Home > Cultura > La grande bugia degli psicofarmaci

La grande bugia degli psicofarmaci

scritto da: Gtrambusti | segnala un abuso

La grande bugia degli psicofarmaci

Gli psicofarmaci sono droghe a tutti gli effetti, chi li assume deve essere consapevole di stare iniziando un percorso di tossicodipendenza.


Psicofarmaci: droghe o medicine? Lungi dal dare una risposta esaustiva, ecco alcuni spunti di riflessione.

Gli psicofarmaci sono sostanze TOSSICHE, dato che alterano l’equilibrio chimico del corpo.

Gli psicofarmaci causano ASSUEFAZIONE, dato che di norma è necessario aumentare la dose per mantenere gli effetti).

Gli psicofarmaci danno DIPENDENZA, se si smette di assumerli causano vere e proprie crisi di astinenza.

Gli psicofarmaci alterano il funzionamento della MENTE, dato che sia gli effetti principali che quelli collaterali alterano la psiche, ovvero il modo di pensare e di percepire.

Gli psicofarmaci combattono dei sintomi ma non curano nessuna malattia, dato che quando si smette di assumerli i sintomi ritornano spesso più forti di prima. Tutto ciò che fanno è di sopire o mascherare i sintomi di un disagio.

Quando osserviamo un ospite di un reparto psichiatrico che ha tremori continui, un’espressione da ebete, lo sguardo fisso e vuoto oppure con la lingua di fuori, non stiamo in realtà osservando nessuna malattia. Non è quella la malattia mentale: la persona non era così prima del ricovero o della “cura”. Quelle manifestazioni sono solo gli effetti degli psicofarmaci, stiamo solo osservando ciò che quelle droghe hanno fatto alla loro mente e al loro corpo. Quei farmaci, detti appunto psico-farmaci, causerebbero i medesimi effetti anche su di una persona sanissima.

Dato che gli psicofarmaci sono droghe, è necessario che i giovani conoscano i loro effetti esattamente come devono conoscere gli effetti dell’eroina, dell’ecstasy, dell’alcool e della marijuana. Le droghe possono uccidere e, di sicuro, rovinano vite.

Venerdì 26 novembre 2020 si terrà sulla piattaforma online Zoom un interessante e approfondito webinar sugli effetti e sui meccanismi di funzionamento degli psicofarmaci. Il webinar è organizzato dall’associazione “Un Mondo Libero dalla Droga”. Ecco il link per assistere al webinar:

Titolo: LA GRANDE BUGIA DEGLI PSICOFARMACI
Data/ora: Giovedì 26 novembre, 20:30
Join Zoom Meeting
https://us02web.zoom.us/j/85241815870?pwd=SVhEV2F2UXAyOWJiWjUyUk9OVTZWQT09
Meeting ID: 852 4181 5870
Passcode: 001396

“Un Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga non costituisce più una piaga sociale. Le attività di “Un Mondo Libero dalla Droga” consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Un ragazzo informato, che pensa con la sua testa, pretenderà che gli sia dato un aiuto sincero, reale e naturale, senza ricorrere a droghe e farmaci dannosi. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”


Fonte notizia: https://www.noalladroga.it/


Scientology | Droga | Un mondo libero dalla droga | L Ron Hubbard | psicofarmaci | psichiatria | astinenza | dipendenza |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Gli psicofarmaci sono droghe


“Sono qui per te” dal 29 Gennaio nei principali stores il primo album di Giovanni Balduzzi in arte “Joba”


Rendere reale il diritto all'informazione e al consenso informato nel campo della salute mentale


Cosa causano veramente gli psicofarmaci.


Psicofarmaci e comportamento violento


PSICOFARMACI, PERCHE' SONO DROGHE


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Biscotti alla marijuana: due fidanzati all’ospedale

Biscotti alla marijuana: due fidanzati all’ospedale
La marijuana è una sostanza tossica, e bisogna trattarla come tale; la propaganda che la posiziona come “naturale” e “curativa” mette in pericolo la salute delle persone. A Bologna uno studente universitario, dopo aver acquistato dei biscotti per strada da uno sconosciuto, li ha consumati e li ha offerti alla fidanzata, minorenne. Successivamente entrambi hanno accusato forti dolori gastrointestinali, e sono stati ricoverati al pronto soccorso. Il ragazzo ha poi confessato che i biscotti avevano la marijuana tra gli ingredienti. Per fortuna la quantità di so (continua)

Aumentano i ricoveri al pronto soccorso per avvelenamento da marijuana

Aumentano i ricoveri al pronto soccorso per avvelenamento da marijuana
Un nuovo studio statunitense rileva un deciso aumento dei giovani che vengono ricoverati in ospedale dopo aver abusato di marijuana. La marijuana è una droga e in quanto tale è una sostanza tossica. La propaganda criminale che la tenta di posizionarla come “naturale”, “innocua” o addirittura “curativa” ha causato non solo un aumento nel suo uso, ma anche una maggiore inconsapevole leggerezza in chi si avvicina a questo stupefacente. Uno studio pubblicato nel 2017 dal “National Insitute of Health” degli Stati Uniti, di H (continua)

La marijuana è una medicina? Una pericolosa bugia

La marijuana è una medicina? Una pericolosa bugia
La propaganda sulla marijuana è infarcita di notizie del tutto false, soprattutto riguardo al fatto che tale droga abbia un uso medico. La marijuana non è una medicina. È un termine gergale per una pianta della famiglia della cannabis che contiene più di 60 diverse sostanze cannabinoidi e oltre 80 composti biologicamente attivi. Usare il termine “marijuana” al posto del THC (la sostanza tossica che dà lo “sballo) sarebbe come usare l’albero del salice al posto dell'acido “acetilsalicilico” (il principio attivo dell'aspirina). (continua)

In Scozia si muore per droga 4 volte di più che nel resto del Regno Unito

In Scozia si muore per droga 4 volte di più che nel resto del Regno Unito
La quantità delle morti per overdose in Scozia è incredibilmente superiore a qualsiasi altra parte d’Europa. Le morti per overdose di droga avvengono in tutto il mondo, ma ci sono alcune zone dove si concentrano particolarmente. La Scozia è una di quelle: oltre 1200 vittime l’anno scorso, che equivalgono a 315 morti per milione di abitanti. Questi numeri sono incredibilmente alti, soprattutto se rapportati a quello globale del Regno Unito, 76 per milione, o a quello dell’Italia, 9 per milione. Una v (continua)

Una famiglia all’ospedale avvelenata dalla cannabis light

Una famiglia all’ospedale avvelenata dalla cannabis light
In seguito all’ingestione di una torta confezionata con la “marijuana light” come ingrediente, una famiglia della provincia di Ferrara è finita al pronto soccorso. Mentre i negozi di cannabis light sono ormai ampiamente diffusi in tutta Italia, c’è chi ancora crede alla favola che tale sostanza non sia una droga. E purtroppo ci sono anche degli irresponsabili che somministrano la cannabis light ad altri a loro insaputa, per fare uno scherzo di cattivo gusto. È quello che è successo in provincia di Ferrara: una 25enne invitata a pranzo dalla famiglia (continua)