Home > Altro > Trasporto su gomma: automazione, digitalizzazione e motori elettrici nel futuro prossimo del settore

Trasporto su gomma: automazione, digitalizzazione e motori elettrici nel futuro prossimo del settore

scritto da: Claudia Marchi | segnala un abuso


Il trasporto su gomma è la modalità principale per lo spostamento delle merci nel mondo. Si stima che il 70 per cento circa delle merci viaggia su gomma in Europa e negli Stati Uniti; questo numero sale al 75 per cento nel caso della Cina.

Tuttavia, all'orizzonte si prospetta una rivoluzione per tutte le imprese specializzate nell'autotrasporto: camion sempre più automatizzati, digitalizzazione, carenza crescente di camionisti e standard di emissione di gas di scarico sempre più severi promettono di sconvolgere il settore come mai è accaduto in precedenza.

Anche se l'autotrasporto è un anello indispensabile nella filiera del trasporto delle merci, molte aziende del settore lavorano ancora con processi inefficienti. Per esempio, il 20% dei viaggi con camion in Europa e negli Stati Uniti avviene senza carico - la quota sale al 40% in Cina. Il motivo? Non esiste un'adeguata connessione fra le spedizioni a carico parziale e il carico che deve essere movimentato. Tutto questo comporta costi più elevati e sprechi per gli imprenditori del trasporto su gomma.

Il settore dei trasporti è destinato a cambiare in modo radicale il che significa che questa trasformazione non avrà conseguenze solo sui camionisti; ne saranno coinvolti tutti i soggetti della filiera, a iniziare dagli spedizionieri, dai produttori di camion e dalle società di logistica.
Questa sfida è resa più ardua dalla natura assai frammentata del settore degli autotrasporti. Nel mondo, esistono solo poche grandi imprese specializzate nel settore, dotate di flotte di camion importanti; accanto a questi pochi operatori, esiste una miriade di piccole imprese, spesso anche a conduzione familiare. Cosa vuol dire tutto questo? Di fronte a cambiamenti così importanti, come quelli che si vedono spuntare all'orizzonte, le aziende più piccole sono quelle che più rischiano di non riuscire a stare al passo e, quindi, di soccombere.

Automazione

I progressi tecnologici offrono grandi opportunità agli operatori del settore, per ottenere una maggiore efficienza e costi operativi inferiori. Sono già in corso i test di camion (parzialmente) automatizzati: con queste novità, le tratte a lungo raggio potrebbero essere guidate da camion automatizzati e solo il primo e l'ultimo miglio sarebbero gestiti da veicoli tradizionali. Questo potrebbe ridurre i costi del chilometraggio fino al 40 per cento.

Motori elettrici

Vogliamo parlare delle restrizioni per le emissioni dei gas inquinanti? Su questo fronte, sia i costruttori affermati che alcune nuove aziende stanno lavorando sulla realizzazione di camion elettrici. Per i camion che viaggiano entro un raggio di 400 chilometri, le opzioni di guida elettrica saranno un'alternativa sostenibile, dal punto di vista economico, nonostante gli elevati costi del veicolo.

Oltre ai vantaggi in termini di costi, gli standard di emissione più severi, che comportano restrizioni locali sui veicoli diesel, sono i fattori chiave che hanno spinto la ricerca di soluzioni alternative per l'alimentazione degli autoarticolati.

Digitalizzazione

Ultimo punto, non meno importante, è la digitalizzazione crescente, fenomeno che andrà a vantaggio del settore soprattutto per ottenere una logistica più efficiente. Quanto più camion, magazzini, clienti e fornitori sono collegati fra loro, con processi digitalizzati e con il supporto dell'intelligenza artificiale, le inefficienze come il funzionamento a vuoto possono essere ridotte in modo significativo.
Si stima che tutte queste innovazioni tecnologiche potranno aiutare a ridurre i costi di gestione di una flotta di camion dal 25 al 40 per cento. In più, nasceranno nuovi modelli di business e si affacceranno nuovi soggetti nel mercato.

  Questo articolo è offerto da Fertrans, azienda specializzata nel trasporto acciaio piacenza.

autotrasporti |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Mobilità e Transizione ecologica: Un lungo percorso per rinnovare le infrastrutture, cambiare le abitudini e rimettere a posto le cose


Castrol lancia l'innovativo fluido per la gestione termica delle batterie degli EV


Castrol annuncia il lancio di Castrol ON, la gamma di fluidi per veicoli elettrici


Il Manifesto della digitalizzazione


Nuovi Trasporti Lombardi Via libera a progetto di joint venture tra ATB Mobilità Bergamo, Brescia Mobilità e FNM


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Le tecniche di smussatura per un lavoro impeccabile

La smussatura è una delle lavorazioni meccaniche che serve per preparare i metalli alla saldatura. Si tratta, in particolare di quell’operazione di preparazione degli angoli, che fornisce loro una particolare forma adatta ad accogliere al meglio il procedimento della saldatura.Gli strumenti da utilizzare Per effettuare questa lavorazione vengono utilizzate le smussatrici, ovvero macchine ideate per eseguire smussi o cianfrini per mezzo di frese. A influire sulla scelta di tale (continua)

Tutto sull’acciaio antiusura: caratteristiche e applicazioni

Scegliere la giusta lamiera antiusura è importante: incrementa la performance e la produttività di attrezzature e componenti. Le qualità degli acciai antiusuraAffidarsi all’utilizzo di acciai speciali permette di ottenere prodotti finiti in grado di far fronte a importanti sollecitazioni, riducendo eventuali problematiche da consumo. Questa tipologia di acciai speciali resiste infatti alle sollecitazioni dell’usura e degli sfregamenti con durezze decisamente superiori ai normali acciai da costruzione, anche in (continua)

Taglio delle lamiere: funzionamento e vantaggi del taglio al plasma

Una delle procedure più vantaggiose ed efficiente per tagliare con facilità qualunque tipo di lamiera è il taglio al plasma. Ma come funziona e perché conviene? Procedimento per effettuare il taglio Ossitaglio, taglio a getto d'acqua, plasma, laser sono solo alcune delle tecniche che possono essere impiegate per tagliare diversi tipi di lamiere. La tecnologia più diffusa nel mondo dell’industria e di cui ti parleremo oggi è quella del taglio al laser, un procedimento brevettato nel 1995 da Robert Gage per la Union Carbide.  Basandosi su (continua)

Lavorazione lamiera: partiamo dalle basi

La lavorazione della lamiera è un’attività siderurgica che si articola in tre fasi principali:• progettazione• taglio• lavorazioneLe tipologie di taglio principaliTra le numerose tipologie di taglio della lamiera possiamo distinguere:• ossitaglio• taglio al plasma• taglio al laserOssitaglioIl procedimento impiega la fiamma ossiacetilenica e permette di tagliare lamiere con spessori compresi tra gl (continua)

3 cosa da sapere sull’acciaio Strenx

3 cosa da sapere sull’acciaio Strenx
L’acciaio altoresistenziale Strenx è stato sviluppato da SSA con l’obiettivo di offrire prestazioni straordinarie in termini di resilienza e tenacità. Oggi ti presentiamo 3 punti che non puoi sottovalutare se stai considerando di utilizzarlo nelle tue lavorazioni siderurgiche. 1. Le caratteristiche principaliLe ottime caratteristiche dell’acciaio altoresistenziale Strenx provengono in gran parte dalle materie prime impiegate per la sua produzione. Il ferro prelevato dalla miniera LKAB è infatti particolarmente facile da ripulire, dando vita a un prodotto finito di qualità maggiore. Le lavorazioni successive che seguono collaborano a migliorare le caratteristi (continua)