Home > Arte e restauro > Restauro alla reggia di Caserta: è guerra ai parassiti dei letti dei sovrani

Restauro alla reggia di Caserta: è guerra ai parassiti dei letti dei sovrani

scritto da: Webmasterdeslab | segnala un abuso

Restauro alla reggia di Caserta: è guerra ai parassiti dei letti dei sovrani

Disinfestazione tarli: è lotta contro il tempo per il recupero dei letti dei sovrani alla Reggia di Caserta.


Arte del restauro e trattamento antitarlo, ovvero due attività interconnesse con in comune un nemico piccolo ma estremamente insidioso: i tarli del legno. E quanto si sta facendo in queste settimane alla Reggia di Caserta ne è la dimostrazione. Portare all’antico splendore opere d’arte in legno è un’operazione molto complessa e minuziosa, come quella di recupero dei letti dei sovrani Francesco II e Gioacchino Murat.

Il letto di Francesco II Borbone, risalente ai primi ‘800, è realizzato in legno di mogano a doppia testata culminante con quattro busti raffiguranti Pallade e Marte. Con le spalliere ornate di figure alate e fregi in ottone e con quattro leoni alati agli angoli poggiati su un piedistallo, il letto si poggia su un baldacchino con pedana e un padiglione intagliato e dorato, culminante con una corona da cui discende un cortinaggio di raso avorio. Impressionante è anche la sovrastruttura in legno intarsiato ornata di stoffe.

Altrettanto meraviglioso è il letto di Gioacchino Murat, anch’esso in mogano e impreziosito da una ricchissima decorazione di fregi di legno dorato raffiguranti elmi, lance, spade e teste di leoni su uno dei due lati del letto. Il baldacchino, invece, si erge su quattro picche dal quale discende un tendaggio di raso blu avorio. Al di là del recupero dei tessuti, la sfida più improba è quella che riguarda il ripristino e l’assemblaggio delle parti lignee interessate dal deterioramento. L’azione di sfarfallamento degli insetti xilofagi perpetrata nei secoli, ha di fatto portato queste due opere ad un pessimo stato di conservazione.

In effetti, un mero intervento di disinfestazione tarli non basta a riportarle all’antica magnificenza, ma indispensabili sono soprattutto quelle operazioni di stuccatura, rasatura e coloratura che solo i veri specialisti del settore, come lo staff di Trattamentoantitarlo.net è in grado di assicurare.


Fonte notizia: http://www.trattamentoantitarlo.net/


trattamento antitarlo | disinfestazione tarli | restauro mobili antichi |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

ARREDAMENTO: LETTI ITALIANI TRA I PIÙ GRANDI D’EUROPA


Easy Rider, il mito della motocicletta – Motociclette alla Reggia di Venaria


Letti in ferro battuto acquistabili su Tricca Arredamenti


Reggia di Caserta


Sempre più successo per la Pizza


Notte Bianca a Caserta 2019: la carica dei 60.000 partecipanti ha reso indimenticabile l’evento


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Tenta suicidio e crea panico in città: salvato da uno spray peperoncino

Tenta suicidio e crea panico in città: salvato da uno spray peperoncino
Spray al peperoncino in dotazione consente ai carabinieri di salvare un uomo da un tentativo di suicidio. Proteggere la propria vita dalle cattive intenzioni di sé stesso grazie all’utilizzo di uno spray antiaggressione legale: non è un paradosso ma è quanto accaduto nella ridente città di Scandicci, in provincia di Firenze, dove un uomo di 44 anni, completamente fuori di sé e con evidenti disturbi psichici, girava per le vie con un coltello minacciandosi di togliersi la vita. Un episodio che (continua)

Immobili in Puglia: prezzi in rialzo in tutte le provincie, tranne a Taranto

Immobili in Puglia: prezzi in rialzo in tutte le provincie, tranne a Taranto
Case in vendita in Puglia: Taranto e provincia chiudono il 2020 con i valori immobiliari più economici della regione. Valori immobiliari in rialzo in tutta la Puglia tranne che per Taranto e provincia: si possono riassumere così i dati dell’ufficio studi di Idealista sull’andamento dei prezzi degli immobili nella regione dove Taranto, città in cui l’agenzia immobiliare Cambio Casa svolge da sempre il proprio servizio con passione e professionalità, si contraddistingue in tutto il territorio. Rispetto al 2 (continua)

Aumentare il valore del tuo immobile? Con la riqualificazione energetica è possibile

Aumentare il valore del tuo immobile? Con la riqualificazione energetica è possibile
Case in vendita e valore immobiliare: esperti del settore finanziario, agronomi e ingegneri concordano sull’importanza di puntare all’efficientamento energetico. Puntare all’efficientamento energetico per aumentare il valore di un immobile: una scelta che comporta notevoli benefici economici. Quello del miglioramento energetico è un tema verso il quale gli italiani mostrano particolare interesse negli ultimi anni, e non solo per ragioni fiscali. Come più volte ribadito da Immobiliare Cambio Casa, l’agenzia immobiliare a Taranto leader nella città dei d (continua)

Miglioramento energetico: sostituire gli infissi il primo passo importante

Miglioramento energetico: sostituire gli infissi il primo passo importante
Riqualificazione energetica: per gli italiani il miglioramento delle prestazioni passa attraverso l’installazione di nuovi infissi energetici. Per raggiungere elevati livelli di efficienza energetica, il primo passo cruciale è quello di sostituire i serramenti prima ancora di installare caldaie e/o climatizzatori di nuova generazione. E, aggiungiamo, se lo facessimo con gli infissi in legno di qualità, i risultati sarebbero ancor più soddisfacenti.A confermare quanto importante sia per gli italiani isolare le abitazioni sostituendo (continua)

La perdita dei benefici per DURC irregolare non può essere retroattiva

 La perdita dei benefici per DURC irregolare non può essere retroattiva
Perdita dei benefici contributivi: il Tribunale di Chieti pone un freno alla revoca retroattiva in caso di DURC irregolare. Il Tribunale di Chieti fa chiarezza sugli effetti del DURC irregolare Finalmente gli sforzi del nostro studio, condotti con articoli, saggi, convegni e cause hanno prodotto il primo importante risultato: la perdita dei benefici per DURC irregolare non può essere retroattiva. Lo ha sancito, per la prima volta con una chiarezza lapalissiane e dovizia di argomentazioni, il Tribunale di Ch (continua)