Home > Libri > “L’archivio della coscienza”, il nuovo thriller di Benedetto Scampone

“L’archivio della coscienza”, il nuovo thriller di Benedetto Scampone

scritto da: IlTaccuino | segnala un abuso

“L’archivio della coscienza”, il nuovo thriller di Benedetto Scampone

Un romanzo coinvolgente che mette in scena una vicenda sanguinosa legata a un oscuro passato; una storia di disperata vendetta, di colpe mai espiate e di segreti inconfessabili, chiusi a doppia mandata nell’archivio della coscienza.


Il Taccuino Ufficio Stampa

Presenta

 

“L’archivio della coscienza” di Benedetto Scampone

Lo scrittore romano Benedetto Scampone presenta “L’archivio della coscienza”, un thriller ad alta tensione in cui si raccontano le indagini per catturare il primo serial killer della storia di Roma, e in cui si riflette sui tortuosi percorsi della mente di un assassino. Un romanzo coinvolgente che mette in scena una vicenda sanguinosa legata a un oscuro passato; una storia di disperata vendetta, di colpe mai espiate e di segreti inconfessabili, chiusi a doppia mandata nell’archivio della coscienza.

 

Titolo: L’archivio della coscienza

Autore: Benedetto Scampone

Genere: Thriller

Casa Editrice: Gruppo Albatros Il Filo

Collana: Nuove Voci - Tracce

Pagine: 448

Prezzo: 18,50 €

Codice ISBN: 978-88-306-09-983

 

«Il quadro nella sua testa iniziava a prendere forma, come se tutto a un tratto i tasselli dell’intero puzzle si fossero composti da soli. Era tutto davanti ai suoi occhi: la stanza, il sangue, Lei e Lui. Tutto memorizzato, salvato nell’archivio della sua coscienza […]».

 

L’archivio della coscienza di Benedetto Scampone è un thriller intrigante ambientato nelle strade della Città Eterna, sporcate da una serie di omicidi simbolici che sconvolgono e atterriscono la popolazione. Nell’incipit del romanzo si presenta una cruenta scena del crimine: un uomo sta contemplando l’orrore che ha causato; perso nelle sue febbrili elucubrazioni e con le mani imbrattate di sangue, afferma di non far più parte del mondo, e di aver attuato la prima fase della sua missione di vendetta. L’autore riserva al killer dei capitoli brevi e incisivi, introdotti da citazioni che vanno lentamente ad arricchire la personalità dell’oscura figura. In questi tragici inserti costruisce non solo il presente ma anche il passato dell’omicida, indagando le motivazioni che lo spingono ad agire con tanta violenza. E così avviene anche per i tre protagonisti di questa affascinante storia, i cui destini vanno ad intrecciarsi profondamente, e il cui travagliato passato viene rivelato poco alla volta mostrando coincidenze inaspettate. Michele Pisano è il comandante della sezione Anticrimine della Polizia romana: un uomo burbero che ne ha viste tante, totalmente devoto al proprio lavoro anche se la sua professione sta diventando un peso sempre più insopportabile. La Dottoressa Maela Mannini è un’anatomopatologa intuitiva e sensibile, una donna estremamente forte, che si destreggia in un mondo maschile e maschilista. Alessandro Scantini, il personaggio più intenso di questa storia, è un criminologo specializzato in delitti seriali e in profiling; un professionista brillante, con un passato nell’FBI e un presente autodistruttivo: “Era un uomo erudito che aveva passato quasi tutta la vita a studiare gli altri senza preoccuparsi di sé. Completamente solo, affrontava i giorni combattendo coi fantasmi che albergavano nella sua mente”. Benedetto Scampone ci offre il ritratto di tre personaggi profondamente umani, dipinti con pennellate cariche dei colori della vita; ci permette di entrare nei loro archivi della coscienza e di conoscere anche i loro segreti più inconfessabili, mostrando sfaccettature del loro carattere assolutamente inimmaginabili. Nelle loro indagini scandite in apertura di capitolo dai giorni e dagli orari in cui si svolgono - tanto da avere l’impressione di essere in un film d’azione per la carica di tensione che tale espediente veicola - si entra in un mondo di violenza e di cieca vendetta dove le vittime del serial killer sono messe in posa come le donne dei quadri di Vincent Van Gogh, e le loro bocche vengono incollate per preservare dei messaggi criptici scritti in latino sulla pagina di un libro. Un enigma che aprirà più di un vaso di pandora e che costringerà i protagonisti ad affrontare i loro errori e le loro sofferenze; una frenetica corsa contro il tempo per salvare il vero e sconvolgente obiettivo del folle mostro.

 

SINOSSI. Cos'è la coscienza se non il luogo dove memorizziamo quei momenti che ci hanno segnato o cambiato? Sono quelle situazioni che decidiamo di mettere da parte, di nascondere, di archiviare per non doverle più affrontare, poiché il solo pensiero di farlo ci distrugge. Spesso però, arriva il tempo in cui ognuno di noi deve farci i conti. È stato così per la Dottoressa Maela Mannini, anatomopatologa forense della questura di Roma, per il comandante Michele Pisano, capo della sezione Omicidi della Polizia romana e per il dottor Alessandro Scantini, ex agente dell'FBI ed esperto del comportamento umano. Tre destini apparentemente diversi, tre background diametralmente opposti che si incontrano e si intersecano durante un'indagine, dalla quale emergeranno sconcertanti episodi legati al loro passato, ma che delineeranno la strada per catturare il primo serial killer della storia di Roma.

 

L’AUTORE È DISPONIBILE A RILASCIARE INTERVISTE

Per richiedere e/o prenotare intervista

iltaccuinoufficiostampa@gmail.com

 

BIOGRAFIA.Benedetto Scampone (Roma, 1979) ha lavorato a lungo nell’ambito amministrativo rivestendo ruoli manageriali, fino ad approdare, circa cinque anni fa, nel mondo del Ministero della Pubblica Istruzione. Trasferitosi a Bracciano, una cittadina lacustre con paesaggi ameni e pittoreschi, ha trovato la giusta ispirazione per scrivere la sua prima opera, il thriller “L’archivio della coscienza” (Gruppo Albatros Il Filo, 2019).

 

 

Contatti

https://www.instagram.com/benedettoscampone/

https://it-it.facebook.com/people/Benedetto-Scampone/100005089960409

 

Link di vendita

https://www.gruppoalbatros.com/prodotti/larchivio-della-coscienza-benedetto-scampone/

https://www.amazon.it/Larchivio-della-coscienza-Benedetto-Scampone/dp/8830609986

https://www.barnesandnoble.com/w/larchivio-della-coscienza-benedetto-scampone/1136278671

 

 

 

 

 

IL TACCUINO UFFICIO STAMPA

Via Silvagni 29 - 401387 Bologna - Phone: +393396038451

Sito: https://iltaccuinoufficiostampa.com/

Mail: iltaccuinoufficiostampa@gmail.com

 

L’archivio della coscienza | Benedetto Scampone | thriller | Gruppo Albatros Il Filo | scrittore | libri | serial killer | Roma | indagini | Van Gogh | latino | criminologia | colpe del passato | Il Taccuino ufficio stampa | ufficio stampa |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

ARCHITETTURA FRANCESCANA A LODI: IL TEMPIO DI SAN FRANCESCO


Lo scrittore Mauro Mogliani presenta il thriller psicologico Cerco te


Intervista di Alessia Mocci a Beppe Quintini ed al suo Voci soffocate, Watson Edizioni


GIOVANNI COVA & C. DEDICA IL PANETTONE ALLE DONNE DELL’OPERA LIRICA


Simonetta Tavanti - Regista e donna . Una grande carriera


Alessandro Sola presenta il thriller “Il colore dell’inganno”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Domenico Scialla presenta il romanzo “Camminando verso l’oceano”

Domenico Scialla presenta il romanzo “Camminando verso l’oceano”
Il romanzo è disponibile anche in audiolibro, prodotto da Il Narratore Audiolibri, narrato dalla voce di Massimo D’Onofrio e presente anche nelle piattaforme streaming Audible e Storytel, ed è inoltre stato tradotto in inglese, spagnolo, francese e russo. Il Taccuino Ufficio Stampa Presenta Camminando verso l’oceano di Domenico SciallaDomenico Scialla presenta “Camminando verso l’oceano”, un emozionante romanzo, distribuito da StreetLib, che si muove abilmente sul sottile confine tra realtà e illusione, e in cui si chiede al lettore di partecipare ai suoi misteri e di trovare la propria verità. L’autore ci accompagna nelle vite di due (continua)

Franco Corti ed Enrico Cirone presentano “Predatori della banca perduta. Autopsia del sistema finanziario italiano e globale”

Franco Corti ed Enrico Cirone presentano “Predatori della banca perduta. Autopsia del sistema finanziario italiano e globale”
Corti, supportato dalla penna puntuale di Enrico Cirone, ci apre lo sguardo su un universo che per troppo tempo è stato considerato ricolmo di solide certezze ma che, invece, è pieno di crude, spiacevoli sorprese. Una brutta storia vera, raccontata seguendo il sentiero tracciato dai fatti, unico percorso che porta alla verità, con un finale ancora del tutto aperto. Il Taccuino Ufficio Stampa Presenta Predatori della banca perduta. Autopsia del sistema finanziario italiano e globale di Franco Corti ed Enrico Cirone Gli autori Franco Corti ed Enrico Cirone presentano l’opera “Predatori della banca perduta. Autopsia del sistema finanziario italiano e globale”, una storia vera che racconta la fame di giustizia che l’ha animata, e che ha permesso l’a (continua)

Maurizio Falghera presenta l’opera “Verso un vicolo cieco evolutivo. Gregory Bateson l’aveva capito”

Maurizio Falghera presenta l’opera “Verso un vicolo cieco evolutivo. Gregory Bateson l’aveva capito”
L’autore ci offre un testo di ampio respiro in cui cerca di rendere più intellegibili le parole del suo mentore e di approfondire la sua disarmante visione della specie Homo sapiens. Partendo dal fenomeno della coscienza e della finalità cosciente, riflette sulla spinta dell’essere umano verso il perseguimento di fini esclusivi, che col trascorrere del tempo ha compromesso il rapporto dell’uomo con la Natura Il Taccuino Ufficio Stampa Presenta Audiolibro: “Verso un vicolo cieco evolutivo. Gregory Bateson l’aveva capito” di Maurizio Falghera Il Narratore audiolibri presenta “Verso un vicolo cieco evolutivo. Gregory Bateson l’aveva capito” dello scrittore, editore e sociologo Maurizio Falghera. Un racconto attraverso la complessità dell’epistemologia batesoniana alla luce delle scienze (continua)

De Medecis presenta l’opera “Piove sempre quando sei felice”

De Medecis presenta l’opera “Piove sempre quando sei felice”
De Medecis cerca di suscitare emozioni nel lettore, andando a scavare nel significato più profondo dell’esistenza; invita quindi a imparare a gestire i propri sentimenti, per migliorare la propria vita, e ad allineare mente, cuore e pancia. Il Taccuino Ufficio Stampa Presenta Piove sempre quando sei felice di De MedecisLo scrittore di origini ivoriane De Medecis presenta “Piove sempre quando sei felice”, una raccolta eterogenea di pensieri, sentimenti e sensazioni che l’autore ha voluto trasmettere ai suoi lettori, consapevole di avere molto da dire e tanto da condividere. L’opera è dedicata alla cantautrice di morn (continua)

L’attivista e scrittore Matteo Mainardi presenta “IO COLTIVO - diario di una disobbedienza”

L’attivista e scrittore Matteo Mainardi presenta “IO COLTIVO - diario di una disobbedienza”
Questo diario di disobbedienza civile è anche un interessante manuale pratico di coltivazione, in cui Matteo Mainardi illustra le particolarità della pianta della cannabis, e in cui descrive tutti gli step ed elargisce consigli preziosi su come coltivarla. Il Taccuino Ufficio Stampa Presenta IO COLTIVO - diario di una disobbedienza di Matteo MainardiL’attivista e scrittore Matteo Mainardi presenta la sua opera “IO COLTIVO - diario di una disobbedienza”, in cui ripercorre, settimana dopo settimana, le tappe principali della più importante iniziativa politica antiproibizionista degli ultimi tempi, e in cui racconta del suo lecito e do (continua)