Home > Musica > Gogaia è uscito il 25 settembre l’ep di esordio del progetto tra musica e sociale di Gaia Trussardi

Gogaia è uscito il 25 settembre l’ep di esordio del progetto tra musica e sociale di Gaia Trussardi

scritto da: Laltoparlante3 | segnala un abuso

Gogaia è uscito il 25 settembre l’ep di esordio del progetto tra musica e sociale di Gaia Trussardi


Un ampio disegno che ha l’obiettivo di promuovere l’integrazione attraverso il linguaggio universale della musica.

L’ep Gogaia è il primo progetto artistico di Gaia Trussardi che racconta una storia di integrazione in forma pop. Dopo la scrittura dei 5 pezzi, Gaia ha messo insieme un trio formato da lei e due artisti africani, Ezy Williams e Haruna Kuyateh, i quali partecipano e si integrano perfettamente nei brani con il loro stile, traducendosi in ballate dal gusto pop raffinato i cui ingredienti sono classicità, tradizione e beat contemporanei. 

Tutti i diritti editoriali dei brani andranno ai due musicisti.

I testi trattano temi esistenziali con un linguaggio piuttosto metaforico e astratto, sempre con un messaggio finale di speranza e positività. 

TRACK BY TRACK

Let it go - Una canzone pop contaminata trap. Il testo è un’esortazione a lasciar andare quello che ci inchioda al passato, con i suoi dolori e le delusioni, e le restrizioni che ci siamo costruiti nel tempo. Ed è proprio per la consapevolezza di questo tempo così relativo e soggettivo che dobbiamo imparare a lasciar andare, così da riuscire a cogliere le occasioni che si nascondono nel fluire del tempo reale.

Only You - Una canzone per un figlio. Un’esortazione a cercare la propria strada, a provarci senza paura con i propri mezzi: inventandosela e sentendo il mondo circostante con le proprie mani, in maniera istintiva, attraverso l’esperienza. 

Nel ritornello si enfatizza questo invito ad essere protagonista della propria esistenza attraverso due metafore che richiamano alla superstizione e al caso: la luna non porta fortuna e un mazzo di carte (da gioco) non sarà lo strumento per costruire il futuro. Ovvero, nulla di esterno determinerà la tua strada ma lo farai solo tu.

Lo special scritto da Ezy Williams cantato in stile reggae, è un insieme di versi che entrano in maniera appassionata ancora più in profondità, come una preghiera, nell’esortare un figlio a fare sempre il giusto, lavorare, inseguire la verità, essere artefice del proprio destino. 

La canzone mette al centro l’individuo e il suo libero arbitrio dando dei suggerimenti morali che possano essere un mezzo per realizzarsi ed essere felice. Ma infine, chi lo può fare, sei solo tu. Il singolo è accompagnato da un emozionante video in versione unplugged in studio dalle atmosfere intime e coinvolgenti: https://youtu.be/uEB1-DPnj2o.

Moving on - Una riflessione personale, una sorta di preghiera che racconta come ci si sente quando si è colti da una condizione di impotenza che ci mette di fronte ai nostri limiti di esseri umani. Parla del silenzio che si crea in una città avvolta da un pericolo. Un silenzio interminabile nel quale le anime acquisiscono consapevolezza ed è una sorpresa, una rivelazione, che inevitabilmente ci collega a Dio. La voce nell’inciso è dell’attore Adriano Giannini, marito di Gaia.

Love love - Questo brano, singolo apripista del progetto Gogaia, è una ballata di esortazione all’amore incondizionato come unica verità e possibilità di sopravvivenza felice. La matrice pop contemporanea si arricchisce di contaminazioni tribali e cori gospel prettamente africani, in un perfetto mix tra world music e dance. 

Big star - È un testo che si riferisce e si rivolge ad un amico immigrato di Gaia che ha dovuto lasciare la sua nazione e famiglia a causa di ingiustizie subite. Dopo torture e un viaggio per arrivare in Italia molto duro, ora qui, ha ancora molte difficoltà per ciò che ha lasciato indietro e i soprusi che vengono ancora inflitti alla sua famiglia. Gaia racconta di lui come una persona molto bella, un’anima moralmente pulita e sintonizzata al bene. La sua tristezza e malinconia, a volte desiderio di arrendersi, ha fatto scaturire questo brano che vuole motivarlo con gioia e leggerezza. 

Gogaia è un progetto che nasce per dare voce ad artisti di altre culture e per creare così, attraverso la musica, nuove opportunità di ascolto accessibili a tutti. La musica, da sempre passione di Gaia Trussardi, diventa quindi il mezzo a lei più affine da usare per veicolare il suo messaggio.

Il disco Gogaia fa parte infatti di un più ampio percorso che vede Gaia impegnata a promuovere l’integrazione, in special modo oggi con l’Africa. Contemporaneamente all’uscita dell’ep, a fine settembre partirà con una nuova società che agirà come incubatore di startup per immigrati, con l’intento di aiutarli e seguirli in tutte le fasi dei loro progetti, dal fondare la propria impresa fino al loro debutto e oltre.

La prima prova sarà con un marchio ideato da un camerunense, all’inizio solo come digital brand, costituito da una capsule collection di capi di origine iconografica africana, ma di gusto estremamente internazionale.

Gaia Trussardi si è laureata in Antropologia/Sociologia a Londra. Ha diviso la sua carriera tra moda e musica, portando avanti una viva passione per la multiculturalità che oggi la vede sempre più impegnata nel sociale. 

Instagram: @trussardigaia - Facebook: Gogaiamusic

musica | gogaia | gaiai trussardi | ep | pop |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Beatrice Trussardi: Fondazione Nicola Trussardi porta a Milano un’opera per riflettere sul periodo del lockdown


Migrazione: alla Triennale un incontro sul tema organizzato anche da Beatrice Trussardi


La Terra Inquieta: Beatrice Trussardi sulla mostra alla Fondazione Trussardi


“Un’esposizione necessaria”: così Beatrice Trussardi ha definito “La Terra inquieta”


Beatrice Trussardi scelta come curatrice della sezione Design+Art di Yoox


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Giusipre “Canzoni indigeste” è l’ep d’esordio della cantautrice

Giusipre  “Canzoni indigeste” è l’ep d’esordio della cantautrice
Un viaggio musicale caleidoscopico che va dal punk al post-punk, dal trip hop anni ’90 al pop contemporaneo, fra tematiche profonde e introspettive, da sempre vicine all’interesse dell’artista.“Canzoni indigeste”, titolo dell’Ep d’esordio di GiusiPre, riflette l’esigenza dell’autrice di fare i conti con argomenti e pensieri tutt’altro che piacevoli, per assimilarli, rielaborarli e finalmente ripar (continua)

Jack Jaselli "Ultimo addio" è on line il video del nuovo singolo

Jack Jaselli
E da oggi anche in radio il brano rock e nostalgico del cantautore milanese, entrato nel roster dell’etichetta INRI.Il video del nuovo singolo di Jack Jaselli “Ultimo addio” è da oggi on line, si tratta della sua prima uscita discografica pubblicata dall’etichetta INRI, distribuzione Artist First. « “Ultimo Addio” è una canzone diretta, potente e malinconica. Con Chiara Mirelli e Gi (continua)

Roberto Pezzini “Un ragazzo complicato”

Roberto Pezzini “Un ragazzo complicato”
In radio dal 22 ottobreL’omaggio del cantautore nel giorno in cui si ricorda la morte di Stefano Cucchi Una pagina buia della storia italiana di cui il 22 ottobre ricorre l’undicesimo anniversario “Un ragazzo complicato”, nuovo singolo del cantautore Roberto Pezzini, milanese d’origine e umbro d’azione, è una canzone che parla di errori e giudizi, spesso affrettati, altre volte crudeli. (continua)

Blu “E sogno è rimasto” in radio dal 9 ottobre il singolo d’esordio del giovane cantautore veronese dal timbro androgino

Blu “E sogno è rimasto” in radio dal 9 ottobre il singolo d’esordio del giovane cantautore veronese dal timbro androgino
La ballad autobiografica affronta con delicatezza i temi dell’amore e dell’accettazione della diversità, anticipando il filo conduttore del concept-album di prossima uscita. “E sogno è rimasto” è il primo inedito di Blu, giovane cantautore dall’ inconfondibile timbro androgino. Il brano racconta il sentimento fra due ragazzi, stroncato sul nascere dai pregiudizi della madre di uno di loro. Il (continua)

Area Sanremo 2020 resi noti i nomi della commissione artistica dell’unico concorso che dà accesso al 71° Festival di Sanremo

Area Sanremo 2020 resi noti i nomi della commissione artistica dell’unico concorso che dà accesso al 71° Festival di Sanremo
Nomi di profilo ed esperienza del mondo della musica: Vittorio De Scalzi, Gianmaurizio Foderaro, Rossana Casale, Erica Mou e G-Max.Sono nomi prestigiosi, quelli scelti per la commissione che quest’anno andrà a valutare i ragazzi che si iscriveranno all’unico concorso che porterà due artisti sul palco dell’Ariston.Vittorio De Scalzi, Presidente della Commissione, è uno dei compositori, autori e can (continua)