Home > Altro > Turismo: per World Travel Award in Sardegna il "Miglior eco resort del mondo"

Turismo: per World Travel Award in Sardegna il "Miglior eco resort del mondo"

scritto da: D.L. | segnala un abuso

Turismo: per World Travel Award in Sardegna il


Per il secondo anno consecutivo l'Arbatax Park Resort, la struttura ricettiva sarda di proprietà del Gruppo Mazzella, porta a casa l'ambito e prestigioso riconoscimento internazionale che i World Travel Awards - gli Oscar del turismo - assegnano alla migliore realtà Eco Sostenibile del settore turistico mondiale: la struttura italiana si posiziona infatti come 1° classificato nella categoria World's Leading Eco Resort 2020. 

L'annuncio è stato dato durante la celebrazione virtuale del Grand Final Winners Day e la recente proclamazione dell'Arbatax Park quale miglior Eco Resort del Mondo riporta la magica Terra di Sardegna, simbolo della forza antica ed emblema della bellezza e della lunga vita, alla ribalta internazionale e le consente di essere identificata come Regina dell'accoglienza eco sostenibile a livello mondiale. "Per noi è veramente un grande onore riportare a casa il premio più ambito al Mondo in ambito turistico" commentano Giorgio, Angela e Attilio Mazzella sottolineando che "si tratta di un importante risultato frutto della nostra visione e dell'impegno e dedizione con la quale il nostro Staff ci supporta quotidianamente. Quest'anno, inoltre, ha un valore molto maggiore in quanto giunge durante il difficile momento che il nostro settore sta attraversando". "Ringraziamo di cuore -aggiungono- tutti coloro i quali hanno scelto di sostenerci in questa ambiziosa sfida e facciamo i più sinceri complimenti anche alle altre Imprese turistiche sarde che hanno primeggiato nelle loro categorie di riferimento". "Un complimento particolare al Timi Ama di Villasimius -Struttura di proprietà del Gruppo Mazzella, gestita dalla Catena alberghiera francese Accor, sotto il Brand Pullman - che con la sua vittoria contribuisce al prestigio e al decoro del nostro Gruppo" precisa Attilio, Chief Developement Officier del Gruppo Mazzella.

L'Arbatax Park Resort nasce nel 2010 dalla visione degli imprenditori Giorgio Mazzella e Angela Scanu, che dopo anni di attività come sviluppatori nel campo turistico in Sardegna, decidono di intraprendere insieme una nuova sfida, aprendo la loro 'casa' al mondo, con il desiderio di condividere la loro passione PER la natura, PER i bambini, PER le tradizioni ed il loro amore incondizionato PER la Terra che li ospita. L'Arbatax Park sorge in una penisola di oltre 60 ettari di natura incontaminata, un luogo magico che accoglie l'unico Resort al mondo con un moderno concetto di benessere globale, inserito all'interno di un Parco Naturalistico. Fra oltre 500.000 piante, più di 500 animali e 5.000 metri di passeggiate, ogni giorno, 500 persone si prendono cura degli Ospiti e del Parco”.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Evolution Travel: un partner affidabile dei principali Tour Operator italiani


La Sardegna fa bene!


2019 Monaco WSLA: Fabiana Gabellini crea l'outfit per lo show della Master of Ceremonies Lorena Baricalla


Roma Travel Show sigla un accordo con il Gruppo Travel


I confortanti dati sul Turismo Enogastronomico Italiano


Dalla cima delle Dolomiti a Gardaland: online il nuovo portale Veneto!


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

"Contro il Covid lactoferrina, quercetina e resveratrolo non servono. Sono bufale”


Intervista a Stefania Ruggeri, docente dell’Università di Tor Vergata, nutrizionista e ricercatrice del CREA Alimenti e Nutrizione Professoressa Ruggeri, non bastavano i virologi che litigano anche su quale sia la terapia farmacologica più efficace per combattere il Covid- 19. Ora, alcuni nutrizionisti sbandierano ai quattro venti la possibilità di ricorrere a integratori miracolosi. Che faccio, corro in farmacia? Tenga presente che ho un’età, per usare il vostro linguaggio, robusta…Resti a casa, che è meglio. Poi, non (continua)

Ana Bettz: la star che superò… Madonna

Ana Bettz: la star che superò… Madonna
Anna Bettz si racconta. Dagli inizi della carriera a quella volta che fu preferita… a Madonna! Tutti si chiedono quando è cominciato il successo artistico di questa cantante internazionale italo-americana, dalla bellezza stratosferica e dalla personalità “stronger than life”. È una storia avvolta quasi nel mito, così com’è The Body: Ana Bettz. E per svelare ogni intimo segreto abbiamo deciso di chiederlo a lei.Ana Bettz, lei è diventata un’icona della musi (continua)

“Se a gennaio si riaprono le scuole, la terza ondata sarà inevitabile”

“Se a gennaio si riaprono le scuole, la terza ondata sarà inevitabile”
Andrea Crisanti, Direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell’Università di Padova Professor Crisanti, ogni giorno il bollettino dei morti di Covid è spaventoso. Eppure, leggiamo e sentiamo che la situazione sta migliorando. Il cittadino rischia di non capire o di assuefarsi. Sbaglio?Sono, comunque, numeri, che vanno contestualizzati. Le persone, che muoiono oggi, sono quelle, che si sono ammalate, quando avevamo quarantamila di casi al giorno, o giù di lì. Crisanti, un (continua)

Allontanati dalla madre, divisi fra loro, domani una perizia psichiatrica. Quattro fratelli indifesi. A Cuneo una vergogna italiana

Allontanati dalla madre, divisi fra loro, domani una perizia psichiatrica. Quattro fratelli indifesi. A Cuneo una vergogna italiana
Raffaella Regoli, giornalista, regista e scrittrice Raffaella Regoli, perché è per te inaccettabile quello stanno patendo i bambini di Cuneo?Perché quattro bambini rischiano di diventare vittime di Stato. Invece di riportarli a casa, si chiede una perizia psichiatrica su quattro fratelli, che da mesi gridano il loro dolore da quattro comunità diverse. E’ una grave violazione dei diritti umani e del fanciullo. Ho già scritto al Ministro della (continua)

Paolo Zangrillo indagato, si infuoca Forza Italia in Piemonte

Paolo Zangrillo indagato, si infuoca Forza Italia in Piemonte
TORINO – Inizia a far rumore l'inchiesta sulla cancellazione illecita dalle liste che porta avvisi di garanzia a Paolo Zangrillo, coordinatore regionale Forza Italia Piemonte e fratello di Alberto Zangrillo, al capogruppo a Montecitorio Riccardo Molinari ed al deputato Alessandro Benvenuto, entrambi della Lega. “Persino un bambino sa che appena si modifica un nome nelle liste, queste devono essere (continua)