Home > Sport > GIOVANI BIKERS SULLE ORME DI… FREUD. LA MTB IMPENNA SULL’ALPE CIMBRA

GIOVANI BIKERS SULLE ORME DI… FREUD. LA MTB IMPENNA SULL’ALPE CIMBRA

scritto da: Newspower | segnala un abuso

GIOVANI BIKERS SULLE ORME DI… FREUD. LA MTB IMPENNA SULL’ALPE CIMBRA

Finale di Coppa Italia Giovanile a Lavarone: freddo, un po’ di pioggia e un pizzico di sole L’aretino Bartolini “smuovendo le potenze dell’inferno” vince al fotofinish in impennata Un podio tutto altoatesino con Hanni, Pallweber e Auer Percorso bello, duro, per una nuova gara destinata a diventare una classica


“Se non riuscirò a piegare gli dei del cielo, smuoverò le potenze dell'inferno”... è solo una delle innumerevoli citazioni che ci ricordano Sigmund Freud, il quale adorava trascorrere le proprie vacanze nel magnifico territorio dell'Alpe Cimbra, sulle rive del Lago di Lavarone. 

Proprio in questa località è stato allestito dai dirigenti dello Sci Club Millegrobbe, in collaborazione con l'APT Alpe Cimbra e con il Comune di Lavarone e con il prezioso supporto dei tecnici della società ciclistica SSV Colle della Val Casies, il percorso di 3500 metri e 150 metri di dislivello per il terzo ed ultimo atto della Coppa Italia Giovanile Mtb XCO, a regalare punti doppi per la classifica finale. 

Frase celebre dello psicoanalista viennese che sarà “sicuramente” passata nella testa dei giovani atleti, che stamattina hanno visto una fastidiosa pioggia che ha reso fangoso, scivoloso e per l'appunto 'infernale' il fondo del tracciato, e che ha richiesto notevole impegno ai ragazzi in gara.

La manifestazione si è aperta sotto il diluvio delle ore 9 ed è proseguita fino al primo pomeriggio, con un netto miglioramento dal punto di vista meteorologico. Era una gara decisiva per l’assegnazione della Coppa Italia, andata, alla fine, alla Toscana davanti a Lombardia e Bolzano.

Primi a scendere in pista gli Esordienti 1° anno, con il lissonese Achille Pozzi a sferrare la stoccata decisiva nel corso dell'ultimo giro assicurandosi così la vittoria. Nell'ordine sono sfilati poi Mario Campana e Gabriele Canali. Gara sfortunata per Riccardo Da Rios che a conclusione del primo giro, mentre si trovava nel gruppo di testa, ha rotto la catena.

Negli Esordienti 2° anno è stato il veronese, neo campione italiano, Luca Fregata a battere in volata Hannes Bacher. Una gara di strategia per il veronese, che nell'ultimo giro ha atteso l'altoatesino salvando energie preziose per lo sprint finale. Al terzo posto si è classificato Nicholas Travella.

Poi la “mass start” femminile, che ha condensato tutte le quattro categorie presenti. Pronti, via, “in...bicicletta vince chi fugge” ed Anna Sinner fa subito il vuoto sul resto del gruppo delle Donne Esordienti 1° anno. I due giri di gara sono una passerella per l'altoatesina, che taglia il traguardo a braccia alzate precedendo la toscana in tricolore Elisa Ferri e la lombarda Cristina Trabucchi.

Ben altra musica quella suonata dalle Donne Esordienti 2° anno e Donne Allieve 1° anno, le quali hanno offerto due gare entusiasmanti e combattute fino all'ultimo. Tra le più 'giovani' è stata la lombarda Arianna Bianchi a conquistare la vittoria, nonostante nel primo giro sia stata coinvolta in un incidente. Alle sue spalle la toscana Elisa Lanfranchi e l'altoatesina Anna Auer a completare il podio. Tra le più 'esperte' invece l'atleta ligure Vittoria Rizzo, il cui nome in questo caso si è rivelato una garanzia, ha avuto ragione della campionessa italiana Valentina Corvi al termine di una sfida risolta allo sprint. Al terzo posto un'altra atleta ligure, Gaia Gasperini.

Podio tutto altoatesino nella categoria Donne Allieve 2° anno, con Alexandra Hanni che ha salutato il gruppo sin dal secondo giro ed è giunta al traguardo precedendo Jana Pallweber e Sophie Auer staccate rispettivamente di 1’19” e 2’20”.

Gara al cardiopalma quella degli Allievi 1° anno, con la sfida a tre che ha avuto per protagonisti Federico Bartolini, Carlo Bonetto ed Ettore Prà. Il fotofinish è risultato decisivo per decretare il vincitore. Il toscano Bartolini, “smuovendo le potenze dell'inferno” come citava Freud, e con un bel colpo di reni ha cetrato la vittoria per pochi centimetri davanti al piemontese Bonetto. Una vittoria discussa davanti alla foto con entrambi impennati. Dietro, a rafforzare l’azione dei due protagonisti, a 20”, il campione italiano Prà.

L’ultima gara di giornata è stata quella riservata agli Allievi 2° anno. È stato Nicolas Milesi con la sua scintillante maglia tricolore a dettare legge fin da subito. Una vittoria dopo quattro giri percorsi in assoluta solitudine, legittimando un’incredibile superiorità del bergamasco davanti ai due piemontesi Edoardo Renna e Marco Betteo.

La Coppa Italia XCO giunge così al termine, con la vittoria del comitato della Toscana capace di totalizzare ben 610 punti e che ha saputo sfruttare al massimo il round siciliano per scavare un solco incolmabile nella corsa al titolo. Al secondo posto il comitato Lombardia, che con i suoi 542 punti non riesce a bissare il successo ottenuto lo scorso anno, mentre sul gradino più basso del podio troviamo il comitato di Bolzano con 433 punti.

Un grande weekend di sport, quello vissuto sull’altopiano di Lavarone, nel bellissimo complesso turistico dell’Alpe Cimbra, valido inoltre come prova unica del Campionato provinciale di Trento, i cui titoli sono andati rispettivamente a Mark Kudiyev (ES1) e a Fabrizio Giacometti (ES2), con la presenza del consigliere provinciale del Comitato di Trento Cristian Vender per la consegna delle maglie.

È stato un bel fine settimana all’insegna della mountain bike, vissuto nei luoghi teatro della Grande Guerra, dove i giovani astri nascenti del mondo off-road si sono dati battaglia in rappresentanza dei propri comitati regionali e provinciali, pronti a ritornare il prossimo anno, parola di Alessandro Marchesi, coordinatore del Comitato Organizzatore. 

Altopiano di Lavarone ed Alpe Cimbra protagonisti nello sport a 360°...

Info: www.alpecimbra.it

Esordienti Men 1

1 Pozzi Achille Le Marmotte Loreto 00:40:14.879; 2 Campana Mario Ciclisti Valgandino 00:40:41.040; 3 Canali Gabriele Ciclisti Valgandino 00:41:11.913; 4 Ronzoni Daniele Angelo Gs Borgonuovo 00:41:26.889; 5 Hoellrigl Fabian Asv Kortsch Raiffeisen Sekt.Rad 00:42:06.622

Esordienti Men 2

1 Fregata Luca Focus Xc Italy Team 00:37:04.892; 2 Bacher Hannes Bike Team Gais Asv 00:37:06.889; 3 Travella Nicholas Gs Cicli Fiorin Asd 00:37:45.796; 4 Guercilena Marco Team Alba Orobia Bike Asd 00:38:14.406; 5 Bosio Tommaso G.S. Cicli Fiorin Cycling Team Asd 00:38:27.151 

Esordienti Women 1 

1 Sinner Anna Sunshine Racers Asv Nals 00:28:12.024; 2 Ferri Elisa Gs Olimpia Valdarnese 00:29:14.845; 3 Trabucchi Cristina Valdidentro Bike Team 00:30:59.349; 4 Comba Marika Rostese Giant 00:32:23.855; 5 Bee Miriana Xco Project 00:32:28.394

Esordienti Women 2

1 Bianchi Arianna Velo' Montirone 00:28:51.382; 2 Lanfranchi Elisa Ciclisti Valgandino 00:28:52.350; 3 Auer Anna A.S.V. St.Lorenzen Rad 00:29:17.528; 4 Plankensteiner Nina A.S.V. St.Lorenzen Rad 00:29:22.099; 5 Terzi Valeria Scuola Mtb San Paolo D'argon 00:30:16.137 

Allievi Men 1 

1 Bartolini Federico A.S.D. Team Siena Bike 00:47:32.061; 2 Bonetto Carlo Rostese Giant 00:47:32.066; 3 Pra' Ettore Hellas Monteforte 00:47:52.752; 4 Paccagnella Elian Asc Kardaun-Cardano 00:48:14.935; 5 Donati Davide A.S.D. Monticelli Bike 00:48:35.511; 

Allievi Men 2 

1 Milesi Nicolas Mtb Parre 00:44:47.428; 2 Renna Edoardo A.S.D. Team Bramati Piemonte 00:45:36.927; 3 Betteo Marco Racing Team Rive Rosse 00:46:34.101; 4 Bassignana Fabio A.S.D. Team Bramati Piemonte 00:46:45.879; 5 Cancedda Eros Mtb Increa Brugherio Asd 00:47:42.039 

Allievi Women 1 

1 Rizzo Vittoria Gs Termo La Spezia Asd 00:43:06.618; 2 Corvi Valentina Melavi' Tirano Bike A.S.D. 00:43:08.864; 3 Gasperini Gaia Ucla1991 00:45:32.837; 4 Turina Matilde Hellas Monteforte 00:45:40.668; 5 Demichelis Greta Racing Team Rive Rosse 00:45:58.592 

Allievi Women 2 

1 Hanni Alexandra A.S.V. St.Lorenzen Rad 00:42:15.091 54; 2 Pallweber Jana Sunshine Racers Asv Nals 00:43:34.370 51; 3 Auer Sophie A.S.V. St.Lorenzen Rad 00:44:35.117 52; 4 Radmueller Leni Marie Team Green Valley 00:44:45.912 61; 5 Pozzatti Elisa Focus Xc Italy Team 00:45:48.608 53 


Fonte notizia: http://www.newspower.it/CAMPITA_COPPAItalia_MTB_Lavarone.htm


newspower | mtb | mountain bike | bike | lavarone | alpe cimbra |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

100 KM DEI FORTI UN MESE AL VIA, ALPE CIMBRA DA VIVERE IN MOUNTAIN BIKE


ALPE CIMBRA A TUTTA MTB: DOMANI AL VIA IL 1000GROBBE BIKE CHALLENGE


SQUADRONE DI VOLONTARI PER LA 100 KM DEI FORTI. FORTI TUTTI DA PEDALARE E GODERE IN…3D


NOVITÁ SUGLI SCHERMI DELLA 100 KM DEI FORTI, BIKE MARATHON PROTAGONISTA DI UN REALITY


TRENTINO MTB PRESENTED BY CRANKBROTHERS, PAULISSEN E SOSNA PRIMI LEADER


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

MARCIALONGA: DI STORY… IN STORY. APERTURA ISCRIZIONI PER L’EVENTO CULT

 MARCIALONGA: DI STORY… IN STORY. APERTURA ISCRIZIONI PER L’EVENTO CULT
10 anni di Marcialonga Story, sabato 29 gennaio 2022, antipasto della Marcialonga Partenza dallo Stadio del Fondo di Lago di Tesero con arrivo a Predazzo Apertura ufficiale iscrizioni venerdì 29 ottobre Lo sci di fondo del presente e del passato nelle Valli di Fiemme e Fassa La Marcialonga è storia e tradizione dello sci di fondo, e non solo italiano. E di “Story” si parla ormai da 10 anni, con l’evento di una vigilia della Marcialonga delle Valli di Fiemme e di Fassa sempre vivace.Mancano poco più di tre mesi alla Marcialonga Story del 29 gennaio, che apre le iscrizioni per scrivere il decimo capitolo. La Marcialonga Story è nata nel 2013 come ‘limited edition’ per f (continua)

MARCIALONGA: SOGNO PER CAMPIONI E AMATORI. 70 KM DI PASSIONE IN VAL DI FASSA E IN VAL DI FIEMME

MARCIALONGA: SOGNO PER CAMPIONI E AMATORI. 70 KM DI PASSIONE IN VAL DI FASSA E IN VAL DI FIEMME
Pian piano si dispone l’attrezzatura per innevare i 70 km da Moena a Cavalese È la gara amata dai grandi campioni dello sci di fondo, con “ritorni” eccellenti Il 29 e 30 gennaio ce n’è per tutti i gusti con Light, Story, Baby, Mini, Young e Stars C’è ancora qualche posto, la corsa al pettorale sta per concludersi C’è un’equazione fissa che mette alla prova gli organizzatori della Marcialonga: basse temperature, produzione neve.È vero che il termometro in questo periodo fluttua su e giù dallo zero, è comunque tempo di spolverare i 26 ‘cannoni’ che gli uomini della mitica granfondo degli sci stretti, la cui 49.a edizione è in programma il 29 e 30 gennaio, hanno tolto dal magazzino. L’imperativo è iniziare la (continua)

FIVE HUNDRED, CINQ CENTS, FÜNFHUNDERT! MASSIMO IN 500 ALLA SGAMBEDA DI LIVIGNO

FIVE HUNDRED, CINQ CENTS, FÜNFHUNDERT! MASSIMO IN 500 ALLA SGAMBEDA DI LIVIGNO
Sono sempre di più gli iscritti alla prima gara di stagione del fondo Gli organizzatori livignaschi hanno stabilito il tetto massimo di 500 unità Da sabato 23 ci si potrà allenare sull’anello frutto dello snow farming La “superstar” Klaebo di nuovo a Livigno per la preparazione in altura della stagione Olimpica Da Pauli Siitonen, il finlandese che ha avuto l’intuito, a Bill Kock, l’americano che per primo sviluppò la nuova tecnica negli anni ‘70. Lo skating è una disciplina dello sci di fondo che piace, frizzante ed esplosiva.La prima opportunità di stagione di calzare gli sci stretti e fare a gara col cronometro in tecnica libera è la storica Sgambeda, che sabato 4 dicembre è pronta ad alzare il sipario (continua)

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone
Seconda giornata del weekend di skiroll a Trento Luca Curti attende e poi scappa. Sul podio Tanel e Masiero Mortagna accende i giochi, poi paga e vince Beri davanti a Becchis Spettacolo dei giovanissimi. Organizzazione di Trento Eventi Sport e Team Futura Il Monte Bondone, la montagna di Trento per antonomasia, è sempre stato banco di prova per ogni genere di “scalatore”. Dalle auto alle moto, dalle bici al running, ma anche autentica “bestia nera” per gli skirollisti.Oggi confronto serrato sui tornanti del Bondone lungo quella salita che, non a caso, porta il nome di Charly Gaul, il lussemburghese che nel 1956 in una giornata da tregenda qui vinse (continua)

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno
L’11 giugno 2022 quarta edizione della Dolomites Saslong Half Marathon Un percorso di 21 km e 900 m. di dislivello tra Val Gardena e Val di Fassa Iscrizioni online con Enternow, la quota base è di 50 euro 600 posti per un’occasione sportiva intorno al Gruppo del Sassolungo Alcuni atleti nella scorsa edizione di giugno, disputata comunque nonostante i disagi della pandemia, dicevano di non riuscire a concentrarsi in gara, tanto la vista li affascinava. C’è da crederci. Forse un po’ meno per Xavier Chevrier, favorito della vigilia, e Caterina Stenta, outsider vincente tra le donne, autori di una gara velocissima.E così dopo gli entusiasmi per il successo e i complimen (continua)