Home > Cibo e Alimentazione > LIQUORI D’AUTORE:IL VECCHIO MAGAZZINO DOGANALE A COSENZA

LIQUORI D’AUTORE:IL VECCHIO MAGAZZINO DOGANALE A COSENZA

scritto da: Giorgino50 | segnala un abuso

La visita fatta dalla redazione di Borghi d’Europa da Sbunda, realtà enogastronomica di qualità calabrese certificata a Milano, è stata molto fruttuosa e ha permesso di conoscere alcune aziende della regione ionica che si distinguono per i loro prodotti di livello, che sono un mix tra tradizione e innovazione.


La visita fatta dalla redazione di Borghi d’Europa da Sbunda, realtà enogastronomica di qualità calabrese certificata a Milano, è stata molto fruttuosa e ha permesso di conoscere alcune aziende della regione ionica che si distinguono per i loro prodotti di livello, che sono un mix tra tradizione e innovazione.

A Montalto Uffugo, nel Cosentino, è nata, grazie all’abilità e all’esperienza di Ivan Trombino, la Società Agricola Rurale Vecchio Magazzino Doganale, che produce diversi liquori di pregevole fattura, tutti caratteristici del territorio, visto che alla base viene fatta una meticolosa selezione delle materie prime.

Tali materie prime sono infatti agrumi ed erbe botaniche, tutte piante autoctone coltivate al Vecchio Magazzino Doganale, dopo che Ivan Trombino scoprì una ricetta scritta per la realizzazione di un amaro dal nonno Egidio, emigrato in cerca di fortuna negli Stati Uniti dalla Calabria via nave.

Tra i liquori rurali del Vecchio Magazzino Doganale spiccano il Jefferson, amaro importante fatto con il bergamotto, le arance amare e dolci, il rosmarino,l’eucalipto e l’origano, poi l’Intervallo, un amaro più da meditazione, combinazione di genziana, maggiorana, galanga, assenzio ed alloro, il Roger, un amaro Bitter Extra Strong, torbido e potente, perfetta sintesi di vari agrumi e botaniche e poi va citato anche il Dopolavoro Aperitivo Amaricante Pronto da Bere, connubio tra tradizione ed innovazione, visto che è composto da infusi estratti di erbe ed infusi di scorze di agrumi calabresi.

Storicità e territorio: Il Vecchio Magazzino Doganale, con i suoi liquori d’autore, verrà ancora comunicato da Borghi d’Europa nei diversi percorsi d’informazione, così come le altre realtà produttive calabresi raccontate nell’ultimo periodo.

 


Fonte notizia: https://specialeitaliadelgusto.blogspot.com/2020/11/normal-0-14-false-false-false-it-x-none.html


liquori |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Nomenclatura combinata e tariffe doganali in EU


Liquoreria Carlotto: Made Rural incontra Daniela Carlotto La Signora del Liquore


Article NameFranco Fabbrica e importazioni dalla Cina: differenze tra FOB e EXW


MK Live Presenta : REMEMBERING JIMI - Tributo a Jimi Hendrix - Cosenza dal 2 Dicembre 2010


Logistica e magazzino: come mettere ordine al magazzino


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

ll Cammino didattico di Gradnik

La rete Borghi d'Europa sviluppa per il progetto L'Europa delle scienze e della cultura (Patrocinio IAI-Iniziativa adriatico-jonica,Forum Intergovernativo per la cooperazione regionale nella regione adriatico-jonica), il Percorso Internazionale La Via della Letteratura e della Poesia. L'iniziativa si apre nel Comune di Brda, con Il Cammino didattico di Alojz Gradnik.  Nel progetto del Comune di Brda »I sentieri di marcia per i fiori di ciliegio« ha trovato il suo posto anche il cammino didattico di Alojz Gradnik. Il viaggio conduce il visitatore tra le vigne e nel centro del villaggio Medana.Sul cammino vi accompagnano i versi del poeta che ci invitano fino alle scale invisibili. Queste ultime portano nella casa nativa d (continua)

Azienda Agricola Blazic a Cormons

Dopo ESOF2020,Trieste Città Europea della scienza, ripartono le iniziative di informazione di Borghi d'Europa e del progetto L'Europa delle scienze e della cultura (Patrocinio IAI-Iniziativa Adriatico Jonica,Forum Intergovernativo per la cooperazione regionale nella regione adriatico jonica). L'AltroFriuli,Terra di Storia e di Storie si prefigge di far conoscere il Friuli Venezia Giulia in nuovi contesti europei . Alla penna di Gianluigi Pagano, direttore della rivista ND Natura Docet, è affidato il primo viaggio del gusto. Dopo ESOF2020,Trieste Città Europea della scienza, ripartono le iniziative di informazione di Borghi d'Europa e del progetto L'Europa delle scienze e della cultura (Patrocinio IAI-Iniziativa Adriatico Jonica,Forum Intergovernativo per la cooperazione regionale nella regione adriatico jonica). L'AltroFriuli,Terra di Storia e di Storie si prefigge di far conoscere il Friuli Venezia Giulia in nuovi contesti europei . Alla penna di Gianluigi Pagano, direttore della rivista ND Natura Docet, è affidato il primo viaggio del gusto. L’Azienda si trova a Zegla, nel Collio Goriziano, una zona benedetta da Bacco, che genera magnifici vini bianchi (i più conosciuti), ma anche splendidi rossi, grazi alla splendida posizione, essendo posta tra il mare Adriatico e le Alpi Giulie. Per questo gode di un clima mite che, assieme ad un terreno vocato, produce vini splendidi. Questo terreno, la Ponka è formato da un insieme di mar (continua)

La sostenibilità energetica: le soluzioni di Repower

L’efficienza energetica è diventata un’esigenza primaria in ambito aziendale: originariamente essa era semplicemente associata all’ottimizzazione energetica dei soli processi produttivi, mentre oggi questo orizzonte si è molto esteso, interessando non solo la specifica attività produttiva, ma anche le persone, l’ambiente e più in generale il territorio in cui tale attività si svolge.   L’efficienza energetica è diventata un’esigenza primaria in ambito aziendale: originariamente essa era semplicemente associata all’ottimizzazione energetica dei soli processi produttivi, mentre oggi questo orizzonte si è molto esteso, interessando non s (continua)

Massimo de Belli invitato alle manifestazioni patrocinate da ESOF2020

I giornalisti e i comunicatori di Borghi d'Europa hanno chiesto allo chef del Castello Formentini,Massimo de Belli, di intervenire sui temi della sostenibilità in cucina, al giornale orale che si è tenuto il 28 agosto, presso l'Enoteca di Cormons, in occasione di ESOF2020, Euroscience Open Forum,Trieste Città Europea della Scienza (che patrocina il progetto) I giornalisti e i comunicatori di Borghi d'Europa hanno chiesto allo chef del CastelloFormentini,Massimo de Belli, di intervenire sui temi della sostenibilità in cucina, algiornale orale che si è tenuto il 28 agosto, presso l'Enoteca di Cormons, in occasione di ESOF2020,Euroscience Open Forum,Trieste Città Europea della Scienza (che patrocina il progettoL'Europa delle Scienze e della Cultura (continua)

RIPRENDONO LE DEGUSTAZIONI PER BORGHI D’EUROPA: LE TAPPE A CORMONS E A MILANO

Continuano i progetti d’informazione di Borghi d’Europa con nuove degustazioni di livello Milano, 8 Settembre 2020- La Redazione della Testata giornalistica Borghi d’Europa ha ricominciato a fine agosto a partecipare attivamente a delle degustazioni mirate, volte a valorizzare territori con un patrimonio enogastromico e storico-culturale d’eccellenza. Il primo momento di degustazione, con tanto di interviste in diretta ai produttori, si è svolto in un luogo di culto per tutti i winelovers: l’Enoteca Regionale di Cormòns, nel cuore vinicolo pulsante del Collio, nata nel 1990 dall’idea comune di una trentina di produttori di unire le forze per far conoscere le prestigiose etichette prodotte. Qui, dopo l’intervento iniziale del Presidente dell’Eno (continua)