazione di una futura Rete reumatologica e sul modello gestionale da applicare per l’implementazione delle terapi (continua)