Home > Ambiente e salute > 'Vivere la cronicità al tempo del Covid. Il percorso del paziente’

'Vivere la cronicità al tempo del Covid. Il percorso del paziente’

scritto da: Motore sanita | segnala un abuso

Lunedì 23 novembre dalle ore 10:30 alle 13:30, si terrà il webinar: ‘VIVERE LA CRONICITÀ AL TEMPO DEL COVID. IL PERCORSO DEL PAZIENTE’, organizzato da MOTORE SANITÀ.


Lunedì 23 novembre dalle ore 10:30 alle 13:30, si terrà il webinar: 

‘VIVERE LA CRONICITÀ AL TEMPO DEL COVID. IL PERCORSO DEL PAZIENTE’, organizzato da  MOTORE SANITÀ

La gestione delle malattie croniche autoimmuni, allergiche e infiammatorie come tutte le altre malattie croniche si è rilevata in

questo periodo di pandemia molto complessa. La gestione dei percorsi di questi pazienti richiede una forte integrazione tra lo

specialista ed il medico di medicina generale e, per quei pazienti cronici fragili complessi, deve essere prevista anche la

componente socio-assistenziale. La telemedicina, marginalmente utilizzata per la gestione del paziente cronico, nel periodo

pandemico è stata sdoganato definitivamente. Il teleconsulto, la gestione della terapia, la telemedicina, il tele-monitoraggio sono

utilizzati per la gestione non solo del percorso sanitario del paziente cronico ma anche del paziente COVID 19. Scopo del webinar è, 

confrontare l’attività istituzionali che tre regioni scelte, hanno messo in atto per rispondere ai bisogni socio sanitari di questa tipologia

di pazienti in periodo di pandemia COVID 19 e, capire le diverse modalità di integrazione messe in atto dai sistemi regionali esaminati.

 

SONO STATI INVITATI: 

Stefano Bolognini, Assessore alle Politiche Sociali, Abitative e Disabilità Regione Lombardia 

Giulio Gallera, Assessore al Welfare Regione Lombardia

Manuela Lanzarin, Assessore Sanità Regione del Veneto

Riccardo Riccardi, Vicepresidente e Assessore alla Salute, Politiche Sociali e Disabilità, Cooperazione Sociale e Terzo Settore,

delegato alla Protezione Civile, Regione Friuli Venezia Giulia

Maurizio Cancian, Presidente SIMG Veneto

Domenico Crisarà, Segretario FIMMG Veneto

Davide Croce, Direttore Centro Economia e Management in Sanità e nel Sociale, LIUC Business School, Castellanza (VA)

Giovanni Daverio, Direttore Generale Politiche Sociali, Abitative e Disabilità, Regione Lombardia

- Oscar Massimiliano Epis, Direttore Dipartimento Medico Polispecialistico, Direttore S.C. Reumatologia, ASST Grande Ospedale

Metropolitano Niguarda Milano - Rosetta Gagliardo, Dirigente Politiche Sociali Abitative e Disabilità, Regione Lombardia

Salvatore Leone, Direttore Generale AMICI Onlus

Gabriella Levato, MMG Milano

Matteo Stocco, Direttore Generale ASST Santi Paolo e Carlo, Milano

Silvia Tonolo, Presidente ANMAR

Giuseppe Tonutti, Direttore Generale ARCS Azienda Regionale di Coordinamento per la Salute Regione Friuli Venezia Giulia

- Dino Trento, Segretario FIMMG Friuli Venezia Giulia

Maurizio Zilli, Direttore Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva Azienda Sanitaria Universitaria Integrata Udine

 

MODERANO: 

Giulia Gioda, Presidente Motore Sanità 

Claudio Zanon, Direttore Scientifico Motore Sanità 

 

Tutti i Relatori sono stati invitati

 

Per partecipare al webinar di lunedì 23 Novembre, iscriviti al seguente link: ISCRIVITI AL WEBINAR



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Leucemia linfatica cronica: ‘Da malattia inguaribile a sopravvivenza che supera oggi i 10 anni dalla diagnosi, grazie alle nuove scoperte, aspettativa e qualità della vita enormemente cresciuta’

Ogni anno si diagnosticano nel mondo circa 400 mila nuovi casi di leucemia. In Italia si parla di circa 1.600 nuovi casi l’anno tra gli uomini e 1.150 tra le donne Leucemia linfatica cronica: ‘Da malattia inguaribile a sopravvivenza che supera oggi i 10 anni dalla diagnosi, grazie alle nuove scoperte, aspettativa e qualità della vita enormemente cresciuta’ Padova, 27 novembre 2020 – La leucemia linfatica cronica (LLC) è una neoplasia ematologica che consistein un accumulo nel sangue, nel midollo osseo e negli organi linfatici, di linfociti B, che hanno subito unatrasformazione maligna. Rappresenta la leucemia più comune nel mondo occidentale tipica nell’anziano,con una età media alla diagnosi attorno ai 70 anni. Circa la metà di questi, presenta var (continua)

#L’ictus non resta a casa! Azzerate le prescrizioni dei nuovi anticoagulanti e accesso in ospedale più difficile per i pazienti durante la prima ondata

L’appello dei medici: «Identificare le persone a rischio e mettere in atto programmi specifici che semplifichino l’accesso alle cure». Nuove strategie: realizzare piattaforme digitali di condivisione dati tra gli stakeholder del settore e “pacchetti di screening” per i pazienti a maggior rischio 27 novembre 2020. La malattia vascolare è stata messa in un angolo durante la pandemia da Covid-19 e i pazienti hannoavuto meno possibilità di accedere ai centri di cura con una conseguente diminuzione degli accessi in ospedale. Un datoche misura quanto l’emergenza sanitaria abbia profondamente sconvolto il percorso di cura e di assistenza per i pazienticolpiti da ictus cerebrale è che nella (continua)

Carcinoma mammario metastatico: “L’importanza della diagnostica di accompagnamento per una diagnosi precoce a disposizione delle pazienti per il successo della terapia”

27 novembre 2020 - Il carcinoma mammario è la neoplasia più frequente tra le donne ed è potenzialmente mortale se non è individuata e curata per tempo. Se il tumore viene identificato in fase molto precoce la sopravvivenza a 5 anni nelle donne trattate è pari al 98%. 27 novembre 2020 - Il carcinoma mammario è la neoplasia più frequente tra le donne ed è potenzialmente mortale se non è individuatae curata per tempo. Se il tumore viene identificato in fase molto precoce la sopravvivenza a 5 anni nelle donne trattate è pari al 98%.Nel cancro metastatico purtroppo la sopravvivenza è molto minore, dipende dalle caratteristiche della paziente, dall’aggressività (continua)

Ictus: “Indispensabile prevenzione primaria dei fattori di rischio quanto tempestiva e corretta diagnosi di patologie correlate”

27 novembre 2020 – La Stroke Alliance for Europe (SAFE) ha stimato come, già nel 2017, l’impatto economico dell’ictus nell’Unione europea ammontasse a 60 miliardi di euro, con un fortissimo sbilanciamento dei costi a favore di ospedalizzazioni d’emergenza, trattamenti in acuzie e riabilitazione, e potrebbe arrivare a 86 miliardi di euro nel 2040. 27 novembre 2020 – La Stroke Alliance for Europe (SAFE) ha stimato come, già nel 2017, l’impatto economico dell’ictusnell’Unione europea ammontasse a 60 miliardi di euro, con un fortissimo sbilanciamento dei costi a favore di ospedalizzazionid’emergenza, trattamenti in acuzie e riabilitazione, e potrebbe arrivare a 86 miliardi di euro nel 2040. In Italia l’ictus è oggi laprima causa di d (continua)

ONCOLOGIA e ONCOEMATOLOGIA: “Collaborazione e comunicazione per garantire innovazione e sostenibilità al servizio del paziente”

26 novembre 2020 – L’attuale pandemia Covid-19 ha fatto comprendere come il sistema salute negli ultimi anni sia stato continuamente depauperato di mezzi e risorse, volendo mantenere il paziente al centro del sistema, tutto deve essere volto per garantirgli un beneficio in termini di salute e di vita. 26 novembre 2020 – L’attuale pandemia Covid-19 ha fatto comprendere come il sistema salute negli ultimi anni siastato continuamente depauperato di mezzi e risorse, volendo mantenere il paziente al centro del sistema, tutto deveessere volto per garantirgli un beneficio in termini di salute e di vita. Tra le innumerevoli innovazioni terapeutiche inoncologia e oncoematologia durante gli ultimi a (continua)