Home > Pubblica amministrazione > COVID 19, I VIGILI DEL FUOCO DI CGIL CISL E UIL SICILIA SOLLECITANO I PREFETTI DI TUTTA L’ISOLA : “PIÙ GARANZIE E TUTELE,TROPPE UNITÀ IN QUARANTENA O CONTAGIATE”

COVID 19, I VIGILI DEL FUOCO DI CGIL CISL E UIL SICILIA SOLLECITANO I PREFETTI DI TUTTA L’ISOLA : “PIÙ GARANZIE E TUTELE,TROPPE UNITÀ IN QUARANTENA O CONTAGIATE”

scritto da: Marianna La Barbera | segnala un abuso

COVID 19, I VIGILI DEL FUOCO DI  CGIL CISL E UIL SICILIA SOLLECITANO I PREFETTI DI TUTTA L’ISOLA : “PIÙ GARANZIE E TUTELE,TROPPE UNITÀ IN QUARANTENA O CONTAGIATE”

Le sigle sindacali lamentano risposte "evasive e insoddisfacenti" da parte della Direzione regionale


Una nota indirizzata a tutti i prefetti della Sicilia per chiedere maggiori tutele  e sicurezza sul lavoro.

La richiesta porta la firma dei sindacati dei Vigili del Fuoco di Cgil, Cisl e Uil regionali, che esprimono preoccupazione e invocano interventi per la categoria, definendo “assolutamente insoddisfacente” quanto messo in atto, ad oggi, per la loro salvaguardia e incolumità durante l’emergenza sanitaria ancora in atto.

La lettera porta la firma dei segretari Nicola Pesca, Roberto Bombara e Gianpiero Nuccio, che denunciano “il numero eccezionalmente elevato di Vigili del Fuoco contagiati e in quarantena in Sicilia: rispettivamente sessanta e cinquanta”.

Dati preoccupanti, che hanno indotto le sigle a chiedere ai prefetti incontri urgenti.

“Occorre – si legge nella nota -  agire su tutti i fronti, all’insegna della sinergia e della coerenza, potenziando le azioni e gli accorgimenti organizzativi già sperimentati in passato con i miglioramenti da noi suggeriti” .

Nella nota, le organizzazioni sindacali puntano il dito contro “la titubanza e la mancata accelerazione dell’ Amministrazione dei Vigili del Fuoco in Sicilia e, in particolare, da parte della Direzione regionale, che rischia di  vanificare gli sforzi profusi sino ad oggi del personale tutto”.

Le sigle, inoltre, “ravvisano l’esigenza di uno stimolo ulteriore verso i Comandi provinciali , da parte della Direzione regionale, per evitare tentennamenti ed interpretazioni distoniche” .

Le proposte concrete avanzate da Nicola Pesca, Roberto Bombara e Gianpiero Nuccio, inoltre, vanno nella direzione della riorganizzazione dei servizi di ogni specie, per favorire tutte le possibili declinazioni di espletamento delle prestazioni lavorative o addestrative in modo alternativo, al fine di limitare al massimo la permanenza in luoghi chiusi, uffici e mezzi.

“Laddove possibile, occorre promuovere il lavoro agile e la formazione a distanza – aggiungono - ormai sufficientemente regolamentata e normativamente incentivata”.

Un’istanza che si affianca alla necessità di proseguire nella distribuzione capillare dei dispositivi di protezione individuale quali gel igienizzante, mascherine chirurgiche – due per ogni turno di dodici ore – e di operazioni cicliche di tutela della salute collettiva : sanificazione di luoghi, automezzi, aeromobili e unità navali, nel rispetto dei protocolli vigenti, con particolare attenzione rivolta a quelle realtà dove in considerazione del maggiore numero di persone, le occasioni di contagio sono più consistenti.

Le organizzazioni sindacali, pertanto, preannunciano un’azione di sensibilizzazione che parte proprio dai prefetti di tutte le province isolane affinché siano fornite risposte concrete alle richieste  formulate  dalla categoria, a seguito dei riscontri , “evasivi e insoddisfacenti”, forniti dalla direzione regionale.

 

Covid 19 | Cgil | Cisl | Uil Sicilia | Gianpiero Nuccio | Nicola Pesca | Roberto Bombara | quarantena |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Confapi Milano e le parti sociali: insieme per promuovere la bilateralità delle PMI


I PENSIONATI SICILIANI ALL’ATTACCO DEL GOVERNO MUSUMECI : “ANZIANI ABBANDONATI, TOTALE ASSENZA DI INTERVENTI ECONOMICI E SANITARI A FAVORE DEI PIÙ DEBOLI"


L. Ron Hubbard Umanitario - premi e riconoscimenti


DL ospedali favorisce il contagio? La furia di Spinelli (IDD)


CANTIERI ANAS, I SINDACATI DI CATEGORIA DI CGIL, CISL E UIL CHIEDONO UN CONFRONTO REALE SENZA POLEMICHE


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

BUONI PASTO E LAVORO AGILE, LA UILPA ACCUSA I VERTICI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE IN SICILIA

BUONI PASTO E LAVORO AGILE, LA UILPA ACCUSA I VERTICI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE IN SICILIA
Il coordinatore regionale UILPA Entrate Raffaele Del Giudice ha trasmesso una lettera ad Alfonso Farruggia e Renato Cavallaro, rispettivamente segretario generale UILPA Sicilia e coordinatore nazionale UILPA Entrate Lavoratori dell’Agenzia delle Entrate penalizzati e privati dei buoni pasto e di rimborsi forfettari o straordinari.Lo denuncia, in una nota, il coordinatore regionale della UILPA Entrate Raffaele Del Giudice che illustra i disagi subiti dai dipendenti a seguito dell’introduzione dello smart working per via dell’emergenza sanitaria.“Malgrado i mutamenti improvvisi imposti dall’epidemia c (continua)

PALERMO, LA CIDEC VISITA “BORGO STRAFALÉ” IN VIA IV APRILE

PALERMO, LA CIDEC VISITA “BORGO STRAFALÉ” IN VIA IV APRILE
Il presidente dell'associazione di categoria Salvatore Bivona ha definito l'iniziativa "uno straordinario progetto che mette insieme economia, coesione sociale e decoro urbano" “In qualità di presidente di un’associazione di categoria che tutela e valorizza il commercio e la creatività dei talenti locali,  e da cittadino palermitano,  sono molto orgoglioso delle energie e dell’impegno profusi dai partecipanti al progetto Borgo Strafalé , e mi auguro che esso diventi un modello sociale e produttivo al quale possano ispirarsi operatori economici, artigiani e libe (continua)

LAVORO AGILE E CAOS AL COMUNE DI PALERMO, IL COLLEGIO DEI GEOMETRI SOLIDALE CON IL SEGRETARIO ANTONIO LE DONNE : “DISAGI ANTECEDENTI L’EMERGENZA SANITARIA”

LAVORO AGILE E CAOS AL COMUNE DI PALERMO,  IL COLLEGIO DEI GEOMETRI SOLIDALE  CON IL SEGRETARIO ANTONIO LE DONNE :  “DISAGI ANTECEDENTI L’EMERGENZA SANITARIA”
Il presidente del Collegio dei Geometri e Geometri laureati Carmelo Garofalo da tempo sollecita il Comune ad avviare la digitalizzazione dei fascicoli edilizi “Le esternazioni del segretario generale del Comune di Palermo Antonio Le Donne in merito alle disfunzionalità legate all’organizzazione del lavoro in modalità agile confermano quanto il Collegio dei Geometri denuncia da tempo, con particolare attenzione rivolta al polo tecnico: la macchina amministrativa non risponde ai bisogni della collettività e ciò accadeva anche ben prima dell’emergenza sani (continua)

CASA CIRCONDARIALE DI AGRIGENTO, ARMANDO ALGOZZINO (UILPA POLIZIA PENITENZIARIA) DENUNCIA IL MANCATO PAGAMENTO DELLE SPETTANZE DI SERVIZIO DI MISSIONE

CASA CIRCONDARIALE DI AGRIGENTO, ARMANDO ALGOZZINO (UILPA POLIZIA PENITENZIARIA) DENUNCIA IL MANCATO PAGAMENTO DELLE SPETTANZE DI SERVIZIO DI MISSIONE
Agli inizi del mese di ottobre, una delegazione sindacale della UILPA Polizia Penitenziaria, capeggiata dal segretario nazionale Armando Algozzino, aveva già effettuato una visita presso la struttura: erano emersi disagi e criticità L’area amministrativa contabile della Casa Circondariale Petrusa di Agrigento versa in una condizione di disfacimento.È l’accusa che Armando Algozzino, segretario nazionale della Uil Pubblica Amministrazione Polizia Penitenziaria, rivolge alla direzione dell’Istituto, intervenendo in merito alla mancata remunerazione delle spettanze del servizio di missione compiuto dal personale della Polizi (continua)

PREVENZIONE CARDIOLOGICA PER L’INFANZIA, PROMOZIONE DELLA LETTURA E AMORE PER GLI ANIMALI: IN ARRIVO “IL CALENDARIO DI TOMMY 2021” A SOSTEGNO DEL PROGETTO “PICCOLI BATTITI”

PREVENZIONE CARDIOLOGICA PER L’INFANZIA, PROMOZIONE DELLA LETTURA E AMORE PER GLI ANIMALI:  IN ARRIVO “IL CALENDARIO DI TOMMY 2021”  A SOSTEGNO DEL PROGETTO “PICCOLI BATTITI”
"Storie di cani. Il calendario di Tommy 2021" è il frutto del lavoro di un vero e proprio team coordinato da Sergio Quartana Avviare una capillare attività di prevenzione cardiologica presso la popolazione scolastica, al fine di evidenziare eventuali anomalie del tracciato elettrocardiografico, che possono costituire un rischio di morte improvvisa. Questo l’obiettivo primario del progetto denominato “Piccoli Battiti”, messo a punto  da “Movimento per la Salute dei Giovani”, in cooperazione con “La Stella di Lo (continua)