Home > Ambiente e salute > INVITO STAMPA - 'La gestione del paziente con pregresso evento cardiovascolare’ - 2 Novembre 2020 - ORE 10:30

INVITO STAMPA - 'La gestione del paziente con pregresso evento cardiovascolare’ - 2 Novembre 2020 - ORE 10:30

scritto da: Motore sanita | segnala un abuso

il prossimo lunedì 2 novembre dalle ore 10:30 alle 13, si terrà il webinar ‘LA GESTIONE DEL PAZIENTE CON PREGRESSO EVENTO CARDIOVASCOLARE’, organizzato da MOTORE SANITÀ. La gestione delle cronicità in epoca post-covid-19 ha messo in evidenza la necessità di ampliare i servizi sanitari a scenari diversi, adattandosi ad una nuova realtà organizzativa. Una realtà nella quale devono essere valorizzate tutte le tecnologie (farmaci e dispositivi) che facilitino la presa in carico territoriale del paziente con patologie croniche.


Gentile collega, 

il prossimo lunedì 2 novembre dalle ore 10:30 alle 13, si terrà il webinar ‘LA GESTIONE DEL PAZIENTE CON PREGRESSO EVENTO CARDIOVASCOLARE’, organizzato da MOTORE SANITÀ

La gestione delle cronicità in epoca post-covid-19 ha messo in evidenza la necessità di ampliare i servizi sanitari a scenari diversi, adattandosi ad una nuova realtà organizzativa.

Una realtà nella quale devono essere valorizzate tutte le tecnologie (farmaci e dispositivi) che facilitino la presa in carico territoriale del paziente con patologie croniche.

Perché si realizzi questo, si dovrà passare da un approccio focalizzato a ridurre sempre di più i costi ad un approccio dove la buona salute e i mezzi per ottenerla, siano considerati un investimento

che crea valore. Dovendo convivere con il momento Covid-19, la ripresa delle attività normali, sarà ancora più ardua in quanto tutte le strutture dei servizi sanitari ospedalieri e territoriali, dovranno

fare i conti sia con la domanda attuale che con quella arretrata, appropriata o meno che sia. Per far fronte a questa nuova fase, tenendo conto delle complicazioni createsi e allo scopo di non far

affollare le strutture, si dovrà cogliere questa occasione per rivedere molti processi assistenziali. Questo dovrà avvenire con un approccio che tenga conto di appropriatezza e priorità delle attività

ospedaliere e territoriali, ma come parte di un unico percorso. Sarà da considerare ad alto valore aggiunto per il nostro SSN tutto quello che, dimostrando esiti clinici misurabili e positivi, verrà messo

in campo per semplificare e migliorare, in particolare, l’assistenza ai pazienti cronici. Questi grazie anche alle migliorate condizioni di vita legate ad una più efficiente prevenzione e a migliori cure, in

questi ultimi decenni hanno ottenuto un aumento importante dell'aspettativa di vita. Ovviamente in questo nuovo scenario vi è stato aumento esponenziale di pazienti anziani con patologie croniche

(prevalentemente a carico del sistema cardiovascolare) associate a comorbilità che necessitano di cure e trattamenti farmacologici cronici. 

Per quanta riguarda i molteplici fattori che possono migliorare la qualità di vita e l’outcome del paziente, la poli-terapia cronica è uno dei fattori più importanti e critici nella gestione dell'anziano, in

quanto le malattie da cui è affetto e i farmaci che assume se da una parte sono essenziali per trattare le patologie possono interagire tra loro causando eventi avversi seri e peggioramento dello

stato di salute. Un altro dei problemi seri è la mancanza di aderenza alle terapie o addirittura l’abbandono di parte di queste quando il paziente deve assumere diverse pillole al giorno e in tempi

diversi. Per queste ragioni è importante che questo paziente sia attentamente seguito da medici che conoscano molto bene la storia clinica dei loro pazienti e che sappiano informare ed educare

sull'importanza dell'assunzione dei farmaci prescritti, sui dosaggi/tempi di assunzione, sulle caratteristiche terapeutiche e sui possibili rischi dei farmaci che assumono. È un compito non facile

né per il medico né per il paziente. Infatti i dati epidemiologici nazionali ci dicono che le terapie croniche vengono abbandonate nell'arco del primo anno da circa il 50% dei pazienti anziani. 

TRA GLI ALTRI, PARTECIPANO: 

Davide Croce, Direttore Centro Economia e Management in Sanità e nel Sociale, LIUC Business School Castellanza (Varese) 

Davide Lauri, Presidente C.M.M.C.Cooperativa Medici Milano 

Gabriella Levato, MMG Milano 

Olivia Leoni, Struttura Epidemiologia e Valutazione della Performance 

Aldo P. Maggioni, Direttore Centro Studi ANMCO 

Paolo Mazzola, Professore Associato Medicina e Chirurgia Dipartimento di Geriatria Università Bicocca, Milano 

Emanuele Monti, Presidente III Commissione Sanità 

Roberto Pedretti, Direttore UO Cardiologia, IRCCS MultiMedica, Sesto San Giovanni (MI) 

- Leonardo Pantoni, Direttore Neurologia Ospedale Luigi Sacco Milano 

Annarosa Racca, Presidente Federfarma Lombardia 

Claudio Zanon, Direttore Scientifico Motore Sanità 

 

MODERANO: 

Giulia Gioda, Giornalista 

Aldo P. Maggioni, Direttore Centro Studi ANMCO 

 

 

Per partecipare al webinar del 2 novembre, iscriviti al seguente link: https://bit.ly/

2HNs9Kp

 

Nella speranza tu possa partecipare, in allegato trovi il programma. 

Grato di un cenno di conferma della tua partecipazione 

Un cordiale saluto e buon lavoro

paziente | cardiovascolare | evento |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

'Focus Emilia-Romagna. Governance dell'innovazione in oncologia e oncoematologia’ - 26 Novembre 2020 - ORE 10

giovedì 26 novembre dalle ore 10 alle 13:30, si terrà il webinar: ‘FOCUS EMILIA-ROMAGNA. GOVERNANCE DELL'INNOVAZIONE IN ONCOLOGIA E ONCOEMATOLOGIA’, organizzato da MOTORE SANITÀ. giovedì 26 novembre dalle ore 10 alle 13:30, si terrà il webinar: ‘FOCUS EMILIA-ROMAGNA. GOVERNANCE DELL'INNOVAZIONEIN ONCOLOGIA E ONCOEMATOLOGIA’, organizzato da  MOTORE SANITÀ. Lo scenario di innovazione tecnologica che si prospetta nei prossimi anni in molte aree terapeutiche, è senz’altro molto ricco di contenuti,che fanno ben sperare i pazient (continua)

'Immunoterapia ed efficienza organizzativa. Un nuovo modello di governance nel trattamento dei tumori della mammella’ - 26 Novembre 2020 - ORE 15

l prossimo giovedì 26 Novembre dalle ore 15 alle 17:30, si terrà il webinar: ‘IMMUNOTERAPIA ED EFFICIENZA ORGANIZZATIVA. UN NUOVO MODELLO DI GOVERNANCE NEL TRATTAMENTO DEI TUMORI DELLA MAMMELLA’, organizzato da MOTORE SANITÀ. il prossimo giovedì 26 Novembre dalle ore 15 alle 17:30, si terrà il webinar: ‘IMMUNOTERAPIA ED EFFICIENZA ORGANIZZATIVA. UN NUOVO MODELLO DI GOVERNANCE NELTRATTAMENTO DEI TUMORI DELLA MAMMELLA’, organizzato da MOTORE SANITÀ. Il carcinoma mammario è la neoplasia più frequente tra le donne ed è potenzialmente grave se non è individuatae cu (continua)

Farmaco equivalente: “Dopo anni, pur garantendo sostenibilità al SSN e risparmio ai cittadini, il loro uso in Italia è ancora a macchia di leopardo”

4 novembre 2020 - I farmaci equivalenti avendo stesso principio attivo, concentrazione, forma farmaceutica, via di somministrazione e indicazioni di un farmaco di marca non più coperto da brevetto (originator), sono dal punto di vista terapeutico, equivalenti al prodotto di marca ma molto più economici, con risparmi che vanno da un minimo del 20% ad oltre il 50%. 24 novembre 2020 - I farmaci equivalenti avendo stesso principio attivo, concentrazione, forma farmaceutica, via disomministrazione e indicazioni di un farmaco di marca non più coperto da brevetto (originator), sono dal punto divista terapeutico, equivalenti al prodotto di marca ma molto più economici, con risparmi che vanno da un minimo del20% ad oltre il 50%. Questo è fo (continua)

Telemedicine R-evolution: ‘Stop alla tecnologia per pochi eletti, necessario garantire assistenza a tutti i pazienti a livello nazionale’

24 novembre 2020 – In Italia, in epoca Covid, è emerso il grave ritardo nella riforma dei servizi territoriali mostrando la necessità indifferibile di spostare il fulcro dell’assistenza dei malati cronici dall’ospedale al territorio, necessità che si acuisce in alcune Regioni rispetto ad altre. 24 novembre 2020 – In Italia, in epoca Covid, è emerso il grave ritardo nella riforma dei servizi territoriali mostrandola necessità indifferibile di spostare il fulcro dell’assistenza dei malati cronici dall’ospedale al territorio, necessità chesi acuisce in alcune Regioni rispetto ad altre. È arrivato il momento di vedere la telemedicina come investimento per ilSistema Sanitario e non (continua)

Malattie croniche: “Teleconsulto, telemedicina e tele-monitoraggio, le best practice delle Regioni al tempo del Covid-19”

Malattie croniche: “Teleconsulto, telemedicina e tele-monitoraggio, le best practice delle Regioni al tempo del Covid-19” 23 novembre 2020 – La gestione delle malattie croniche si è rilevata in questo periodo di pandemia moltocomplessa, dal momento che per i pazienti è richiesta una forte integrazione tra lo specialista ed il medicodi medicina generale e deve essere prevista anche la componente socio-assistenziale. Nel periodopandemico, teleconsulto, gestione della terapia, telemedicina e tele-monitoraggio (continua)