Home > Scuola e Università > AIDR si arricchisce di nuovi “Soci Onorari e componenti del Centro Studi”

AIDR si arricchisce di nuovi “Soci Onorari e componenti del Centro Studi”

scritto da: AIDR | segnala un abuso

AIDR si arricchisce di nuovi “Soci Onorari e componenti del Centro Studi”

Nicastri, presidente Aidr: il Paese potrà ripartire solo se tutti insieme ci faremo carico, come sistema, delle complessità e problematicità concrete e tangibili effetto del coronavirus


Il network a sostegno delle imprese, della pubblica amministrazione e dei professionisti nella diffusione della cultura digitale si arricchisce. L’associazione Aidr si appresta a chiudere il 2020 con il preziosissimo ingresso di una rosa di personalità, nominati Soci Onorari e componenti del Centro Studi (https://www.aidr.it/soci-onorari/). I nuovi componenti offriranno il loro contributo nel perseguimento delle finalità di Italia Digital Revolution.

Si tratta di: Sergio Ferdinandi, Dirigente Generale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Paolo Tedeschi, Head of Corporate & Mktg Communication – CANON Italia S.p.A., Luca Attias, Capo Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ermenegilda Siniscalchi, Capo Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Antonio Scino, Avvocato dello Stato, Camillo Odio, Dirigente Ministero dello Sviluppo Economico, Vincenzo Pensa, Responsabile Transizione Digitale Direzione Sistemi Informativi e Innovazione dell’Automobile Club d'Italia (ACI), Gennaro Niglio, Direttore Sviluppo e Innovazione del GSE (Gestore dei Servizi Energetici), Cosimo Comella, Dirigente del Dipartimento tecnologie digitali e sicurezza informatica del Garante per la protezione dei dati personali, Vincenzo Loia, Rettore dell’Università di Salerno, Domenico De Masi, sociologo e professore emerito dell’Università degli Studi La Sapienza e Giuseppe Fontana, Avvocato e Presidente Associazione Forense per l’Europa.

 “Questa nuova e spontanea iniziativa – ha dichiarato Mauro Nicastri, presidente Aidr – è nata per mantenere stabili rapporti di amicizia con personalità che negli anni ci hanno pregiato della loro partecipazione alle nostre iniziative contribuendo operativamente a sostenere la mission dell’associazione con il solo obiettivo di diffondere i contenuti presenti nel programma dell'Agenda Digitale Europea e dell’Agenda Digitale Italiana e promuovere e favorire lo sviluppo della cultura e dell'economia digitale”.

I nuovi soci onorari entrano a far parte del gruppo di personalità nominate nel 2019: Graziano Di Pasqua, dirigente scolastico, Amedeo Scornaienchi, ex dirigente ENEL, Gaetano Scazzeri, Generale della Guardia di Finanza, Mario Nobile, Direttore Generale Ministero Infrastrutture e Trasporti, Renato Loiero, Consigliere Parlamentare del Senato della Repubblica, Mons. Gianfranco Girotti, reggente emerito della Penitenzieria Apostolica, Flavia Marzano, docente ed esperta ICT e Vincenzo Scotti, già ministro in diversi governi e fondatore e presidente della Link Campus University.

“Accogliamo con particolare riconoscenza i soci onorari - sottolinea il presidente di Aidr Mauro Nicastri - il cui impegno sarà ancora più determinante rispetto al momento particolarmente delicato che stiamo vivendo. La pandemia ha stravolto la nostra quotidianità, il digitale si è imposto di fatto, facendo emergere potenzialità e gap legati all’uso delle nuove tecnologie. Nello spirito di servizio e di divulgazione, con cui è nata la nostra associazione, e grazie al prezioso contributo di tutti i membri, ciascuno con le proprie professionalità, continueremo ad offrire spunti di riflessione e analisi, lanciando delle proposte concrete a beneficio di tutto il Paese”.  


Fonte notizia: https://www.aidr.it/aidr-si-arricchisce-di-nuovi-soci-onorari-e-componenti-del-centro-studi/




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Rischi e vantaggi della piattaforma digitale nazionale targata: MIUR


Digital trasformation: al via le consultazioni online di Aidr


A Digitale Italia il Superbonus110: tra opportunità e sfide


Digitalizzazione. Nicastri (Aidr): tre punti per sostenere il Paese e aiutare la ripresa


Digital Europe 2021/2027. Il futuro del lavoro è digitale, la Ministra Dadone ospite dell’evento online Aidr


Competenze digitali e mercato del lavoro, il ministro Dadone ospite dell’evento online AIDR


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La gestione del cambiamento introdotto dal piano organizzativo per il lavoro agile

La gestione del cambiamento introdotto dal piano organizzativo per il lavoro agile
Tali Linee Guida inducono le Amministrazioni a focalizzarsi sull’attuazione di misure di sviluppo organizzativo e tecnologico finalizzate al lavoro agile, da programmare nell’arco di un triennio, in coerenza a criteri di flessibilità, autonomia e collaborazione (Risoluzione del Parlamento europeo del 13 settembre 2016). Tra i diversi punti che il POLA considera, assumono un ruolo strategico. di Arturo Veneruso, Innovation Manager e membro dell’Osservatorio AIDR per la Digitalizzazione dell’Ambiente e dell’EnergiaIl 9 dicembre 2020 il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha emesso le Linee Guida sul POLA (Piano Organizzativo del Lavoro Agile) che ogni Amministrazione Pubblica, così come definita dal decreto-legge 165/2001 art. 1 comma 2, deve (continua)

La società 5.0 apre le porte all’Umanesimo Digitale

La società 5.0 apre le porte all’Umanesimo Digitale
La society 5.0 considera l’impiego della tecnologia al servizio dell’uomo e dei suoi bisogni. Questo vale non solo nell’ambito della produzione e dell’economia ma anche nei campi della medicina, della ricerca e di tutte le attività che contribuiscono al benessere sociale. Il nuovo paradigma della società, mira a raggiungere una convergenza avanzata tra il cyberspazio e lo spazio fisico, attraverso l’ausilio delle tecnologie esponenziali come l’intelligenza Artificiale basata su BigData e Robot, per eseguire o supportare gli umani nei lavori ripetitivi e logoranti. di Sandro Zilli, Innovation Manager – Resp. Osservatario AIDR Innovazione e Crescita Digitale www.sandrozilli.itSCENARIOLa society 5.0 considera l’impiego della tecnologia al servizio dell’uomo e dei suoi bisogni. Questo vale non solo nell’ambito della produzione e dell’economia ma anche nei campi della medicina, della ricerca e di tutte le attività che contribuiscono al benessere social (continua)

Sanità 4.0 e Medicina delle 4P: Il risveglio digitale dal sonno analogico

Sanità 4.0 e Medicina delle 4P: Il risveglio digitale dal sonno analogico
La pandemia causata da CoViD-19, con tutte le connesse problematiche sia in ambito sanitario che sociale ed economico, ha creato in tutto il mondo la necessità di cambiamenti radicali e una accelerazione notevole verso l’applicazione di pratiche digitali. Mentre il costo dell’assistenza sanitaria tradizionale è diventato insostenibile, riuscire ad adottare misure di contenimento della spesa senza pregiudicare il livello di assistenza è diventato assolutamente una priorità. Giancarlo De Leo Consulente in Editoria Medico-Scientifica e Sanità Digitale Socio e Segretario dell’Osservatorio Sanità Digitale dell’Associazione Italiana Digital Revolution (AIDR)La pandemia causata da CoViD-19, con tutte le connesse problematiche sia in ambito sanitario che sociale ed economico, ha creato in tutto il mondo la necessità di cambiamenti radicali e una accelerazione notevole (continua)

A Digitale Italia il Superbonus110: tra opportunità e sfide

A Digitale Italia il Superbonus110: tra opportunità e sfide
Ospiti del programma, Anna Rita Giagheddu – Resp. Business e Pubblica Amministrazione Banco Posta – Poste Italiane e Massimo Codato – Socio Aidr e Direttore Generale Rilancio Italia. Ospite del format di Aidr Poste Italiane: il nostro impegno per favorire la ripresaÈ il Superbonus110 il tema della prima puntata del format web Digitale Italia, promosso da Aidr. Complessità amministrative, opportunità e sfide della misura introdotta dal decreto Rilancio per la riqualificazione energetica e strutturale degli immobili, al centro della rubrica di approfondimento dell’Associazione I (continua)

Superbonus110, il 90% lo adotterebbe anche se le misure non sono di semplice applicazione

Superbonus110, il 90% lo adotterebbe anche se le misure non sono di semplice applicazione
In particolare, circa il 90% dei partecipanti alla consultazione ha giudicato estremamente valide le misure introdotte con gli ecobonus ai fini della riqualificazione energetica. Molto buono anche il giudizio in merito al sismabonus come misura volta a migliorare la sicurezza degli immobili: l’80% dei casi. Nicastri (Aidr): dalla consultazione online promossa dall’associazione emergono dati interessantiBenissimo le misure introdotte dal Decreto Rilancio, anche se il timore di non riuscire a fruire delle agevolazioni previste è molto alto. Questo il quadro che emerge dalla consultazione online promossa da Aidr e dedicata al Superbonus110%.In particolare, circa il 90% dei partecipanti alla consultazion (continua)