Home > Economia e Finanza > Banche centrali, settimana fitta di meeting di politica monetaria. Fari su FED e BoE

Banche centrali, settimana fitta di meeting di politica monetaria. Fari su FED e BoE

scritto da: Elleny | segnala un abuso


Sarà una settimana intensa sul fronte delle banche centrali. Tra il 14 e il 19 dicembre, gli istituti di ben 24 paesi o giurisdizioni decideranno in merito alla politica monetaria. Gli appuntamenti più importanti saranno quelli con la FED americana e con la Bank of England nel Regno Unito.

Le banche centrali in meeting

banche centraliIn vista di questi appuntamenti, le migliori piattaforme di trading forex sono già prese d'assalto. Anzitutto ecco l'elenco delle banche centrali che svolgeranno il loro meeting di chiusura del 2020 nei prossimi giorni. In Europa saranno Kazakistan, Ungheria, Armenia, Albania, Norvegia, Svizzera, Repubblica Ceca, Regno Unito e Azerbaigian.
Negli altri continenti invece sono interessati USA, Giappone, Russia, Messico, Giamaica, Colombia, Honduras, Uganda, Marocco, Mozambico, Costa Rica, Taiwan, Filippine, Indonesia, Mongolia.

FED sotto i riflettori

L'appuntamento più atteso riguarda la regina delle banche centrali, ossia la FED. Il meeting si svolgerà nei giorni 15 e 16 dicembre, e sarà fondamentale per capire che ci aspetta nel 2021. Sicuramente i mercati si aspettano un approccio che tenga conto della grave incertezza sulle previsioni di un anno che sarà ancora caratterizzato dal Covid. Gli investitori sono diventati più ottimisti dopo la accelerata sulla somministrazione dei vaccini. Tuttavia rimangono preoccupazioni riguardo al nuovo stimolo fiscale che è fermo nelle stanze della politica di Washington. Senza considerare i fattori di incertezza esterni, come una potenziale no deal Brexit, e i timori che i valori dei titoli raggiungano nuovi massimi nonostante il virus continui a diffondersi in tutto il mondo.

Questo meeting assume oggi ancora più valore, visto il momento di forte debolezza che sta vivendo il dollaro. La valuta a stelle e strisce infatti è scivolata sui minimi pluriennali in questo periodo.

Il meeting della Bank of England

Fari puntati anche sulla Bank of England. Ecco, sulla sterlina secondo molti si può fare scalping opzioni binarie in questi giorni, perché in realtà nel Regno Unito il fattore di maggiore interesse per gli investitori non è il meeting della banca centrale, bensì i colloqui su Brexit. Del resto la stessa Bank of England ha suonato il campanello d’allarme, fortemente legato alle vicende Brexit. Al momento il terremoto sui mercati finanziari causato da un No deal sembra quanto meno rinviato. UE e Londra hanno infatti deciso di continuare i negoziati oltre la scadenza di domenica scorsa.

banche | fed | piattaforme di trading forex | scalping opzioni |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

GRETA “YOUNG” in radio il singolo distribuito dalla  Awal/Kobalt di New York e prodotto dai Boe Weaver


Come la FED infuenza la politica monetaria


Investitori, tanti appuntamenti in focus nei prossimi giorni


Banche USA, nuovi limiti da parte della FED per fronteggiare il Covid


Politica monetaria, focus di Pompeo Pontone sugli strumenti della Fed


Federal Reserve messa all'angolo da Trump


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Svalutazione, la Lira precipita ancora e la CBRT deve intervenire

La banca centrale della Turchia è stata costretta ancora una volta a intervenire con urgenza, per tamponare la svalutazione della moneta nazionale. Alla quale, sia chiaro, ha contribuito in modo diretto e notevole.Come procede la svalutazione della LiraI fatti. Tra martedì e mercoledì la Lira ha proseguito lungo il percorso ormai durevole di svalutazione, toccando e poi aggiornando il nuovo minimo (continua)

Investitori, tanti appuntamenti in focus nei prossimi giorni

La settimana che ci aspetta sui mercati finanziari. Dati PMI evidenzieranno la salute economica di USA, UE e Regno Unito Tra meeting di banche centrali, dati macro molto importanti e verbali del FOMC, l'ultima settimana di novembre si preannuncia intensa per gli investitori dei mercati finanziari. Nel frattempo, il primo assaggio è arrivato dalla Cina, dove la banca popolare ha mentenuto invariato il tasso di interesse per il 19esimo meeting di fila. Dove guarderanno gli investitoriI dati clou per gli investitori (continua)

Moneta australiana in ripresa dopo il report arrivato dalla Cina

I dati macro in arrivo dalla Cina consentono al dollaro australiano di respirare. La moneta australiana infatti comincia bene questa settimana, spinta dalla produzione industriale cinese, che è aumentata del 3,5% su base annua nell'ottobre 2021, accelerando da un progresso del 3,1% nel mese precedente e battendo le previsioni di mercato.La Cina e la moneta australianaRicordiamo che la moneta austr (continua)

Investimenti, è in corso al rivoluzione utility: da settore difensivo a occasione

La transizione energetica ha avuto un impatto notevole sul settore delle utility. Quella che tradizionalmente era considerata una asset class tipicamente difensiva, adesso sta diventando una grossa occasione per gli investimenti.Da settore divensivo a occasione per investimentiI dati evidenziano infatti che le ex municipalizzate hanno chiuso il bilancio dei primi 9 mesi del 2021 con una crescita a (continua)

Mercati europei titubanti prima della FED (che poi vara il tapering)

Le Borse Europee hanno marciato blande prima che la FED prendesse la sua decisione La Federal Reserve ha deciso di varare il tapering, ossia di ridurre il suo stimolo all'economia. Nell'attesa di questa decisione, che è stata presa quando i mercati europei erano già chiusi, le borse del Vecchio continente si erano mosse in ordine sparso. Proprio l'attesa del meeting della banca centrale americana, aveva indotto i mercati a muoversi con cautela. In giornata aveva però parlato Ch (continua)