Home > Moda e fashion > CORTE DELLA PELLE, BOOM DI RICHIESTE PER LE SCARPE DA UOMO PERSONALIZZATE

CORTE DELLA PELLE, BOOM DI RICHIESTE PER LE SCARPE DA UOMO PERSONALIZZATE

scritto da: COMUNICAZIONELIVE | segnala un abuso

CORTE DELLA PELLE, BOOM DI RICHIESTE PER LE SCARPE DA UOMO PERSONALIZZATE

In periodo di Covid aumentano le richieste per le calzature su misura. La “Franco Ballin” è l’unico calzaturificio a proporsi con un flagship di fama internazionale sulla Riviera del Brenta. Il titolare lancia le nuove linee per il 2021: “Tradizione decennale nelle scarpe da donna, l’eccellenza sartoriale è in quelle maschili”


La storia della “Franco Ballin” inizia nel 1972 sulla Riviera del Brenta, il distretto della calzatura del Veneziano. Franco Ballin, che al tempo lavorava per il calzaturificio del cognato, decise di fondare una società famigliare per la produzione di scarpe da donna: la lavorazione a sacchetto è l’idea vincente che in quegli anni lanciò l’attività. Nei primi anni Ottanta la crescita industriale, grazie all’acquisizione del calzaturificio Garden, di Stra, sempre nel Veneziano. Negli anni Novanta la specializzazione nel terzismo di lusso.

Dieci anni fa, la decisione di far nascere un marchio di proprietà, che oggi viene proposto a Fiesso d’Artico, giusto di fronte allo stabilimento produttivo. Oggi il flagship è modello per il proprio respiro internazionale: le produzioni vengono vendute anche a Londra e Tokyo.

Mezzo secolo dopo l’avvio dell’attività, oggi le redini sono in mano ai fratelli Roberto e Stefano, ma la presenza attiva di Franco in azienda è fondamentale: è lui il “mastro calzaturiere” e nel mentre segue in prima persona le attività del Politecnico Calzaturiero, la prima scuola italiana per calzolai.

Ballin oggi esporta i suoi prodotti in tutto il mondo, occupa una trentina di persone, il fatturato si aggira attorno ai due milioni di euro. La realizzazione di prodotti e la distribuzione commerciale per le grandi griffe internazionali (grazie a contratti di licenza) è il core business aziendale.

Ma quello che caratterizza l’azienda è l’anima artigianale. Franco Ballin propone per il 2021 due linee da uomo e altrettante da donna, una formale e una sportiva. “Molte delle lavorazioni sono fatte ancora a mano, le pelli sono custodite in una stanza protetta, una sorta di caveau dell’eccellenza”, spiega Ballin. “L’azienda fa un vanto di utilizzare ancora oggi, accanto ai macchinari più innovativi, anche una Duer, macchina da cucire degli anni Ottanta che ha bisogno della costante presenza di un tecnico. Ma molti altri sono gli strumenti artigianali, figli di un’epoca antica, quando si curava a mano ogni dettaglio della calzatura. Il nostro obiettivo è di valorizzare la tradizione, produrre calzature di eccellente livello qualitativo, sia per uomo che per donna. Siamo capaci di assemblare, cucire in diversi modi e rifinire ancora a mano le suole, come si faceva un tempo”.

Grazie a questa conoscenza ancestrale e all’esperienza pluridecennale dei dipendenti (molti sono in azienda dalla fondazione, anche se non mancano i giovani artigiani della calzatura), oggi uno dei segmenti dell’attività che più sta avendo successo è quello delle calzature personalizzate. Alcuni clienti le chiedono per problemi fisici, ma per lo più sono persone che amano il lusso e la raffinatezza e che vogliono scarpe perfettamente su misura e del colore prescelto, un colore che magari si sposi ad un abito di gala.

“C’è anche chi ci chiede modelli completamente personalizzati, pensati non solo per il comfort dei piedi ma soprattutto per l’eleganza e l’unicità che sappiamo donare”, conclude Ballin. “Abbiamo notato una crescita di questa attività, in particolare col Covid le persone stanno cercando il meglio, vogliono star bene nelle proprie scarpe. Ne siamo felici, sebbene la produzione artigianale rappresenti una piccola fetta del nostro business, è quella che forse meglio rappresenta il nostro amore per la calzatura e la nostra storia di artigiani della pelle”.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

MORO di LEGNAGO Scarpe che esprimono personalità


Shopper Personalizzate: Scegliere Il Made In Italy


L’autunno sarà rock!


Scarpe Hogan uomo, donna e bambino: scopri le nuove collezioni su www.marsilioshop.it


Obiettivo pelle sana e abbronzata


Scarpe bambino: quali scegliere?


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

VELVET MEDIA E’ “LEADER DELLA CRESCITA” E LANCIA L’INCUBATORE DI START UP: FATTURATO ATTESO DI 16 MILIONI DI EURO

VELVET MEDIA E’ “LEADER DELLA CRESCITA” E LANCIA L’INCUBATORE DI START UP: FATTURATO ATTESO DI 16 MILIONI DI EURO
Per il terzo anno consecutivo l’agenzia di marketing e vendita online è nella classifica del Sole 24 Ore dedicata alle aziende italiane a più alto tasso di sviluppo, seconda a livello nazionale nel settore pubblicità e marketing. Il titolare, Bassel Bakdounes: “Merito delle nostre strategie per la vendita online, ora continuiamo a crescere con Next Heroes, un innovation hub dove già operano 12 start up” Tris di Velvet Media, per il terzo anno consecutivo è “Leader della Crescita” per il Sole 24 Ore. L’attesa classifica, che ogni anno mette in fila le aziende a più alto tasso di sviluppo economico, quelle capaci di meglio interpretare le esigenze dei mercati e ad espandersi, vede l’agenzia di marketing e vendita online veneta al secondo posto a livello nazionale tra le agenzie che si occupano di m (continua)

INFORTUNI SUL LAVORO, LA NOVITA’ DI BRACCHI: VIDEOLEZIONI PERSONALIZZATE PER I DIPENDENTI

INFORTUNI SUL LAVORO, LA NOVITA’ DI BRACCHI: VIDEOLEZIONI PERSONALIZZATE PER I DIPENDENTI
Il gruppo logistico di Bergamo crea una scuola di formazione interna per spiegare i rischi sul lavoro. Sul fronte Covid, accelerazione sullo smart working. La novità: rimodulati gli spazi aziendali per garantire distanziamento interno e maggiore sicurezza nella ricezione dei camionisti Troppo spesso le lezioni sulla sicurezza nel mondo del lavoro sono teoriche. I professionisti chiamati a spiegare a operai e dipendenti cosa rischiano non possono conoscere nel dettaglio i rischi connessi all’azienda. E così si limitano a esempi generali, che spesso non sono davvero utili. Per questo motivo Bracchi Group ha deciso di avviare un progetto apripista nel mondo della logistica, c (continua)

FORMAZIONE NELL’ERA COVID. PARTNERSHIP TRA FÒREMA E H-FARM PER UN’UNICA PIATTAFORMA DI E-LEARNING

FORMAZIONE NELL’ERA COVID. PARTNERSHIP TRA FÒREMA E H-FARM PER UN’UNICA PIATTAFORMA DI E-LEARNING
Maize.Plus sarà il punto di riferimento per il corporate e-learning proposto da Fòrema- IlCuborosso e la piattaforma di innovazione H-FARM. Ad oggi, Maize.Plus ha già attivi 45 corsi in cinque lingue, più di 80 mila gli utenti in tutto il mondo. Matteo Sinigaglia, direttore generale di Fòrema: “Servizio fondamentale per la formazione in smart working”. Mauro Iannizzi di H-FARM: “Saranno aggiunti nuovi contenuti ogni mese” Una delle più grandi sfide delle aziende è quella di stimolare i dipendenti ad un continuo up-skilling e re-skilling, mantenendoli coinvolti e spronandoli a migliorare, in particolare su temi come l’innovazione, il digitale, i nuovi modelli di business e le soft skill. “Un’esigenza che adesso è necessario portare avanti in smart working”, spiega Matteo Sinigaglia, direttore generale di Fòrema (continua)

SCUOLE, OSPEDALI E COMUNI: BOOM DI RICHIESTE PER LE COLONNINE ANTI-COVID DI BORINATO SECURITY

SCUOLE, OSPEDALI E COMUNI: BOOM DI RICHIESTE PER LE COLONNINE ANTI-COVID DI BORINATO SECURITY
Dall’ospedale di Vicenza al comune di Gambellara, passando per gli istituti superiori di Chiampo. Circa diecimila installazioni in tutta Italia, l’azienda di Val Liona sta garantendo la sicurezza per gli enti pubblici. Moltissime richieste da parte di scuole: per le materne il dispositivo si trasforma in un orsetto, per le elementari in un boy scout e diventa elegante colonnina per le superiori. Il titolare, Leonardo Borinato: “Controllano la temperatura e disinfettano le mani dei bambini come fosse un gioco, nelle scuole siamo in prima linea nella lotta alla pandemia” L’emergenza Covid ha stravolto la vita quotidiana, ha ristretto gli spazi d’azione e ci ha costretti a rituali prima impensabili: uso della mascherina, distanziamento sociale, disinfezione di ambienti e mani, controllo della temperatura prima di entrare in negozi o stazioni. Per questo Borinato Security (azienda di di Val Liona, nel Vicentino) ha deciso di brevettare una innovativa colonnina (continua)

WEBINAR DI FÒREMA SU LAVORO IBRIDO E DIGITALE, ECCO LE NUOVE PROFESSIONI IN EPOCA DI PANDEMIA

WEBINAR DI FÒREMA SU LAVORO IBRIDO E DIGITALE, ECCO LE NUOVE PROFESSIONI IN EPOCA DI PANDEMIA
Meeting digitale martedì 3 novembre col professor Paolo Gubitta, si parlerà dell’evoluzione delle competenze lavorative alla luce dell’emergenza Covid. Il direttore generale di Fòrema, Matteo Sinigaglia: “Fondamentale imparare a relazionarsi online coi clienti” Si intitola “Le competenze digitali nella vendita e nella gestione delle merci” l’evento on line organizzato per martedì 3 novembre da Fòrema, ente di formazione padovano. Un webinar di due ore, incentrato sul tema del lavoro ibrido. Tra i relatori il professor Paolo Gubitta, ordinario di Organizzazione aziendale e presidente del corso di laurea in Economia dell’università di Padova, che si (continua)