Home > Primo Piano > Parla Mastella: "Il Covid è peggio del terrorismo, almeno allora tutti si unirono per sconfiggerlo"

Parla Mastella: "Il Covid è peggio del terrorismo, almeno allora tutti si unirono per sconfiggerlo"

scritto da: Davide La Cara | segnala un abuso

Parla Mastella:

“Oggi si litiga e si fa politica. E il virus ringrazia. I soldi del Mes avrebbero potuto cambiare la faccia a tanti ospedali fatiscenti. E piuttosto che rinunciarci, era meglio far cadere il Governo”


Clemente Mastella, non bastavano le Regioni. Ora ci si mettono anche i Comuni a contestare il Governo?

Volevano fare i furbi. Fortunatamente sembra che ci abbiano ripensato. Volevano interpretare la parte dei belli e buoni, riservando a noi quella dei brutti e cattivi. Per noi, facevano capire, può restare tutto aperto fino alle 24, ma voi, mi raccomando, a partire dalle 21, perlustrate piazze e piazzette e, laddove c’è movimento, chiudete bar, ristoranti, chioschi e chioschetti ed emettete il triplice fischio. La partita è finita. Tutti con la mascherina a casa. L’Anci ha protestato e ha fatto bene. La parola sindaco è sparita e il gravoso compito spetterà ai prefetti e alle forze di polizia. Come è giusto e naturale che sia. Quanto alle chiusure e ai divieti, mi faccia dire che qualcuno pensi anche a ristorare i ristoratori, perché settori, già in crisi di per sé, ora rischiano di chiudere, se ogni giorno si riducono la qualità e le possibilità dell’offerta. Fino a mezzanotte, tavoli distanziati, un massimo di 6 persone per ogni tavolo, la mascherina fino a quando la bocca è chiusa. Tutto giusto, ma la gente recepisce che c’è da aver paura e resta a casa. Anche io ho ridotto drasticamente i miei pranzi e le mie cene al ristorante. Quindi, ristoriamo questi poveri ristoratori con aiuti economici e fiscali.

I Comuni abbandonano, quindi, il fronte di guerra. Le Regioni, invece, restano in trincea e sembra che non gli stia bene niente?

Me lo faccia dire, faccio politica da una vita e ricordo perfettamente che di fronte alla minaccia del terrorismo non ci furono destra e sinistra, Dc e Pci. Seppero tutti far fronte comune e il terrorismo fu debellato. Il coronavirus è molto peggio del terrorismo. Ha fatto un’infinità di morti più di quelle imputabili al terrorismo. Oggi purtroppo non c’è quella unità d intenti. Oggi, se non la penso come te sul resto, non posso pensarla come te sulle misure da adottare contro il Covid. E così le Regioni attaccano il Governo spesso solo per motivi politici. Litighiamo, ci dividiamo, facciamo gli Orazi e i Curiazi, ma qui non ci sono Roma e Albalonga, ma un virus terribile, che approfitta delle divisioni del nemico per continuare a spadroneggiare.

Su che cosa non d’accordo con il Presidente del Consiglio?

Ho sentiti ieri la bocciatura del Mes, che definirei barocca per gli orpelli e gli elzeviri utilizzati. Accontenta i Cinquestelle, compiace la Destra, ma con quei soldi sa quante attrezzature si potevano fornire agli ospedali, magari a quelli fatiscenti di molte zone del Sud d’Italia. Mi dirà che su questo il Governo rischierebbe di cadere. Se è su questo, che cada pure. Non è tempo di proclami politici. La guerra contro il Covid non li consente. E non può attendere.

Antonello Sette



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

IL GROTTESCO TRA ARTE E DESIGN


ATLETICANOTIZIE:Risultati Fidenza Memorial Pratizzoli, in evidenza Desola Oki che batte il record di Veronica Borsi negli 80 ostacoli


Spoleto e Benevento si confrontano sulla storia e sull’attualità della Cultura


GO un libro per l'innovazione


Valentina Gullace – La mia stanza segreta: fuori il disco d’esordio della cantautrice e musical performer


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Turismo: per World Travel Award in Sardegna il "Miglior eco resort del mondo"

Turismo: per World Travel Award in Sardegna il
Per il secondo anno consecutivo l'Arbatax Park Resort, la struttura ricettiva sarda di proprietà del Gruppo Mazzella, porta a casa l'ambito e prestigioso riconoscimento internazionale che i World Travel Awards - gli Oscar del turismo - assegnano alla migliore realtà Eco Sostenibile del settore turistico mondiale: la struttura italiana si posiziona infatti come 1° classificato nella categoria World (continua)

Se per lo Stato italiano la vita umana vale solo venticinquemila euro

Se per lo Stato italiano la vita umana vale solo venticinquemila euro
​Intervista con Giancarlo Lima, difensore delle vittime di atti violenti: "Non avrò pace fino a quando Filomena Di Gennaro non otterrà giustizia” Avvocato, lo studio legale Lima Zega e Partners si occupa di successioni, diritto di famiglia, consulenze immobiliari e molto altro. Tutte cose importanti, ma le chiedo di quello che più mi interessa, della sua attività, a tutela delle vittime della violenza. Per lei è diventata quasi una missione?Non sopporto le ingiustizie. Fa parte del mio Dna. Mi sono imbattuto in un mondo poco conosciuto (continua)

Violenza donne, Bilotta e Di Gosta: "Casi aumentati durante la pandemia"

Violenza donne, Bilotta e Di Gosta:
"I numeri relativi alla violenza sulle donne non accennano a diminuire ma anzi sono aumentati durante la pandemia. La maggior parte di essi purtroppo avviene tra le mura domestiche da chi ci 'ama'.  È una piaga che si risolverà soltanto quando nella coscienza pubblica la violenza sarà definitivamente ripudiata. Oggi è la giornata nazionale contro la violenza sulle donne, argomento delicato e (continua)

Un disco contro la violenza sulle donne

Un disco contro la violenza sulle donne
Uno studio recente conferma il potere salvifico degli animali da compagnia: accarezzarli toglie lo stress, rilassa,funziona da terapia benefica e regolarizza il battito cardiaco. Per una donna come Ana Bettz (al secolo Anna Bettozzi), cantante e imprenditrice di origine sarda, vedova del petroliere Sergio Di Cesare, un impero ereditato e un talento da rockstar cucito addosso, perenn (continua)

Black and White - Ana Bettz e il cucciolo dell'imperatore

Black and White - Ana Bettz e il cucciolo dell'imperatore
Per Ana Bettz Black and White non è solo il titolo di una delle sue canzoni più famose, ma un vero e proprio stile di vita. La supersexy e bellissima star internazionale ha nei giorni scorsi aperto le porte della sua sforzosa villa romana sull'Appia Antica a un nuovo membro della famiglia: una piccolissima japan chin, una razza molto antica che dalla corte dell'imperatore giapponese arrivò in (continua)