Home > Eventi e Fiere > Un nastro di seta lega Napoli alla Federazione Russa

Un nastro di seta lega Napoli alla Federazione Russa

scritto da: Harry di Prisco | segnala un abuso

Un nastro di seta lega Napoli alla Federazione Russa

La Maison Cilento 1780 continua nella coesione internazionale tramite le sue cravatte


I rapporti artistici e culturali tra Napoli e la Russia risalgono  al diciottesimo secolo. Fra i primi ad apprezzare la nostra terra furono gli studenti  dell'Accademia di Belle arti di San Pietroburgo che ritrassero il Vesuvio, le marine e scorci del golfo sulle loro tele, facendo scoprire le bellezze di Napoli. Giunsero poi i primi turisti fra cui  Maksim Gor'kij, che visse a Capri  scelta quale residenza fissa, dall'autunno del 1906 fino a tutto il 1913, allontanandosi per qualche breve periodo per partecipare a raduni letterari e conferenze politiche.

L’amicizia storica tra Italia e Russia  è stata contraddistinta con la consegna di una cravatta della Maison Cilento 1780 con la bandiera russa al console onorario Vincenzo Schiavo  titolare dell'ufficio consolare della Federazione  Russa in Napoli e Campania.

Una cravatta che rappresenta il segno tangibile di una storica amicizia tra Italia e Russia che si è rinnovata durante la crisi pandemica. Ugo Cilento ha consegnato al console russo a Napoli Vincenzo Schiavo le cravatte dedicate alla Federazione Russa per l’ambasciatore russo in Italia e il presidente Vladimir Putin. «L’eccellenza di Napoli e d’Italia è da sempre molto apprezzata in Russia e questa cravatta realizzata da un’azienda così antica e nota nel mondo rappresenta ancor più un segnale importante della storica intesa tra i nostri Paesi. Dobbiamo rafforzare sempre più questo legame culturale, sociale ed economico attraverso questi esempi di qualità», ha dichiarato il console Vincenzo Schiavo in visita presso la storica Maison Cilento a palazzo Ludolf alla Riviera di Chiaia.

«La crisi dovuta al Covid 19 ha mostrato una caratteristica nuova che ci auguriamo rimanga anche dopo ed è la rinnovata amicizia e unità tra i popoli. Per questo motivo ho voluto dedicare una serie di cravatte alle nazioni - ha precisato Ugo Cilento -  dopo il successo ottenuto con quella dedicata all’Italia, che anche il presidente Conte ha spesso indossato durante eventi pubblici, abbiamo lanciato questa idea che è stata subito accolta con grande favore. Basti pensare al presidente francese Macron che ha di recente indossato il nostro omaggio durante il discorso alla nazione in occasione della Convention Citoyenne pour le Climat. Oggi abbiamo consegnato al rappresentante russo il nostro prodotto artigianale anche perché i russi ci sono stati immediatamente vicini all’inizio della crisi inviando all’Italia  ventilatori e attrezzature sanitarie. Un omaggio dovuto che consente all’Italia di portare nel mondo il lavoro delle mani dei nostri grandi artigiani» ha concluso Cilento. La cravatta, in pura seta blu navy sette pieghe, riporta sulla pala principale la bandiera della Federazione Russa leggermente spostata di lato rendendola così unica.

La cravatta fa parte della collezione nata da un’idea di Ugo Cilento dedicata alle bandiere dei singoli Paesi del mondo come simbolo di identità, coesione e appartenenza, nonché in segno di solidarietà per i popoli in difficoltà.

Harry  di  Prisco

Maison Cilento 1780 |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Arte da indossare


FIGC Gravina. Malagò chiede il rinvio


Abodi, stavolta la contesa con Carlo Tavecchio sarà all'ultimo voto.


Abiti da sera


Serì: Bozzoli di seta pura made in Italy al 100% per un trattamento di pulizia del viso profondo e delicato come una carezza


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Avella dalla storia millenaria e ricca di tipicità agroalimentari

Avella dalla storia millenaria e ricca di tipicità agroalimentari
Il Sistema Irpinia nato per promuovere il patrimonio culturale e le eccellenze enogastronomiche del territorio irpino Avella è una cittadina della provincia di Avellino, da cui dista poco più di venti chilometri, è conosciuta come Città d’Arte per le pregevoli rovine  fra cui i resti delle mura del castello medievale e le vestigia dell'anfiteatro romano, monumenti che vanno assolutamente visitati. L'area archeologica quale primo nucleo del Parco Archeologico dell'antica Abella, precedente  denomin (continua)

I Giovani Imprenditori di Unione industriali Napoli scelgono “Uniti nel Cuore” per la sostenibilità dei meno fortunati

I Giovani Imprenditori di Unione industriali Napoli scelgono “Uniti nel Cuore” per la sostenibilità dei meno fortunati
I Giovani Imprenditori di Unione industriali Napoli in collaborazione con i Gruppi Giovani delle altre associazioni imprenditoriali e professionali partenopee hanno voluto che il loro nono Gala di Natale fosse all’insegna della solidarietà La cena di beneficenza si è tenuta nei giorni scorsi presso la Mostra d’Oltremare di Napoli con un nuovo format nella forma di cena spettacolo e con il tema della sostenibilità al centro dell’attenzione. Il motto scelto per l’occasione è stato:  “Uniti nel cuore”. Anche in questo secondo Natale ai tempi del Covid, dove ancora più forte evidentemente è l’importanza di aiutare chi più (continua)

Presentato il Mundialito: “Un calcio al razzismo” il torneo di calcio amatoriale tra le comunità nazionali residenti a Napoli

Presentato il Mundialito: “Un calcio al razzismo” il torneo di calcio amatoriale tra le comunità nazionali residenti a Napoli
Il torneo è previsto per il 21 e 22 marzo 2022 in occasione della giornata internazionale per l'eliminazione della discriminazione razziale   “Il razzismo è un virus che muta facilmente e invece di sparire si nasconde, ma è sempre in agguato. Le espressioni di razzismo rinnovano in noi la vergogna dimostrando che i progressi della società non sono assicurati una volta per sempre”. È quanto scrive Papa Francesco sul suo profilo Twitter nel giorno in cui si celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della discrim (continua)

Il formaggio Piave DOP si aggiudica il primo e secondo posto al concorso internazionale Käsiade

Il formaggio Piave DOP si aggiudica il primo e secondo posto al concorso internazionale Käsiade
In Austria si è conclusa la 15° edizione di Käsiade il concorso internazionale biennale del formaggio a cui partecipano i maggiori caseifici provenienti da ogni parte d’Europa  La sola parola Piave evoca nella mente le tradizioni più profonde del nostro Paese, richiamando a quanto di veramente italiano esiste nello stivale, le tradizioni  forse più vere che ci contraddistinguono fra i vari popoli è la  cultura della qualità degli alimenti. Uno degli aspetti più caratteristici è il nostro formaggio, apprezzato in ogni parte del mondo. La produzione di (continua)

Helbiz Kitchen annuncia la partnership con Acquainbrick

Helbiz Kitchen annuncia la partnership con Acquainbrick
La collaborazione con Acquainbrick dimostra il costante impegno di Helbiz nella scelta di fornitori di eccellenza e attenti alla sostenibilità ambientale  Helbiz Kitchen, business unit di Helbiz (HLBZ) leader mondiale nella micromobilità e primo nel suo settore ad essere quotato al Nasdaq, annuncia la partnership con Acquainbrick, PMI innovativa italiana di proprietà di Ly Company, gruppo nato nel 2015 con la visione di ridurre al minimo l'impatto ambientale degli imballaggi monouso. Ly Company promuove valori e pratiche ambientali che co (continua)