Home > Altro > Rubner Türen lancia NOEMI, la nuova porta in legno massello che non fa uso di colle o adesivi chimici

Rubner Türen lancia NOEMI, la nuova porta in legno massello che non fa uso di colle o adesivi chimici

scritto da: Dagcom | segnala un abuso

Rubner Türen lancia NOEMI, la nuova porta in legno massello che non fa uso di colle o adesivi chimici


Si chiama NOEMI ed è l’ultima nata in casa Rubner Türen, una porta per interni in legno massello altamente sostenibile che interpreta in chiave moderna l’antica tecnica di giunzione a tenone e mortasa grazie alla quale la porta viene realizzata senza l’utilizzo di colle e adesivi chimici.

Utilizzata per centinaia di anni dai falegnami di tutto il mondo per unire elementi in legno, la giunzione a tenone e mortasa è un grande classico. Al recupero di questa antica tradizione, Rubner Türen affianca un design dalle linee semplici in cui le venature a vista dell’abete rosso riscaldano lo spazio, enfatizzando la sensazione di passaggio tra un ambiente e l’altro.

 Le porte per interni definiscono il nostro spazio abitativo – spiega Matthias Willeit, responsabile del Marketing di Rubner Türen – sono uno dei primi e ultimi elementi di design che si notano in una casa, trasmettono accoglienza, possono creare un filtro tra due ambienti con funzione simile, oppure separare con un taglio netto gli spazi, per valorizzarne le differenze. Nel caso di Noemi, l’abete rosso può essere lasciato al naturale, la nuance tenue e calda di questo materiale è ideale per dare un tocco di naturalità agli ambienti più freddi, oppure può essere colorato in modo ecologico con oli o cere pigmentate per imprimere allo spazio una personalità più decisa.”

 Altra caratteristica di Noemi è il giunto di dilatazione che corre perpendicolare lungo il battente della porta assumendo un tratto decorativo e permettendo al legno di dilatarsi e comprimersi sotto gli input di umidità e calore senza deformarne il design.

 Naturali ed ecosostenibili, le porte Rubner vengono realizzate con legname a deforestazione controllata, nel pieno rispetto dell’ambiente.

 Con un totale di 190 collaboratori, 4 sedi produttive (Chienes, Perca, sul Renon ed a Pieve D’Alpago), 25.000 porte per interno e 4.000 portoni d’ingresso prodotti ogni anno, Rubner Türen è l’azienda del Gruppo Rubner specializzata nella produzione di portoni d’ingresso, portoncini, porte per interni e porte speciali dal design personalizzato.

Design moderno e tradizione antica si fondono per esaltare gli spazi interni |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

RUBNER HOLZBAU PLURIPREMIATA AGLI AUSTRALIAN TIMBER DESIGN AWARDS 2020


Benefici per l’uomo, oltre che per l’ambiente: i vantaggi dei luoghi realizzati in legno


Adesivi Murali di Calcio: Caratteristiche, Idee E Dove Comprarli


Il legno materiale da costruzione sostenibile per un‘Europa Climate Neutral nel 2050


RUBNER HAUS, ACCORDO CON AUXILIA FINANCE


Adesivi Murali per i Bambini: Tutto Quello Che È Necessario Sapere Prima Dell'acquisto


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

CASA MODICA, UN ORGANISMO ABITATIVO IN PURO LEGNO MASSELLO

CASA MODICA, UN ORGANISMO ABITATIVO IN PURO LEGNO MASSELLO
A Vezzano, in Südtirol, holzius realizza una casa che respira con la natura intorno A Vezzano, un piccolo borgo di 400 abitanti alle pendici del Monte Sole, il versante più soleggiato della media e bassa Val Venosta, holzius realizza in sole 9 settimane una casa plurifamiliare in legno massello lasciato al naturale, un vero e proprio organismo abitativo privo di colle e parti metalliche ed energeticamente autonomo, che interpreta le esigenze dei committenti in piena simbiosi (continua)

RUBNER HOLZBAU PLURIPREMIATA AGLI AUSTRALIAN TIMBER DESIGN AWARDS 2020

RUBNER HOLZBAU PLURIPREMIATA  AGLI AUSTRALIAN TIMBER DESIGN AWARDS 2020
L’azienda altoatesina ha vinto il primo posto e nella categoria “Stand alone structure” rispettivamente con i progetti Marrickville Library e Chadstone Link E’ alla Marrickville Library dello studio Architecture BVN, Sydney (AUS), una straordinaria biblioteca nella cittadina di Marrickville (Australia) alla cui realizzazione ha contribuito Rubner Holzbau[1], che è andato - “per i molteplici utilizzi del legno e lo straordinario design” - il primo premio dell’Australian Timber Design Award, il concorso di design australiano che premia le grandi (continua)

CONNECTED (BY DESIGN)

CONNECTED (BY DESIGN)
9 progetti, 3 legni di latifoglia americani e 1 workshop per riflettere sul ruolo del design durante la pandemia La pandemia da Covid-19 ha modificato irreversibilmente la modalità con cui le persone vivono, lavorano e interagiscono tra loro. Connected è un interessante progetto di sperimentazione lanciato da American Hardwood Export Council (AHEC), Benchmark Furniture e il Design Museum di Londra per esplorare come l’emergenza pandemica ha cambiato il modo di lavorare. 9 designers internazionali sono s (continua)

MADE TOGETHER APART Connected al Design Museum di Londra e il design che si ricrea a distanza

MADE TOGETHER APART  Connected al Design Museum di Londra e il design che si ricrea a distanza
Da quando l'avvento di Covid-19 ha cambiato il modo in cui le persone vivono, interagiscono e lavorano, creativi e artigiani hanno dovuto adattarsi a utilizzare nuove tecnologie per lavorare insieme a distanza, operando da uffici spesso improvvisati in casa. American Hardwood Export Council (AHEC), Benchmark Furniture e il Design Museum hanno lanciato una sfida affinché nove designers interna (continua)

CONNECTED

CONNECTED
Il progetto di design che esplora nuovi modi di lavorare da casa ai tempi del Coronavirus Si chiama Connected ed è un percorso di sperimentazione e riflessione lanciato da American Hardwood Export Council (AHEC), Benchmark Furniture e Design Museum, per esplorare come l’emergenza pandemica ha cambiato il modo di lavorare e vivere di designer e artigiani e come nuove forme digitali di collaborazione transnazionale possono essere possibili anche in un settore fisico e tattile come i (continua)