Home > News > I Ministri Volontari della Chiesa di Scientology puliscono il parco di Via Allori

I Ministri Volontari della Chiesa di Scientology puliscono il parco di Via Allori

scritto da: Gtrambusti | segnala un abuso

I Ministri Volontari della Chiesa di Scientology puliscono il parco di Via Allori

Il Parco di Via Allori, situato nel Quartiere 5 di Firenze, è stato ripulito dai Ministri Volontari della Chiesa di Scientology ieri mattina, domenica 27 settembre 2020.


Fin dalla fondazione del loro corpo, i Ministri Volontari della Chiesa di Scientology si sono presi l’impegno di mettersi al servizio delle loro comunità locali. A Firenze, i volontari hanno deciso di prendersi a cuore le sorti di un parco cittadino: si tratta dell’area verde che si affaccia su Via Allori, a Novoli, e che poi corre lungo la ferrovia.

I parchi cittadini sono spesso frequentati dalle fasce più fragili della società: anziani e bambini. Per questo è vitale che vengano mantenuti puliti e sani, troppo spesso si trovano rifiuti assai pericolosi e potenzialmente infetti.

La pulizia è stata effettuata da un grippo di Ministri Volontari di 22 persone provenienti da Lucca, Livorno, Borgo San Lorenzo e Firenze. I volontari di Scientology, armati di guanti, sacchi, pinze, rastrelli e scope i con le inconfondibili magliette gialle dei Ministri Volontari di Scientology, hanno pulito il parco di via Allori da cartacce, lattine e rifiuti vari come TV, bidoni, vecchi alberi di natale, cicche e tappi di bottiglie.

Con la loro attività i Ministri Volontari hanno contribuito a rendere il parco un’area più sana per la cittadinanza del quartiere e più vivibile in piena sicurezza. Questo lavoro è stato possibile grazie anche alla collaborazione del Quartiere 5, del Presidente della Commissione Ambiente e di Alia, che si è resa disponibile al ritiro dei sacchi con i rifiuti.

Molti dei passanti si sono fermati a ringraziare, e alcuni residenti del quartiere si sono uniti ai volontari per aiutare a pulire.

Ecco il background alla base del movimento dei Ministri Volontari: nel 1973, il Fondatore di Dianetics e Scientology L. Ron Hubbard, condusse una ricerca sociologica a New York e scoprì una società drammaticamente peggiore di quella che ricordava negli anni precedenti. Da tale ricerca previde la direzione presa dalla cultura: flagrante immoralità, violenza per il compiacimento personale. Era necessario trovare un modo di aiutare altri a vivere la propria vita e creare il proprio futuro. In risposta, L. Ron Hubbard tracciò i piani di un movimento popolare che potesse instillare di nuovo tali valori nella società fermandone in tal modo il declino: il programma dei Ministri Volontari di Scientology.

Da allora i Ministri volontari di Scientology sono attivi in molti paesi del Mondo e anche in Toscana.

Ufficio Affari Esterni

Chiesa di Scientology

Angela Bindi


Fonte notizia: https://www.ministrovolontario.it/


Scientology | Ministri Volontari | L Ron Hubbard | Firenze |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Una Nuova Chiesa di Scientology apre nel Cuore di Mosca


La Chiesa di Scientology di Melbourne : prima Chiesa ideale di Scientology sotto la Croce del Sud


2001-2011: Il Movimento dei Ministri Volontari 10 Anni di Aiuto Indiscriminato


CHIESA DI SCIENTOLOGY - CELEBRAZIONI DEL SETTANTESIMO ANNIVERSARIO DELLA DICHIARAZIONE UNIVERSALE


CHIESA DI SCIENTOLOGY - CELEBRAZIONI DEL SETTANTESIMO ANNIVERSARIO DELLA DICHIARAZIONE UNIVERSALE


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Negli stati USA dove la marijuana è legale, aumentano gli incidenti stradali

Negli stati USA dove la marijuana è legale, aumentano gli incidenti stradali
Non è una sorpresa, si trattava solo di avere pazienza e attendere le statistiche: negli Stati Uniti, dove la marijuana è ormai legale, c’è più sangue sulle strade. Gli incidenti sono aumentati fino al 6% in Colorado, Nevada, Oregon e Washington, rispetto agli stati confinanti che non hanno legalizzato la marijuana per uso ricreativo. È il risultato di una nuova ricerca di “Insurance Institute for Highway Safety” (IIHS) e “Highway Loss Data Institute” ( HLDI). Colorado, Washington, Oregon e Nevada hanno approvato l’uso ricreativo della marijuana ricrea (continua)

In Colorado prospera il traffico di droga illegale

In Colorado prospera il traffico di droga illegale
La legalizzazione ha ottenuto l’effetto opposto a quello sperato, la criminalità prospera e il traffico illegale è in aumento. All’inizio di ottobre 2020 un’operazione condotta dalla “Western Colorado Drug Task Force” ha messo in luce quello che è noto da tempo: la legalizzazione della marijuana ha fatto un gran favore al traffico illegale. Il motivo è semplice: attratti dalla facilità con cui si coltiva la droga legalmente in Colorado, le organizzazioni criminali si sono trasferite nello stato per produrre ed espo (continua)

La campagna per legalizzare le droghe pesanti è cominciata

La campagna per legalizzare le droghe pesanti è cominciata
Raggiunto in parte l’obbiettivo di legalizzare le “droghe leggere”, è già attiva e pressante la campagna per legalizzare gran parte delle “droghe pesanti” I furti esisteranno sempre, la lotta al furto è fallita, legalizziamo il furto. Chi mai sarebbe d’accordo con un’affermazione del genere? Eppure è ciò che viene da molti detto e propagandato per quanto riguarda la droga. Ecco, ad esempio, le affermazioni dell’analista politico Steve Rolles che scrive un articolo dal titolo “Un piano per legalizzare Cocaina, Ecstasy e Amfetamine” su politic (continua)

Informazione e prevenzione sulla droga, le attività di “Drug Free World”

Informazione e prevenzione sulla droga, le attività di “Drug Free World”
In Florida vene distribuito il materiale gratuito informativo sugli stupefacenti di “Un Mondo Libero dalla Droga” La Fondazione per “Un Mondo Libero dalla Droga”, sponsorizzata da Scientology, offre gratuitamente un piccolo opuscolo informativo di 31 pagine gratuito chiamato "La verità sulla marijuana" e un DVD con testimonianze di ex tossicodipendenti che raccontano le loro esperienze. Copie dell'opuscolo e del DVD vengono fornite gratuitamente a genitori, educatori, leader della comunità, pastori e sac (continua)

Il traffico di droga in Adriatico

Il traffico di droga in Adriatico
Dall’Albania all’Italia la droga viaggia in deltaplano, acquascooter e, di notte, persino con barchini senza pilota. Il Canale di Otranto sembra essere una delle principali rotte internazionali del traffico di droga. La geografia lo rende strategico: può essere attraversato in poche ore e collega un piccolo paese produttore (l’Albania) a un grande paese consumatore (L’Italia). Successivamente, dal nostro paese non è difficile smistarla in tutta Europa grazie agli scarsi controlli alle frontiere. Tutte l (continua)