Home > Arte e restauro > Il naturalismo estemporaneo pittorico di Davide Romanò

Il naturalismo estemporaneo pittorico di Davide Romanò

scritto da: Elenagolliniartblogger | segnala un abuso

Il naturalismo estemporaneo pittorico di Davide Romanò


Nel variegato e versatile discorso degli artisti sull'arte attraverso un linguaggio formale-estetico e sostanziale, il Novecento ha rappresentato un secolo nel quale si è privilegiato l'uomo e la sua raffigurazione e interpretazione, mentre la natura è riaffiorata come tema dominante soltanto in seguito e successivamente. Nelle tradizioni veristiche, naturalistiche e figurative, dietro la ricerca artistica e l'elaborazione dei linguaggi non poteva non esserci il tentativo di dare forma all'alterità che è in noi e che si riflette e si rispecchia nella natura intesa anche come habitat e contesto circostante in cui viviamo e abitiamo. Definire la posizione dell'uomo e dei suoi artifici è del resto un modo per collocarla anche nella natura, ossia nella dimensione del reale e della realtà. “La natura è parti senza un tutto” dichiarava lo scrittore portoghese Pessoa. Sulla scia di queste riflessioni si può analizzare l'arte pittorica di Davide Romanò, anche partendo dalla sua inedita e inconsueta visione naturalistica estemporanea, che fuoriesce e si distacca dalle concezioni più tradizionaliste e si spinge verso un territorio autonomo composto e costituito da un progetto, che prevede la ridefinizione dello spazio e della prospettiva spaziale attraverso e partendo proprio dalla sua stessa fisicità, dal suo essere nel qui e ora del gesto e dell'atto creativo e proiettando dentro alle immagini una propria peculiare visione, che determina la formulazione di una nuova e innovativa mitologia naturalistica, frutto e derivazione della reinvenzione del rapporto tra l'immaginario personale e una possibilità di registrazione, di documentazione e di comunicazione oggettivante. Questo processo così strutturato risulta molto qualificante e contraddistingue l'azione vibrante ed energica di Romanò. In questa proiezione l'opera si stacca dalla dimensione seriale e standardizzata, diventa affrancata e indipendente, si distacca dai cliché imposti e forzati, acquista una natura genetica connotativa e inizia la sua avventura esistenziale, proponendosi come eternamente contemporanea, pronta anche allo scorrere degli anni e al trascorrere del tempo. L'opera non si fossilizza e non si cristallizza, ma è destinata a una concatenazione evolutiva sempre aperta. Grazia Marchianò ha scritto saggiamente e con lungimiranza di pensiero “Non è l'uomo misura del Creato e culmine della scala dei viventi, ma è la Natura nel complesso a essere misura a se stessa, modello di un risveglio che per l'uomo invece è conquistato a fatica”. Ecco come Romanò nella sua pittura cerca proprio di recuperare e di rivalutare una propria dimensione naturalistica e di compiere quei passaggi per arrivare ad un risveglio pieno e completo, che corrisponde ad un progresso e ad un avanzamento mentale effettivo e a un'evoluzione esistenziale autentica.


Fonte notizia: http://www.elenagolliniartblogger.com/davide-romano/


Davide romanò | romanò | artista | artisti | italiano | italia | pittore | pittura | quadri | arte | quadro | opera | opere | cantù | como | lombardia | elena gollini | gollini | art | artist | blog | art blog | news | news arte | artworks |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

19 ottobre esce l'ultimo album di Danilo Amerio


Esce il nuovo video di Davide Di Rosolini


DAVIDE BUZZI “NON ASCOLTARE IN CASO D'INCENDIO” È IL PRIMO EPISODIO DELLA TRILOGIA DISCOGRAFICA DEL CANTAUTORE SVIZZERO ITALIANO


Il punto di vista di Davide Serra sulla situazione economica in Cina


L’Avvocato Davide Apollo, fondatore dello Studio Legale Apollo & Associati, segue la prima transazione italiana di KKR nel Real Estate


Intervista a Davide Serra, CEO del Fondo Algebris e speaker all’evento FinTechStage di Milano


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Gianluigi Zeni porta in mostra online il suo “sguardo oltre”

Gianluigi Zeni porta in mostra online il suo “sguardo oltre”
Gianluigi Zeni ha esposto sulla piattaforma di mostre online a cura della Dott.ssa Elena Gollini le sue pregevoli opere scultoree che ne fanno emergere appieno la padronanza strumentale e le risorse variegate scaturite dalla fantasia incalzante e dall'estro creativo innato. La mostra è stata designata con un titolo, che riassume e sintetizza perfettamente l'intento artistico a monte persegui (continua)

Daniel Mannini: una pittura all'insegna del movimento dinamico

Daniel Mannini: una pittura all'insegna del movimento dinamico
La pittura astratto-informale di Daniel Mannini è senza dubbio meritevole di attenzione e di considerazione, in quanto l'artista-pittore sta portando avanti con acclarato impegno e dedizione il suo percorso e sta compiendo dei passaggi importanti cruciali e nevralgici nella sua formazione evolutiva avvalorante di crescita progressiva. In particolare, la Dott.ssa Elena Gollini che apprezza le (continua)

Paola Ruzzini pubblica il nuovo libro “Al di là del mare”

Paola Ruzzini pubblica il nuovo libro “Al di là del mare”
È stato pubblicato di recente il nuovo libro di Paola Ruzzini con un titolo davvero emblematico “Al di là del mare” che già di per sé suscita grande interesse e curiosità per il coacervo dei significati plurimi, che racchiude, tutti da scoprire e da svelare addentrandosi nella stimolante e coinvolgente lettura. La Dott.ssa Elena Gollini che apprezza le virtuose doti creative di Paola associa (continua)

È online la mostra di Daniele De Ritis intitolata “Rivelazioni poetiche”

È online la mostra di Daniele De Ritis intitolata “Rivelazioni poetiche”
L'artista figurativo Daniele De Ritis è stato selezionato per entrare nella piattaforma di mostre online curate dalla Dott.ssa Elena Gollini. Per l'occasione speciale ha scelto di esporre in mostra 20 opere, che possiedono quella speciale allure rivelatoria poetica che ne contraddistingue lo spessore e e la caratura e le qualifica come meritevoli di pregevolezza a livello sia formale sia sos (continua)

Il fervore creativo concettuale di Davide Romanò

Il fervore creativo concettuale di Davide Romanò
Per l'arte pittorica di Davide Romanò si giustifica la percezione in ordine all'attualità del suo intendimento come arte concettuale. Vi è infatti, nell'insieme del lavoro artistico di ricerca di Romanò una concezione poetica, che collega e congiunge costantemente ogni frammento e spezzone scenico compositivo, che scandisce il tempo del singolo ciclo pittorico con quelli precedenti e con que (continua)