Home > Cultura > L’Olanda, un centro di produzione e smistamento europeo della droga

L’Olanda, un centro di produzione e smistamento europeo della droga

scritto da: Gtrambusti | segnala un abuso

L’Olanda, un centro di produzione e smistamento europeo della droga

Quando si parla di traffico di droga in Europa, i Paesi Bassi sono tra le nazioni che si sentono nominare più di frequente.


La cronaca di questi giorni ci racconta di un’operazione delle squadre mobili di Napoli e Caserta che hanno sgominato una banda di trafficanti di cocaina, il traffico avveniva tra l’Olanda e la Campania. Ovviamente si tratta di traffico gestito dalle famiglie mafiose della zona.

C’è da chiedersi come mai la mafia vada a comprare la cocaina in Olanda piuttosto che direttamente dai produttori sudamericani. La risposta è che sono proprio i trafficanti internazionali, quelli che dal Sudamerica fanno arrivare la roba in Europa, che scelgono il porto di Rotterdam come destinazione preferita, si tratta di un giro di affari di 24 miliardi di euro all’anno.

Ma non è tutto. L’Olanda non è solo un punto di passaggio del traffico, ma è anche un grande produttore di droga: nelle regioni del Brabante e in Limburgo si producono Metamfetamina (il Crystal Meth di Breaking Bad…) ed Ecstasy, e innumerevoli sono le serre dove viene coltivata la cannabis.

Sarà un caso che proprio l’Olanda è stata la nazione battistrada per la legalizzazione delle droghe leggere, in particolar modo la cannabis, molti anni fa? A quanto pare, droga chiama droga. La commercializzazione della cannabis (sebbene non libera ma regolamentata) richiama tossicodipendenti da tutto il mondo che, mascherati da turisti, vanno ad Amsterdam per fumarsi spinelli e mangiare le torte alla “Maria”.

Ecco che tale turismo non si accontenta della sola marijuana… e il mercato risponde con una vasta offerta di altre sostanze, alcune prodotte in loco. Da qui al traffico internazionale il passo è breve, dovunque ci sia un’attività fiorente è naturale che l’imprenditore desideri espandere il business.

Tutto questo dovrebbe farci riflettere sull’opportunità di legalizzare la cannabis in Italia, e sulla urgente necessità di efficaci attività di informazione e prevenzione con i giovani. E ci sono delle associazioni che si stanno prendendo responsabilità di questa situazione.

“Un Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga e l’alcool non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o se ne promuova l’uso.

Le attività di “Un Mondo Libero dalla Droga” consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Scientology | Droga | Un mondo libero dalla droga | L Ron Hubbard | Olanda | cannabis | marijuana | cocaina |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Aeroporti di Roma: Fabrizio Palenzona "niente più bagagli smarriti con Net 6000"


Aliexpress e dogana: come comportarsi.


L’Olanda è uno dei maggiori produttori mondiali di droga


26 giugno 2020 - Giornata mondiale contro il consumo e il traffico illecito di droga


DOPO L’ECCELLENTE RISULTATO DELLA PRIMA EDIZIONE RITORNA AD ABANO TERME LA MOSTRA “DICO NO ALLA DROGA”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Le metanfetamine si cucinano nei laboratori clandestini

Le metanfetamine si cucinano nei laboratori clandestini
In Europa e in America esistono innumerevoli laboratori clandestini dove con relativa semplicità si possono produrre droghe devastanti: le metanfetamine. La grande diffusione delle metanfetamine non si limita ai tossicodipendenti sdentati che si incontrano per strada. Nei sobborghi delle città americane tali droghe si consumano anche nelle normali abitazioni, al posto della cocaina. Il recente aumento dei sequestri di metanfetamina, in particolare negli Stati Uniti del sud, ha rivelato enorme afflusso di droga dal Messico, al posto della polve (continua)

L'abuso di farmaci delle persone anziane

L'abuso di farmaci delle persone anziane
L'abuso di oppiacei da prescrizione negli anziani sta raggiungendo livelli senza precedenti e sta diventando un problema sociale. I tossicodipendenti non sono solo i giovani: gli ultra-sessantacinquenni, negli Stati Uniti, usano un terzo di tutti i farmaci che vengono prescritti. Le statistiche del 2013 parlano di quasi 3 milioni di anziani che hanno abusato (non usato, abusato!) di farmaci da prescrizione. Ossicodone, Idrocodone e Metadone sono i farmaci che vanno per la maggiore, e vengono rilevati in circa il 40% d (continua)

L'abuso dei farmaci da banco

L'abuso dei farmaci da banco
Anche i farmaci da banco, di libera vendita, possono essere abusati come stupefacenti. I genitori sono consapevoli della crescente epidemia di droga tra i ragazzi e si preoccupano di ciò che i loro figli fanno a scuola, con gli amici e alle feste. E rimangono sorpresi e scioccati quando scoprono che l'abuso di droghe può verificarsi proprio tra le mura di casa, e che i fornitori potrebbero essere proprio loro stessi. Gli adolescenti americani si rivolgono infatti sempre di più (continua)

Le continue mutazioni delle droghe sintetiche

Le continue mutazioni delle droghe sintetiche
I laboratori clandestini che producono le droghe sintetiche cambiano continuamente la loro formula per eludere i controlli e permetterne l’ampia diffusione. Sono vendute con nomi come "Ivory Wave" o "Vanilla Sky" e distribuite in confezioni dai colori vivaci. Fino a poco tempo fa le droghe sintetiche venivano vendute legalmente, il loro uso continua ad aumentare e gli effetti sono devastanti quanto tutte le altre droghe. I produttori hanno trovato modi per alterare le formule quanto basta per aggirare le normative sulle droghe. Ci sono così tan (continua)

L’abuso di Ossicodone in Canada

L’abuso di Ossicodone in Canada
Il farmaco OxyNeo sta causando una nuova ondata di abuso di ossicodone in Canada. Il brevetto della casa farmaceutica Purdue sull’Oxycontin (un potente antidolorifico) è recentemente scaduto, il che ha dato il via libera all'ossicodone generico il cui uso si sta ampiamente diffondendo. Nonostante questo, il Ministro della Sanità canadese Leona Aglukkag si è rifiutata di vietare l'oppioide. Il ministro ha dichiarato che non è dovere del ministero scegliere quali farmaci (continua)