Home > Pubblica amministrazione > CORTE DI APPELLO DI PALERMO, GRIDO D’ALLARME DELLA UILPA SICILIA : “TRE CENTRALINISTI AFFETTI DA CECITÀ E IPOVISIONE ANCORA A LAVORO IN UFFICIO MALGRADO IL PARERE DEL MEDICO COMPETENTE”

CORTE DI APPELLO DI PALERMO, GRIDO D’ALLARME DELLA UILPA SICILIA : “TRE CENTRALINISTI AFFETTI DA CECITÀ E IPOVISIONE ANCORA A LAVORO IN UFFICIO MALGRADO IL PARERE DEL MEDICO COMPETENTE”

scritto da: Marianna La Barbera | segnala un abuso

CORTE DI APPELLO DI PALERMO, GRIDO D’ALLARME DELLA UILPA SICILIA : “TRE CENTRALINISTI AFFETTI DA CECITÀ E IPOVISIONE ANCORA A LAVORO IN UFFICIO MALGRADO IL PARERE DEL MEDICO COMPETENTE”

Il segretario generale Alfonso Farruggia sottolinea l'urgenza dello smart working per i lavoratori fragili


Una nuova situazione problematica all’interno del Tribunale di Palermo al centro dell’attenzione della UILPA Sicilia che, ormai da mesi, denuncia “comportamenti socio – sanitari deficitari da parte dell’amministrazione giudiziaria” in relazione alla complessa gestione dell’emergenza sanitaria in atto.
 Nello specifico, a preoccupare il segretario generale Alfonso Farruggia è la vicenda di alcuni centralinisti – ciechi e ipovedenti – che prestano servizio presso la Corte di Appello di Palermo.
 “Si tratta – spiega l’esponente sindacale – di tre unità che, malgrado l’ evidente fragilità, continuano a operare in presenza anche se, nel loro caso, dovrebbe già essere stata pienamente attivata l’organizzazione del lavoro in smart working”.
Come spiega il segretario, infatti, la mansione di centralinista può conciliarsi con la pratica del lavoro da remoto, attraverso l’utilizzo della tecnologia, che consente di deviare le chiamate a qualsiasi postazione telefonica, anche dalla propria abitazione.
 “Davvero non si comprende – aggiunge  – come, a fronte di una procedura così semplice che non necessita di particolari interventi, l’amministrazione non abbia già provveduto a mettere in regime di sicurezza il personale”.
Sul caso specifico, inoltre, si registra il parere del medico competente incaricato dall’amministrazione che, in una relazione da egli stesso stilata, certifica in maniera chiara, nei confronti di una centralinista – assunta peraltro nel bacino delle categorie protette -  come la lavoratrice risulti maggiormente  esposta al rischio di contrarre il Covid 19 per le sue particolari condizioni, che renderebbero necessaria la permanenza a casa sino alla fine dell’emergenza.
Sul versante dei lavoratori fragili, intanto, la UILPA Sicilia invita le pubbliche amministrazioni ad attenersi scrupolosamente agli accertamenti dei medici competenti , nel caso di prescrizione ad operare in remoto dal proprio domicilio.
“Una battaglia di civiltà – precisa il segretario generale della Uil Pubblica Amministrazione Sicilia – sulla quale non faremo alcuno sconto per il bene della salute dei dipendenti e della collettività, e denunceremo tutti i casi di mancato rispetto delle indicazioni del medico competente e di obbligo, per il personale interessato,  a svolgere in presenza l’attività lavorativa”.
Più in generale, sul fronte dello smart working, Farruggia sottolinea i contenuti del Decreto del Ministero della Funzione pubblica dello scorso 19 ottobre, con il quale si precisa che le pubbliche amministrazioni, in considerazione dell’evoluzione della situazione epidemiologica, debbano assicurare le più elevate percentuali possibili di lavoro agile.
“Tutte le esigenze, ormai – conclude Farruggia – devono essere riprogrammate in funzione della salute pubblica, pertanto non basta più applicare la percentuale minima di lavoro da remoto per stare a posto con la coscienza: occorre individuare semmai la percentuale più alta, al netto delle funzioni imprescindibili che rendono necessario operare in  presenza”.                                                                                                 

Palermo | Tribunale | Corte d Appello | smart working | UILPA Sicilia | Alfonso Farruggia |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Cecità Corticale, I Metodi Di Comunicazione E Gli Aiuti


Telecamera Hybrid LKM Security: L'allarme perfetto per la Casa Intelligente


Persone Cieche, Cause E Possibili Terapie per Aiutarli


LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELL’IPOVISIONE


TRIBUNALE DI PALERMO, ALTRI DUE AVVOCATI POSITIVI. AL VIA LE GRADUATORIE PER LO SMART WORKING A SEGUITO DELLE SOLLECITAZIONI DELLA UILPA SICILIA


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

"THE GOLDEN AGE OF BURLESQUE": A PALERMO LA MOSTRA PITTORICA DI GIANCARLO RUBINO ISPIRATA ALL'OPERA MUSICALE E ALLA LIBERTÀ ESPRESSIVA DI MARILYN MANSON


Non una semplice riproposizione di stili, ma una rivisitazione, intima ed emotiva, di un mondo variegato, che passa attraverso gli spettacoli del Moulin Rouge fino a Dita Von Teese Il linguaggio pittorico di Giancarlo Rubino è, in assoluto, tra i più affascinanti dell'attuale panorama contemporaneo delle arti figurative.Il giovane artista palermitano mescola suggestioni cromatiche e musicali, tra contemporaneità e atmosfere retrò, trasportando lo spettatore in luoghi distanti dal quotidiano e connotandosi per il tratto fermo e deciso che dà pieno risalto alla sicil (continua)

MISILMERI, POMERIGGIO CULTURALE CON SARA FAVARÒ E ANIL. LIBRI E PITTURA ALLA BIBLIOTECA COMUNALE

MISILMERI, POMERIGGIO CULTURALE CON SARA FAVARÒ E ANIL. LIBRI E PITTURA  ALLA BIBLIOTECA COMUNALE
In programma la mostra "Il sé di ogni donna" e la presentazione dei libri "Che Dio stramaledica gli alleati" e "Il suicidato" Due donne dalla personalità intensa, accomunate dal talento nei rispettivi campi di appartenenza e dall'impegno culturale, declinato attraverso varie forme. Si tratta di Sara Favarò e Oliva Patanella, in arte Anil, che martedì 19 ottobre a Misilmeri, in provincia di Palermo, daranno vita a una kermesse che metterà insieme letteratura e arti figurative. L'appuntamento con le due artiste - entra (continua)

SEGESTA, RECITAL POETICO A CURA DELL'ACCADEMIA DI SICILIA E DEL MUSEO

SEGESTA, RECITAL POETICO A CURA DELL'ACCADEMIA DI SICILIA E DEL MUSEO
L'iniziativa,coordinata da Salvatore Mirabile - alla guida dell'omonimo Museo e presidente provinciale di Trapani dell'Accademia di Sicilia - vedrà la consegna di premi e riconoscimenti "Al Teatro di Segesta": è il titolo del recital poetico che si terrà sabato 16 ottobre a partire dalle 9:30.L'evento è organizzato e promosso in sinergia tra l’Accademia di Sicilia, che di recente ha tagliato il traguardo dei venticinque anni, e il Museo Mirabile di Marsala, in provincia di Trapani.Negli spazi del Parco Archeologico, che ha offerto il patrocinio gratuito all'iniziativa, poeti prov (continua)

Idee e progetti per ricostruire l'Italia, evento a Palermo a cura di Altroconsumo

Idee e progetti per ricostruire l'Italia, evento a Palermo a cura di Altroconsumo
Organizzato in col­la­bo­ra­zio­ne con l'UNIPA e la Fondazione GIMBE, l’incontro ospi­te­rà di­ver­si esper­ti che si confronteranno sul­l’im­pat­to del­la pan­de­mia Altroconsumo organizza e promuove a Palermo un nuovo evento per incontrare la gente e parlare di idee e pro­get­ti che possano contribuire a costruire un’ I­ta­lia più equa e so­ste­ni­bi­le. L’iniziativa si terrà venerdì 15 ottobre a partire dalle 16:30, nell’Aula Magna “Vincenzo Li Donni” dell’Edificio 13 dell’Università degli Studi di Palermo, in viale delle Scienze.Or­ga­niz­za­to dalla se (continua)

PALERMO, L' ACCADEMIA DI SICILIA FESTEGGIA IL VENTICINQUESIMO ANNO DI ATTIVITÀ

PALERMO, L' ACCADEMIA DI SICILIA FESTEGGIA IL VENTICINQUESIMO ANNO DI ATTIVITÀ
La manifestazione sarà dedicata al compianto presidente Tony Marotta L’Accademia di Sicilia  compie venticinque anni.Un anniversario importante, che sarà celebrato a Palermo sabato 9 ottobre alle 18:00, nella Sala De Seta ai Cantieri Culturali alla Zisa, in via Paolo Gili 4.Nella stessa occasione, sarà inaugurato il nuovo anno accademico nel quadro delle attività socio-culturali.Per espressa volontà della Presidenza e del Senato Accademico, la manifestazione s (continua)