Home > Altro > Leucemia linfatica cronica: ‘Da malattia inguaribile a sopravvivenza che supera oggi i 10 anni dalla diagnosi, grazie alle nuove scoperte, aspettativa e qualità della vita enormemente cresciuta’

Leucemia linfatica cronica: ‘Da malattia inguaribile a sopravvivenza che supera oggi i 10 anni dalla diagnosi, grazie alle nuove scoperte, aspettativa e qualità della vita enormemente cresciuta’

scritto da: Motore sanita | segnala un abuso

Ogni anno si diagnosticano nel mondo circa 400 mila nuovi casi di leucemia. In Italia si parla di circa 1.600 nuovi casi l’anno tra gli uomini e 1.150 tra le donne Leucemia linfatica cronica: ‘Da malattia inguaribile a sopravvivenza che supera oggi i 10 anni dalla diagnosi, grazie alle nuove scoperte, aspettativa e qualità della vita enormemente cresciuta’


Padova, 27 novembre 2020 – La leucemia linfatica cronica (LLC) è una neoplasia ematologica che consiste

in un accumulo nel sangue, nel midollo osseo e negli organi linfatici, di linfociti B, che hanno subito una

trasformazione maligna. Rappresenta la leucemia più comune nel mondo occidentale tipica nell’anziano,

con una età media alla diagnosi attorno ai 70 anni. Circa la metà di questi, presenta varie altre patologie

associate, rendendo il trattamento più complesso. Per questo la scelta di quando intervenire e la scelta

dell’appropriata terapia, rappresentano passaggi chiave per la cura di questi pazienti e per la sostenibilità del

sistema. Di questo si è parlato al webinar ‘Leucemia linfatica cronica. Malattia sempre più cronicizzata: quali

nuovi percorsi di cura?’, organizzato da MOTORE SANITA’, grazie al contributo incondizionato di ABBVIE.

 

“La terapia attuale della leucemia linfatica cronica sta cambiando i modelli organizzativi nella gestione del paziente con

questa malattia. Si è passati da regimi contenenti chemioterapici e pertanto con gestione in ambiente di day-hospital

a regimi terapeutici senza chemio e di conseguenza gestibili ambulatorialmente. Una buona parte di questi pazienti non

necessita di soffermarsi per ore in Ospedale per eseguire terapie. Questo sta determinando una maggior tollerabilità da

parte dei pazienti stessi verso questa malattia, che viene vista come malattia cronica. Inoltre, le terapie con nuovi farmaci

vanno ad impattare in misura minore sulla qualità di vita, permettendo al paziente stesso, seppure talvolta anziano, di

gestire in modo autonomo la sua malattia. Nell’attuale contesto temporale, riuscire a risparmiare la somministrazione di

farmaci chemioterapici a questi pazienti ha una rilevanza notevole nel ridurre l’esposizione del paziente a patologie infettive 

quali il Covid-19, considerata l’immunodeficienza che spesso si associa a questa patologia”, queste le parole di Livio Trentin,

Professore Associato Confermato Med/15 Malattie del Sangue, Università degli Studi di Padova



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Novità per la cura della Leucemia Mieloide Acuta recidivante/refrattaria


Leucemia Mieloide Acuta: presentate le analisi conclusive sullo studio Quantum R


Leucemia linfatica cronica. Malattia sempre più cronicizzata: quali nuovi percorsi di cura? - Veneto, 27 Novembre 2020, ORE 15:30


Quizartinib: l’EMA concede la valutazione accelerata


Daiichi Sankyo Astrazeneca: pazienti affetti da tumore HER2 positivo o mutato. I risultati presentati ad ASCO 2020


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Diabete e vaccini: una necessità ancora più stringente nel periodo Covid - 20 Gennaio 2021, Ore 15:30-17:30

l prossimo mercoledì 20 Gennaio dalle ore 15:30 alle 17:30, si terrà il webinar: ‘DIABETE E VACCINI: UNA NECESSITÀ ANCORA PIÙ STRINGENTE NEL PERIODO COVID', organizzato da Diabete Italia Onlus e MOTORE SANITÀ. il prossimo mercoledì 20 Gennaio dalle ore 15:30 alle 17:30, si terrà il webinar: ‘DIABETE E VACCINI: UNA NECESSITÀ ANCORA PIÙ STRINGENTE NEL PERIODO COVID',organizzato da Diabete Italia Onlus e MOTORE SANITÀ. I pazienti affetti da diabete mellito sono pazienti particolarmente fragili che presentano un’aumentatamortalità rispetto alla pop (continua)

Focus Veneto. Organizzazione dei percorsi e accesso alle cure nel tumore del polmone NSCLC ALK + - 18 Gennaio 2021, Ore 15:30-18

In Italia ogni anno circa 270 mila cittadini sono colpiti dal cancro. Attualmente, il 50% dei malati riesce a guarire, con o senza conseguenze invalidanti. Dell’altro 50% una buona parte si cronicizza, riuscendo a vivere più o meno a lungo. In Italia ogni anno circa 270 mila cittadini sono colpiti dal cancro. Attualmente, il 50% deimalati riesce a guarire, con o senza conseguenze invalidanti. Dell’altro 50% una buonaparte si cronicizza, riuscendo a vivere più o meno a lungo. I risultati della ricerca sperimentale, i progressi della diagnostica, della medicina e della chirurgia, le nuove terapie contro il tumore, stanno mostrando effe (continua)

TRIALS CLINICI: “Nei prossimi anni condividere progetti tra i professionisti delle diverse specialità indispensabile per definire protocolli per risposte sempre più precise”

12 Gennaio 2021 - Il termine trial clinico definisce uno studio clinico farmacologico, biomedico o salute-correlato, progettato secondo regole condivise e protocolli predefiniti per rispondere a precisi quesiti riguardanti l'effetto sui soggetti umani in termini di efficacia e sicurezza. 12 Gennaio 2021 - Il termine trial clinico definisce uno studio clinico farmacologico, biomedico o salute-correlato,progettato secondo regole condivise e protocolli predefiniti per rispondere a precisi quesiti riguardanti l'effetto suisoggetti umani in termini di efficacia e sicurezza. Senza i trial clinici, il progresso nella lotta contro le malattiesarebbe bloccato, ma p (continua)

Gli effetti a breve e lungo termine del Covid-19: dolore, alterazione del sonno, ansia, paura

Gli effetti a breve e lungo termine del Covid-19: dolore, alterazione del sonno, ansia, paura Il ruolo del follow up e della riabilitazione dopo la dimissione del paziente dalla terapia intensiva 23 Dicembre 2020 - Una delle preoccupanti considerazioni derivate dalla pandemiada SARS-COV-2 è stata che il virus non aggredisce solo i polmoni con una polmoniteinterstiziale che lesiona seriamente gli alveoli e trombizza i piccoli vasi conducendo aduna insufficienza respiratoria talora mortale, ma attacca tutti gli organi causandoalcuni deficit che probabilmente permangono a lungo e co (continua)

Covid-19 e cervello: sintomi, complicanze e ripercussioni sulla gestione delle malattie neurologiche

Lo studio multicentrico NeuroCOVID della Società Italiana di Neurologia sta raccogliendo informazioni sui pazienti che sono o sono stati affetti da Covid per valutare possibili implicazioni a lungo termine sul sistema nervoso 23 Dicembre 2020 - Il Covid, come può colpire organi come polmoni, cuore, rene, può anchecolpire il cervello e con due implicazioni nelle malattie neurologiche, manifestazionineurologiche direttamente indotte dall'infezione e grosse ripercussioni sulla gestionedelle malattie neurologiche legate all'emergenza come dimostra uno studio recentementepubblicato che ha evide (continua)