Home > Cibo e Alimentazione > Il pizzaiolo Errico Porzio ritira il premio Follia Creativa in rappresentanza degli imprenditori del settore dell’ospitalità e dei ristoratori

Il pizzaiolo Errico Porzio ritira il premio Follia Creativa in rappresentanza degli imprenditori del settore dell’ospitalità e dei ristoratori

scritto da: Harry di Prisco | segnala un abuso

Il pizzaiolo Errico Porzio ritira il premio Follia Creativa in rappresentanza degli imprenditori del settore dell’ospitalità e dei ristoratori

Il turismo e la sua filiera deve tornare ad essere un asset fondamentale per l’economia italiana


Sarà il pizzaiolo napoletano Errico Porzio a ritirare, in rappresentanza di tutta la categoria dei ristoratori e dell’ospitalità italiana, il “Premio Follia Creativa”, che per il quarto anno consecutivo il Team 5-Hats (società nata per dare sostegno e fornire strumenti e strategie di business alle imprese del Food & Beverage) assegna a produttori, professionisti, ristoratori e albergatori che si distinguono nel settore Horeca per proposta, innovazione o sentimento imprenditoriale.

 

In questa particolare edizione, non si è voluto premiare un singolo professionista, ma l’intera categoria della ristorazione, della produzione e dell’ospitalità. La proposta di assegnare il premio in maniera simbolica ha raccolto il consenso unanime della giuria che ha individuato in Errico Porzio un illustre ambasciatore della categoria.

 

In questo anno di crisi, segnato da un faticoso lockdown, Porzio ha condiviso dettagliatamente e con entusiasmo la sua maestria, utilizzando i social per svelare tecniche e ricette. Ha saputo, inoltre, condurre la comunicazione  in modo non banale e con “follia creativa”, incentrandola sull’importanza della divulgazione e delle persone con le quali interagisce, invece che su se stesso, in totale controtendenza rispetto al tipico orientamento dei social.

 

Le motivazioni del riconoscimento fanno riferimento allo spirito di sacrificio, alla dedizione e all’inventiva che questi settori imprenditoriali stanno mettendo in campo per compiere l’evoluzione necessaria a far sì che il turismo e la sua filiera tornino ad essere un asset fondamentale per l’economia italiana.

 

 H di P

 

Errico Porzio |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

I Vincitori della 10° Edizione Del Premio ” La Pellicola D’oro ” Tantissimi gli ospiti


“Alberto Sordi segreto” - il primo libro sulla vita privata del grande attore scritto dal cugino Igor Righetti


Prospettive ed aspettative per i pizzaioli, trovano successo per il loro futuro


“Jus Factory” festeggia il suo anniversario


Inaugurato a Pianura il ristorante – pizzeria “Mastunicola”


VI Tappa del tour Degustì da pizzeria "Porzio", mercoledì 20 febbraio alle ore 20:00 a Soccavo, Napoli


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La Select per la Campania: «Ora serve l'aiuto delle sue aziende leader»

La Select per la Campania: «Ora serve l'aiuto delle sue aziende leader»
«Ora è il momento delle eccellenze campane, tocca a noi aiutare il sistema a non cadere perché una volta caduti, rialzarsi diventerà molto difficile» Spalla a spalla, nessuno cade. Ecco che in tempi duri come questi, le spalle forti diventano fondamentali per non far cadere un sistema che oggi stenta a sopravvivere. Campania poco felix ultimamente, tra mancanza di lavoro e una povertà che cresce causa la crisi sanitaria ed economica che sta attraversando l’Italia intera. Si fatica, molto e in attesa di un nuovo inizio. Nel frattempo ec (continua)

Mediagraf e Favini per il Calendario Storico dell’Arma dei Carabinieri 2021 un prodotto da collezione realizzato a fine benefici

Mediagraf  e Favini per il Calendario Storico dell’Arma dei Carabinieri 2021 un prodotto da collezione realizzato a fine benefici
La speciale carta prodotta in esclusiva da Favini per il calendario con fibrille visibili solamente con la luce UV rendono il prodotto anti-contraffazione La carta ecologica Crush della Favini con il 15% di residui di produzione agro-industriali in parziale sostituzione di cellulosa da albero utilizzata dalla chef Carlo Cracco    Sei alla ricerca di nuove ispirazioni per il 2021?  Chiedi alla  #Favinicollection con i campionari delle specialità grafiche: carte colorate, ecologiche, goffrate, metallizzate ideali per i (continua)

Luigi Auletta nominato coordinatore campano Wedding Confesercenti

Luigi Auletta nominato coordinatore  campano Wedding Confesercenti
Nel Mezzogiorno il wedding è fondamentale Confesercenti far sì che il Governo riconosca questa categoria che sviluppa economia Il lusso nella moda per cerimonia è prerogativa di pochi? Non necessariamente, con i marchi: Impero Couture, Impero Diamonds, Luigi Auletta, Impero Sposa, Impero Uomo, Rosi Girl e Impero Junior della “Luigi Auletta Alta Moda”. Ad Aversa, in provincia di Caserta, l’azienda fondata da Luigi Auletta nel 2000 è diventata in breve tempo il punto di riferimento nel mercato nazionale della mod (continua)

Enrico Schettino programma nuove aperture di ristoranti fuori della Campania

Enrico Schettino programma nuove aperture di ristoranti fuori della Campania
La decisione maturata dopo il brutto episodio accorso al rider campano Enrico Schettino è titolare di 18 ristoranti con il Gruppo Giappo buona parte  in Campania  Rinnovarsi per ripartire. Un tempo, per cercare di concludere migliori affari, gli imprenditori puntavano all’estero. Oggi, per un ristoratore può bastare andare fuori dalla Campania: una delle regioni in cui il settore della ristorazione ha subito limitazioni spesso più restrittive di que (continua)

Un nastro di seta lega Napoli alla Federazione Russa

Un nastro di seta lega Napoli alla Federazione Russa
La Maison Cilento 1780 continua nella coesione internazionale tramite le sue cravatte I rapporti artistici e culturali tra Napoli e la Russia risalgono  al diciottesimo secolo. Fra i primi ad apprezzare la nostra terra furono gli studenti  dell'Accademia di Belle arti di San Pietroburgo che ritrassero il Vesuvio, le marine e scorci del golfo sulle loro tele, facendo scoprire le bellezze di Napoli. Giunsero poi i primi turisti fra cui  Maksim Gor'kij, che visse (continua)