Home > Sport > Latina-Lazio: Gascoigne e i panini di Ughetto. Roberto Papaverone ricorda un calcio d’altri tempi

Latina-Lazio: Gascoigne e i panini di Ughetto. Roberto Papaverone ricorda un calcio d’altri tempi

scritto da: Paolo Riggio | segnala un abuso

Latina-Lazio: Gascoigne e i panini di Ughetto. Roberto Papaverone ricorda un calcio d’altri tempi

L’ex presidente del Latina Calcio racconta un’amichevole di inizio anni ’90 tra la squadra nerazzurra e la Lazio. A farla da padrone fu il carisma e la simpatia di uno dei giocatori più forti della storia biancoceleste. Di chi stiamo parlando? Di Paul Gazza Gascoigne


“Quel Latina-Lazio rappresenta un calcio che non c’è più e che manca a tutti i veri amanti di questo sport meraviglioso”. Così, l’ex presidente del Latina Calcio e Direttore Responsabile di Oggi Notizie Roberto Papaverone, ricorda un’amichevole estiva indimenticabile, un’amichevole che potrebbe essere ribattezzata “il Paul Gascoigne Show”.

Anni ‘90. Stadio Comunale. Di fronte, Latina e Lazio. La partita venne organizzata seguito di un accordo tra Roberto Papaverone e Dino Zoff, allora presidente della squadra capitolina. In cambio di due giocatori promettenti, la Lazio si impegnava a disputare un paio di amichevoli a Latina, il cui incasso sarebbe andato tutto al club nerazzurro. “Ricordo l’entusiasmo della città, eravamo una squadra di serie minore e vedere in campo i giocatori della Lazio elettrizzava tutti – dice Papaverone -. C’era grande curiosità e attesa soprattutto per l’arrivo di Gazza, era un calciatore incredibile con una classe pazzesca”.

 Talento, irrequietezza, follia, ma anche semplicità, simpatia e carisma. Paul “Gazza” Gascoigne secondo Ferguson è stato  la star più luminosa mai prodotta dall’Inghilterra e se lo dice Sir Alex c’è da fidarsi. Nel suo periodo alla Lazio fece innamorare tutti, non solo per la sua classe infinita, ma anche per la sua follia, dentro e fuori dal campo, unita ad un senso dell’umorismo fuori dal comune: “Se hai vissuto il calcio negli anni ’90 non puoi non amare Gazza – afferma Papaverone -. In campo era uno show continuo. Tra un dribbling e l’altro, Gascoigne non perdeva l’occasione di scherzare con l’arbitro, con la nostra panchina, con i tifosi e soprattutto con i nostri calciatori. Non voleva schernirli, ma semplicemente voleva divertirsi”.

C’è un episodio in particolare che colpì l’allora presidente del Latina: “Ricordo che Gazza si asciugava il sudore dal viso con la maglia del suo marcatore, scatenando l’ilarità di tutti. Ovviamente appena aveva la palla illuminava. Ad un certo punto della gara, proprio sotto la tribuna, il nostro terzino sinistro gli tirò la maglia nel tentativo di fermarlo. Gazza si fermò e con molta tranquillità si tolse la maglia porgendogliela. Il nostro calciatore rimase senza parole e il pubblico andò in visibilio. Gazza era davvero un personaggio unico”.

Di quella partita, Roberto Papaverone ricorda anche il finale: “Dopo la gara tutti i calciatori, compresi quelli della Lazio assaggiarono i panini di un nostro storico tifoso, il mitico Ughetto, purtroppo scomparso. Si creò un clima di condivisione incredibile, in cui società, calciatori e tifosi erano tutti insieme, al di là dei colori delle maglie. Era un calcio d’altri tempi”. 

Roberto Papaverone | Gascoigne | Latina Lazio amichevole | Ughetto |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Roberto Papaverone: “Vi racconto la rivalità tra Latina e Albalonga”


Latina Calcio, Roberto Papaverone e i tifosi del Partinico: “I miei amici siciliani mi invitarono a mangiare il pesce”


Roberto Papaverone e gli arbitri in Serie D: "Al Latina Calcio ne ho viste di cotte e di crude"


Roberto Papaverone racconta Puteolana-Latina: cronaca di una guerra annunciata


L’Olio delle Colline: i vincitori della XIII edizione


Torna il Salone dell’OliOlive e dei Sapori della provincia di Latina


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Roberto Papaverone e gli arbitri in Serie D: "Al Latina Calcio ne ho viste di cotte e di crude"

Roberto Papaverone e gli arbitri in Serie D:
L'ex Presidente del Latina Roberto Papaverone si sofferma su due aneddoti grotteschi con protagonisti un arbitro sui generis e un pastore tedesco fuori controllo in Serie D. “La Serie D è la vera essenza del calcio. Perché? Perché può  capitarti di vedere qualsiasi cosa”. Così, l’imprenditore Roberto Papaverone ricorda il suo periodo da Presidente del Latina Calcio, avvenuto dal 1991 al 1996. Roberto Papaverone in queste ultime settimane sta raccontando alcuni aneddoti calcistici e sul quotidiano Oggi Notizie di cui è Direttore, si è soffermato su un tema mo (continua)

Latina Calcio, Roberto Papaverone e i tifosi del Partinico: “I miei amici siciliani mi invitarono a mangiare il pesce”

Latina Calcio, Roberto Papaverone e i tifosi del Partinico: “I miei amici siciliani mi invitarono a mangiare il pesce”
L’ex Presidente del Latina Roberto Papaverone ricorda la sua trasferta particolare in Sicilia, su invito dei tifosi del Partinico.  L'imprenditore Roberto Papaverone continua a raccontare alcuni aneddoti legati al suo periodo da Presidente del Latina. Oggi, sul quotidiano online di cui è Direttore, Papaverone si è soffermato sul suo incontro con gli ultras del Partinico, squadra della città in provincia di Palermo. “In Serie D ci sono campi, partite e tifoserie che ogni presidente vorrebbe evitare come la peste b (continua)

Roberto Papaverone: “Vi racconto la rivalità tra Latina e Albalonga”

Roberto Papaverone: “Vi racconto la rivalità tra Latina e Albalonga”
Sul quotidiano Oggi Notizie, l’ex Presidente del Latina Calcio Roberto Papaverone ha ricordato il suo incontro con Pasquale Santosuosso che mise fine, o tregua, alla rivalità accesa tra la squadra nerazzurra e l’Albalonga di Casal di Principe. Negli anni ’90 la rivalità Latina Calcio e Albalonga era più accesa che mai. Ecco un ricordo tragicomico dell’ex Presidente Roberto Papaverone. Sul quotidiano Oggi Notizie, l’ex Presidente del Latina Calcio Roberto Papaverone ha ricordato il suo incontro con Pasquale Santosuosso che mise fine, o tregua, alla rivalità accesa tra la squadra nerazzurra e l’Albalonga di Casal di Principe. (continua)

Roberto Papaverone racconta Puteolana-Latina: cronaca di una guerra annunciata

Roberto Papaverone racconta Puteolana-Latina: cronaca di una guerra annunciata
In quel Puteolana-Latina del 1992 più che violenza nello stadio fu una guerra, dove furono coinvolti tutti, calciatori, allenatori, tifosi e dirigenti. “Altro che vittoria, siamo tornati a casa con 5 punti in testa! Quella partita fu una macelleria rusticana e per difenderci usammo qualsiasi cosa”. L’imprenditore ed ex presidente del Latina Roberto Papaverone sa di averla rischiata grossa in quel Puteolana-Latina del 1992. Nonostante siano passati tanti anni il suo ricordo è ancora vivo e riporta alla luce un grosso problema del movimento c (continua)

Addio a Maradona: l'aneddoto dell'ex Presidente del Latina Roberto Papaverone

Addio a Maradona: l'aneddoto dell'ex Presidente del Latina Roberto Papaverone
Un aneddoto, quello di Papaverone, che spiega perfettamente l'essenza del campione dei campioni. In occasione della morte di Diego Maradona l’ex presidente del Latina Calcio Roberto Papaverone, ha raccontato sulla testata MyWhere il suo incontro con il numero 10 per eccellenza. Di Napoli, dell’Argentina e di tutto il mondo. L’incrocio casuale tra i due avvenne alla fine degli anni ’80 sul volo Madrid-Roma. Ecco il racconto. Verso la fine degli anni ’80, ero di ritorno a Roma da Madrid (continua)