Home > Pubblica amministrazione > GIUSTIZIA MINORILE, ARMANDO ALGOZZINO (UILPA POLIZIA PENITENZIARIA) DENUNCIA L’ASSENZA DI RELAZIONI SINDACALI E LA FRAMMENTARIETÀ NEI TERRITORI

GIUSTIZIA MINORILE, ARMANDO ALGOZZINO (UILPA POLIZIA PENITENZIARIA) DENUNCIA L’ASSENZA DI RELAZIONI SINDACALI E LA FRAMMENTARIETÀ NEI TERRITORI

scritto da: Marianna La Barbera | segnala un abuso

GIUSTIZIA MINORILE, ARMANDO ALGOZZINO (UILPA POLIZIA PENITENZIARIA)  DENUNCIA L’ASSENZA DI RELAZIONI SINDACALI E  LA FRAMMENTARIETÀ NEI TERRITORI

Il segretario nazionale ha inviato una lettera ai vertici del DGMC e dell'EPE


Toscana, Sicilia e Lombardia al centro dell’attenzione della Uil Pubblica Amministrazione Polizia Penitenziaria che, attraverso il segretario nazionale Armando Algozzino, denuncia “comportamenti inammissibili”. da parte dei dirigenti degli U.I.E.P.E (Uffici Interdistrettuali dell’Esecuzione Penale Esterna) e degli U.D.I.E.P.E (Uffici Distrettuali dell’Esecuzione Penale Esterna) .

In una lettera trasmessa a Gemma Tuccillo e Vincenzo Starita, rispettivamente  capo del Dipartimento della Giustizia Minorile e di Comunità e  direttore generale del Personale, delle Risorse e per l’Attuazione dei Provvedimenti del Giudice Minorile dello stesso Dipartimento, e al direttore generale dell’Esecuzione Penale Esterna Lucia Castellano, l’esponente sindacale denuncia l’assenza di relazioni sindacali e il mancato rispetto del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro e dell’Accordo Quadro Nazionale della Polizia Penitenziaria “in considerazione del fatto – precisa il segretario – che, con un apposito decreto ministeriale del 2017, all’interno degli UEPE sono stati istituiti i Nuclei di Polizia Penitenziaria che dovrebbero lavorare direttamente con il magistrato di sorveglianza”.  

“L’assenza di concertazione – afferma Algozzino – su materie che afferiscono direttamente all’organizzazione del lavoro e alla sicurezza nei luoghi dove opera il personale è molto grave e si manifesta in buona parte del territorio nazionale, soprattutto in Sicilia, Toscana e Lombardia, come segnalano i dirigenti sindacali, sempre impegnanti nella ricerca del confronto con la dirigenza”.

In merito alla contrattazione, inoltre, il segretario sottolinea alcune anomalie da parte dei dirigenti : “alcuni di essi, nel difficilissimo periodo in corso a causa dell’emergenza sanitaria  – denuncia –hanno lavorato in piena autonomia a livello territoriale, senza alcun confronto con le parti sociali”.

“Davvero assurdo – spiega – che negli Uffici di Esecuzione Penale non vengano mai convocate le segreterie regionali o territoriali delle sigle per trattare argomenti che riguardano l’organizzazione del lavoro, e che vi siano dirigenti che considerano questa materia come esclusivo loro appannaggio: un atteggiamento che svela un pericoloso regresso nelle relazioni sindacali”.

 “Occorrono circolari ferree in tal senso da parte del Dipartimento – aggiunge – e se i dirigenti non sono in grado di svolgere il loro ruolo, devono essere sanzionati proprio come accade ai dipendenti e alla Polizia Penitenziaria con rilievi disciplinari ”.

In cima alle richieste della UILPA Polizia Penitenziaria, figura l’attivazione di un Ufficio dedicato alle Relazioni sindacali in seno al Dipartimento della Giustizia Minorile, che si occupi di tutto ciò che accade nel territorio: uno strumento di fondamentale importanza anche sotto il profilo dei pareri giuridici, che abbia un ruolo focale e non solo d’immagine.

 Il segretario, dunque, stigmatizza soprattutto l’assenza di rispetto ad oggi manifestata nei confronti  delle organizzazioni rappresentative dei lavoratori e di tutto il comparto da parte della Direzione Generale : comportamenti bollati nella lettera come “antisindacali e antidemocratici”, oltre che “unilaterali”.

Parole molto dure, alle quali fanno seguito alcune riflessioni del segretario in merito alla giustizia minorile “oggetto di una frammentarietà estrema nei territori con tutti i disagi e le disfunzionalità che tutto questo comporta”, che saranno oggetto di prossime iniziative per coinvolgere l’opinione pubblica anche attraverso i mezzi di informazione. 

Giustizia | Polizia Penitenziaria | UILPA | Armando Algozzino |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

CARCERE PETRUSA DI AGRIGENTO, ARMANDO ALGOZZINO (UILPA POLIZIA PENITENZIARIA) DENUNCIA L’INADEGUATEZZA DELLA STRUTTURA E I CARICHI DI LAVORO ECCESSIVI


Catania, Piazza Lanza : cinque aggressioni in un mese


CASA CIRCONDARIALE DI AGRIGENTO, ARMANDO ALGOZZINO (UILPA POLIZIA PENITENZIARIA) DENUNCIA IL MANCATO PAGAMENTO DELLE SPETTANZE DI SERVIZIO DI MISSIONE


Lettera aperta di Antonello De Pierro,il poliziotto giornalista aggredito dal boss Spada e punito paradossalmente dalla Polizia


CASA CIRCONDARIALE “BICOCCA”, PERSONALE IN STATO DI AGITAZIONE


Antonello De Pierro, parla il poliziotto giornalista aggredito dal boss Spada e sanzionato incredibilmente dalla Polizia


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

"THE GOLDEN AGE OF BURLESQUE": A PALERMO LA MOSTRA PITTORICA DI GIANCARLO RUBINO ISPIRATA ALL' OPERA MUSICALE E ALLA LIBERTÀ ESPRESSIVA DI MARILYN MANSON


L'evento, curato dalla social media event manager Daniela Martino, prevede anche un momento di approfondimento con l'artista, fissato per il prossimo 6 novembre. Un'intervista speciale per conoscerlo meglio Il linguaggio pittorico di Giancarlo Rubino è, in assoluto, tra i più affascinanti dell'attuale panorama contemporaneo delle arti figurative.Il giovane artista palermitano mescola suggestioni cromatiche e musicali, tra contemporaneità e atmosfere retrò, trasportando lo spettatore in luoghi distanti dal quotidiano e connotandosi per il tratto fermo e deciso che dà pieno risalto alla sic (continua)

MISILMERI, POMERIGGIO CULTURALE CON SARA FAVARÒ E ANIL. LIBRI E PITTURA ALLA BIBLIOTECA COMUNALE

MISILMERI, POMERIGGIO CULTURALE CON SARA FAVARÒ E ANIL. LIBRI E PITTURA  ALLA BIBLIOTECA COMUNALE
In programma la mostra "Il sé di ogni donna" e la presentazione dei libri "Che Dio stramaledica gli alleati" e "Il suicidato" Due donne dalla personalità intensa, accomunate dal talento nei rispettivi campi di appartenenza e dall'impegno culturale, declinato attraverso varie forme. Si tratta di Sara Favarò e Oliva Patanella, in arte Anil, che martedì 19 ottobre a Misilmeri, in provincia di Palermo, daranno vita a una kermesse che metterà insieme letteratura e arti figurative. L'appuntamento con le due artiste - entra (continua)

SEGESTA, RECITAL POETICO A CURA DELL'ACCADEMIA DI SICILIA E DEL MUSEO

SEGESTA, RECITAL POETICO A CURA DELL'ACCADEMIA DI SICILIA E DEL MUSEO
L'iniziativa,coordinata da Salvatore Mirabile - alla guida dell'omonimo Museo e presidente provinciale di Trapani dell'Accademia di Sicilia - vedrà la consegna di premi e riconoscimenti "Al Teatro di Segesta": è il titolo del recital poetico che si terrà sabato 16 ottobre a partire dalle 9:30.L'evento è organizzato e promosso in sinergia tra l’Accademia di Sicilia, che di recente ha tagliato il traguardo dei venticinque anni, e il Museo Mirabile di Marsala, in provincia di Trapani.Negli spazi del Parco Archeologico, che ha offerto il patrocinio gratuito all'iniziativa, poeti prov (continua)

Idee e progetti per ricostruire l'Italia, evento a Palermo a cura di Altroconsumo

Idee e progetti per ricostruire l'Italia, evento a Palermo a cura di Altroconsumo
Organizzato in col­la­bo­ra­zio­ne con l'UNIPA e la Fondazione GIMBE, l’incontro ospi­te­rà di­ver­si esper­ti che si confronteranno sul­l’im­pat­to del­la pan­de­mia Altroconsumo organizza e promuove a Palermo un nuovo evento per incontrare la gente e parlare di idee e pro­get­ti che possano contribuire a costruire un’ I­ta­lia più equa e so­ste­ni­bi­le. L’iniziativa si terrà venerdì 15 ottobre a partire dalle 16:30, nell’Aula Magna “Vincenzo Li Donni” dell’Edificio 13 dell’Università degli Studi di Palermo, in viale delle Scienze.Or­ga­niz­za­to dalla se (continua)

PALERMO, L' ACCADEMIA DI SICILIA FESTEGGIA IL VENTICINQUESIMO ANNO DI ATTIVITÀ

PALERMO, L' ACCADEMIA DI SICILIA FESTEGGIA IL VENTICINQUESIMO ANNO DI ATTIVITÀ
La manifestazione sarà dedicata al compianto presidente Tony Marotta L’Accademia di Sicilia  compie venticinque anni.Un anniversario importante, che sarà celebrato a Palermo sabato 9 ottobre alle 18:00, nella Sala De Seta ai Cantieri Culturali alla Zisa, in via Paolo Gili 4.Nella stessa occasione, sarà inaugurato il nuovo anno accademico nel quadro delle attività socio-culturali.Per espressa volontà della Presidenza e del Senato Accademico, la manifestazione s (continua)