Home > Telefonia > Napoli e le schede telefoniche - appuntamento con Augusto De Luca

Napoli e le schede telefoniche - appuntamento con Augusto De Luca

scritto da: Valerianapoli | segnala un abuso

Napoli e le schede telefoniche - appuntamento con Augusto De Luca


Nella metà degli anni ’90 quando vivevo a Roma pubblicai il libro ‘Roma Nostra’. Questo volume ebbe un discreto successo tanto che dopo pochi mesi dalla sua uscita e dalla mostra di presentazione nel Museo di Roma al Palazzo Braschi, ci fu una riedizione più economica venduta addirittura nei chioschi dei giornalai. Per caso il libro fu visto dagli addetti alle immagini che illustravano le schede telefoniche Telecom. In quel periodo fioriva un collezionismo appassionato di cards per telefonare dai telefoni pubblici che erano in ogni strada. Telecom le pubblicava anche decorate con opere molto selezionate di importanti artisti e fotografi di tutto il mondo. Fu allora che mi contattarono chiedendomi tre foto per altrettante schede su Napoli. Io ne fui lusingato e realizzai subito tre polaroid manipolate che risultarono però essere troppo particolari e innovative per il grande pubblico. La Telecom voleva delle foto più classiche, che fossero vicine a quelle che avevano visto nel mio libro realizzato su Roma. Allora mostrai loro queste tre immagini tratte da un’altra mia precedente pubblicazione: ‘Napoli Mia’. Piacquero subito e andarono velocemente in stampa. Prima dell’accordo però, come conditio sine qua non, volli che su ciascuna ci fosse stampato il mio nome. E così é stato.

Ricordo che molti collezionisti mi chiedevano di autografare le loro schede e quando andavo a qualche mostramercato organizzata da loro, tantissimi ragazzi e ragazzini si ammassavano tutt’intorno sgomitando per conoscermi e farsi firmare le loro reliquie telefoniche.

Quello fu un periodo molto intenso anche perché Telecom successivamente mi chiese di illustrare altre quattro schede con le foto di alcune capitali europee; ma questa è un’altra storia… 

Le tre schede telefoniche il cui valore era ancora espresso in lire, furono emesse in occasione del Summit Internazionale della Comunicazione promosso dalla Telecom Italia nel 1997 ed erano ad elevata tiratura e commercializzate su tutto il territorio nazionale.

  • - La scheda del leone di Piazza del Plebiscito era da lire 5.000 e aveva una tiratura di 5.000.000 di pezzi.
  • - La scheda del Castel dell'Ovo era da lire 10.000 e aveva una tiratura di 1.500.000 pezzi.
  • - La scheda del Maschio Angioino era da lire 15.000 e aveva una tiratura di 600.000 pezzi.
  • Augusto De Luca

Napoli | schede telefoniche | Augusto De Luca |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

AUGUSTO RE “CI SI PERDE DI VISTA” è il nuovo singolo del cantautore urban contemporaneo


Intervista al soprano Olga De Maio ed al tenore Luca Lupoli a cura di Raffaele Brio blog NuBeSparsa


Un’interessante intervista ad un artista geniale: Augusto De Luca.


Luca Maris in radio con il nuovo singolo “Messaggio perfetto”


Un rinomato fotografo per Telecom: Augusto De Luca


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Mario Insenga - appuntamento con Augusto De Luca

Mario Insenga - appuntamento con Augusto De Luca
Sono amico di Mario Insenga da quando ero ragazzino, più o meno una cinquantina d'anni. Conoscevo bene anche tutta la sua famiglia e d'estate ci incontravamo nella sua splendida villa ad Ischia, dove preparavamo brani da suonare in diversi locali dell'isola. Insieme abbiamo fatto parte di molti gruppi dalle denominazioni più strane, in quel periodo, infatti, erano di moda nomi lunghi e particolari (continua)

Enrico De Maio - appuntamento con Augusto De Luca

Enrico De Maio - appuntamento con Augusto De Luca
Proprio qualche giorno fa, era il 17 giugno, siamo tutti rimasti sconvolti dalla notizia di una sparatoria avvenuta alle ore 19:00 nei vicoli dei Quartieri Spagnoli di Napoli. Due persone sono state ferite casualmente ed una di esse era proprio il mio carissimo amico Enrico De Maio, di 57 anni, che per fortuna, dopo un difficile intervento al fegato in ospedale, ora è in via di guarigione. A lui o (continua)

Lucia Trisorio - appuntamento con Augusto De Luca

Lucia Trisorio - appuntamento con Augusto De Luca
Lo Studio Trisorio, alla Riviera di Chiaia, è una delle più importanti gallerie napoletane, punto di riferimento per tantissimi artisti, inaugurata il 16 ottobre 1974, dove hanno esposto tanti nomi illustri del panorama internazionale, molti dei quali precursori dei loro tempi. Conobbi i proprietari, Pasquale e Lucia, alla fine degli anni 70. Spesso andavo da loro per parlare dei miei nuovi lavori (continua)

Peppe Morra - appuntamento con Augusto De Luca

Peppe Morra - appuntamento con Augusto De Luca
Ho iniziato a frequentare assiduamente le esposizioni di Giuseppe Morra, noto come Peppe, dall'inizio della mia carriera di fotografo negli anni 70. Gallerista raffinato e colto, collezionista, mecenate, squisito ricercatore e valorizzatore della cultura delle comunicazioni visive, senza fermarsi alla prima impressione e scavando nel profondo, si è distinto dagli altri proponendo artisti important (continua)

...addio Carla Fracci...un ricordo di Augusto De Luca

...addio Carla Fracci...un ricordo di Augusto De Luca
Erano i primi anni novanta e da poco era stato pubblicato il libro "Napoli Donna", con i miei ritratti di trentasette importanti donne napoletane accompagnati dalle interviste della giornalista Giuliana Gargiulo.Avendo avuto un notevole riscontro, decidemmo di realizzarne un altro stavolta sulle donne di Milano.Preparammo allora una scaletta di nomi illustri e la prima della lista era Carla Fracci (continua)