Home > Altro > Poste Italiane: la digitalizzazione nel cuore dell’Italia, il sostegno che fa la differenza. Il Servizio Tesoreria e Cassa per i piccoli comuni

Poste Italiane: la digitalizzazione nel cuore dell’Italia, il sostegno che fa la differenza. Il Servizio Tesoreria e Cassa per i piccoli comuni

scritto da: AIDR | segnala un abuso

Poste Italiane: la digitalizzazione nel cuore dell’Italia, il sostegno che fa la differenza. Il Servizio Tesoreria e Cassa per i piccoli comuni

Sono l’intelaiatura del nostro Paese: anello di congiunzione tra i cittadini, pubblica amministrazione e Stato. In Italia sono 5.495 comuni sotto i 5.000 abitanti e rappresentano il 69,53% dei municipi.


di Gennaro Petrone, dottore commercialista e tesoriere Aidr

Sono l’intelaiatura del nostro Paese: anello di congiunzione tra i cittadini, pubblica amministrazione e Stato. In Italia sono 5.495 comuni sotto i 5.000 abitanti e rappresentano il 69,53% dei municipi. Una costellazione di realtà, destinatarie negli ultimi anni di importantissime riforme, ma che di fatto si sono trovate ad essere periferia del sistema, nonostante il ruolo assolutamente primario nei rapporti con il cittadino. L’emergenza Covid ha portato in primo piano la valenza del Municipio. Capillarità, forte vicinanza, sono gli aspetti fondamentali che hanno spinto Poste Italiane ad avviare già da un biennio una stretta sinergia con i piccoli comuni. In questa direzione si inserisce il servizio di Tesoreria e Cassa, in partnership con Cassa Depositi e Prestiti.

L’accordo prevede la gestione del servizio da parte di Poste Italiane, e nei casi di momentanea carenza di disponibilità finanziaria dell’Ente, l’erogazione delle anticipazioni da parte di Cassa Depositi e Prestiti.

Il servizio di tesoreria consiste nell’insieme di operazioni legate alla gestione finanziaria dell'ente locale e finalizzate in particolare alla riscossione delle entrate, al pagamento delle spese, alla custodia di titoli e valori e dagli adempimenti connessi previsti dalla legge, dallo statuto, dai regolamenti dell'ente o da norme pattizie così come disciplinato dall’articolo 209 del Testo unico degli Enti locali.

L’Anticipazione è una particolare operazione finanziaria che interviene nel caso in cui l’ente pubblico, che si trovi in una situazione di difficoltà temporanea di liquidità di cassa, può ricorrere all’anticipazione per superare la momentanea carenza di disponibilità finanziaria. In questo caso, come previsto dall’articolo 222 del Tuel, Il tesoriere, su richiesta dell’ente corredata dalla deliberazione della giunta, concede allo stesso anticipazioni di tesoreria, entro il limite massimo dei tre dodicesimi delle entrate accertate nel penultimo anno precedente, possibilità che oggi è estesa a cinque dodicesimi.

Ulteriore vantaggio riservato dalla legge n. 158 del 2017 ai Comuni sotto i 5.000 abitanti, è rappresentato dalla possibilità per quest’ultimi di ricorrere a Poste italiane con la modalità dell’affidamento diretto, fermo restando la scelta di procedere attraverso gara pubblica.

Il principale fattore di successo delle proposte elaborate da Poste Italiane è la consolidata esperienza maturata al fianco delle pubbliche amministrazioni locali. L’obiettivo di semplificare i servizi amministrativi pubblici, promuovendo l’informatizzazione e l’innovazione dei sistemi e dei processi strumentali, è da sempre il focus primario di Poste Italiane che ben conosce le esigenze degli Enti Locali di minori dimensioni.

Al contempo, la capillarità e la vicinanza territoriale di Poste Italiane, con il presidio del Servizio anche in zone non coperte dalle altre Banche Tesoriere sono fattori di sicuro vantaggio che garantiranno:

- la gestione di tutte le attività di incasso/pagamento e le verifiche di bilancio, attraverso un team di risorse qualificate e dedicate:

- la disponibilità di un Ufficio Postale di radicamento per le attività che richiedono la “presenza fisica”;

- l’accessibilità a tutta la Rete di Uffici Postali per le attività di incasso.

Infine, merita ricordare che Poste Italiane, attraverso il servizio di Tesoreria e Anticipazione, promuove la digitalizzazione dell’Ente, accompagnandolo nel passaggio all’Ordinativo Informatico (OPI) e al SIOPE PLUS, con un pricing complessivo fortemente competitivo rispetto agli attuali Tesorieri bancari, con una assistenza specialistica e accentrata attraverso operatori altamente qualificati, in tutta la a rete dei 12.800 Uffici Postali.


Fonte notizia: https://www.aidr.it/poste-italiane-la-digitalizzazione-nel-cuore-dellitalia-il-sostegno-che-fa-la-differenza-il-servizio-tesoreria-e-cassa-per-i-piccoli-comuni/




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Poste Italiane: partner tecnologico della banca mondiale per Pvs


Poste Italiane: collaborazione strategica con Egypt Post


Presentato da Qintesi al Sap Now 2019 un innovativo progetto realizzato per il Gruppo Zambon


Aliexpress e dogana: come comportarsi.


Nasce Poste e-commerce, la soluzione di Poste Italiane per l'e-commerce delle PMI italiane


Cassa di Previdenza e Assistenza Forense


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La gestione del cambiamento introdotto dal piano organizzativo per il lavoro agile

La gestione del cambiamento introdotto dal piano organizzativo per il lavoro agile
Tali Linee Guida inducono le Amministrazioni a focalizzarsi sull’attuazione di misure di sviluppo organizzativo e tecnologico finalizzate al lavoro agile, da programmare nell’arco di un triennio, in coerenza a criteri di flessibilità, autonomia e collaborazione (Risoluzione del Parlamento europeo del 13 settembre 2016). Tra i diversi punti che il POLA considera, assumono un ruolo strategico. di Arturo Veneruso, Innovation Manager e membro dell’Osservatorio AIDR per la Digitalizzazione dell’Ambiente e dell’EnergiaIl 9 dicembre 2020 il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha emesso le Linee Guida sul POLA (Piano Organizzativo del Lavoro Agile) che ogni Amministrazione Pubblica, così come definita dal decreto-legge 165/2001 art. 1 comma 2, deve (continua)

La società 5.0 apre le porte all’Umanesimo Digitale

La società 5.0 apre le porte all’Umanesimo Digitale
La society 5.0 considera l’impiego della tecnologia al servizio dell’uomo e dei suoi bisogni. Questo vale non solo nell’ambito della produzione e dell’economia ma anche nei campi della medicina, della ricerca e di tutte le attività che contribuiscono al benessere sociale. Il nuovo paradigma della società, mira a raggiungere una convergenza avanzata tra il cyberspazio e lo spazio fisico, attraverso l’ausilio delle tecnologie esponenziali come l’intelligenza Artificiale basata su BigData e Robot, per eseguire o supportare gli umani nei lavori ripetitivi e logoranti. di Sandro Zilli, Innovation Manager – Resp. Osservatario AIDR Innovazione e Crescita Digitale www.sandrozilli.itSCENARIOLa society 5.0 considera l’impiego della tecnologia al servizio dell’uomo e dei suoi bisogni. Questo vale non solo nell’ambito della produzione e dell’economia ma anche nei campi della medicina, della ricerca e di tutte le attività che contribuiscono al benessere social (continua)

Sanità 4.0 e Medicina delle 4P: Il risveglio digitale dal sonno analogico

Sanità 4.0 e Medicina delle 4P: Il risveglio digitale dal sonno analogico
La pandemia causata da CoViD-19, con tutte le connesse problematiche sia in ambito sanitario che sociale ed economico, ha creato in tutto il mondo la necessità di cambiamenti radicali e una accelerazione notevole verso l’applicazione di pratiche digitali. Mentre il costo dell’assistenza sanitaria tradizionale è diventato insostenibile, riuscire ad adottare misure di contenimento della spesa senza pregiudicare il livello di assistenza è diventato assolutamente una priorità. Giancarlo De Leo Consulente in Editoria Medico-Scientifica e Sanità Digitale Socio e Segretario dell’Osservatorio Sanità Digitale dell’Associazione Italiana Digital Revolution (AIDR)La pandemia causata da CoViD-19, con tutte le connesse problematiche sia in ambito sanitario che sociale ed economico, ha creato in tutto il mondo la necessità di cambiamenti radicali e una accelerazione notevole (continua)

A Digitale Italia il Superbonus110: tra opportunità e sfide

A Digitale Italia il Superbonus110: tra opportunità e sfide
Ospiti del programma, Anna Rita Giagheddu – Resp. Business e Pubblica Amministrazione Banco Posta – Poste Italiane e Massimo Codato – Socio Aidr e Direttore Generale Rilancio Italia. Ospite del format di Aidr Poste Italiane: il nostro impegno per favorire la ripresaÈ il Superbonus110 il tema della prima puntata del format web Digitale Italia, promosso da Aidr. Complessità amministrative, opportunità e sfide della misura introdotta dal decreto Rilancio per la riqualificazione energetica e strutturale degli immobili, al centro della rubrica di approfondimento dell’Associazione I (continua)

Superbonus110, il 90% lo adotterebbe anche se le misure non sono di semplice applicazione

Superbonus110, il 90% lo adotterebbe anche se le misure non sono di semplice applicazione
In particolare, circa il 90% dei partecipanti alla consultazione ha giudicato estremamente valide le misure introdotte con gli ecobonus ai fini della riqualificazione energetica. Molto buono anche il giudizio in merito al sismabonus come misura volta a migliorare la sicurezza degli immobili: l’80% dei casi. Nicastri (Aidr): dalla consultazione online promossa dall’associazione emergono dati interessantiBenissimo le misure introdotte dal Decreto Rilancio, anche se il timore di non riuscire a fruire delle agevolazioni previste è molto alto. Questo il quadro che emerge dalla consultazione online promossa da Aidr e dedicata al Superbonus110%.In particolare, circa il 90% dei partecipanti alla consultazion (continua)