Home > News > Pensioni per i militari, sindacato “ITAMIL Esercito” promuove iniziativa a favore dei suoi iscritti

Pensioni per i militari, sindacato “ITAMIL Esercito” promuove iniziativa a favore dei suoi iscritti

scritto da: OrbisComunication2020 | segnala un abuso

Pensioni per i militari, sindacato “ITAMIL Esercito” promuove iniziativa a favore dei suoi iscritti


ROMA. Il sindacato “Itamil Esercito”, a seguito di numerose segnalazioni pervenute dai suoi iscritti, si è reso promotore, nelle scorse settimane, di un’iniziativa riguardante il mancato riconoscimento a personale in divisa giunto in pensione, da parte dell’INPS, dei benefici previsti dall’art. 54 del D.P.R. 1092/1973.

“Abbiamo scritto tempo addietro al Presidente del Consiglio, al Ministro della Difesa, ed al Ministro del Lavoro in merito all’aliquota del 44% funzionale alla determinazione della quota retributiva del trattamento pensionistico valido per quei militari che, al 31 dicembre del 1995, avevano maturato un’anzianità contributiva tra i 15 e i 20 anni - si legge nella nota del sindacato Itamil Esercito -. 

Con la  sentenza del 5 gennaio 2021, è stato aperto un tavolo tecnico tra lo Stato maggiore della Difesa e l’INPS, per giungere a delle possibili soluzioni condivise inerenti, tra gli altri temi affrontati, anche l’applicazione della sentenza. Ovviamente, ci riferiamo, nello specifico, a quei colleghi che, di fatto, a partire da adesso, non rientreranno più nel calcolo. Il verdetto distrugge la possibilità di fare ricorso per tutti quei colleghi vantanti un’anzianità contributiva tra i 15 e i 18 anni al 31 dicembre del 1995. 

Dunque, dobbiamo dedurre che, da questo momento in poi, l’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale preveda, per chi transiterà in quiescenza, l’applicazione automatica delle nuove aliquote. In termini pratici - in conclusione -, abbiamo costituito una task force di tecnici per monitorare gli effetti della sentenza ed assistere  i colleghi iscritti al Sindacato e coinvolti direttamente nella stessa nella fase di presentazione dell’istanza presso l’INPS”.

Itamil |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Itamil, un 2021 ricco di eventi. Il Segretario Generale Girolamo Foti: “E’ nostra risposta a silenzio del Governo su sindacati militari”


"Football Club Torinese", presidente Squillace apre a iniziative promosse da sindacato dell'esercito ITAMIL


Itamil Esercito attacca: "È Natale per tutti tranne che per le lavoratrici militari e lavoratori militari"


Primo congresso fondativo del sindacato ITAMIL - Esercito: “Diamo voce ai diritti sindacali dei militari”


MEDICINA LEGALE A PORTATA DI CLICK CON IL NUOVO PORTALE SISMLA


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Itamil - Esercito italiano, grande successo per convegno incentrato su futuro dei volontari

Itamil - Esercito italiano, grande successo per convegno incentrato su futuro dei volontari
ROMA. Nel pomeriggio di giovedì 14 gennaio 2021 si è tenuto il convegno incentrato su “Il futuro dei volontari dell’esercito”, organizzato dal sindacato “Itamil - Militari Esercito” ed andato in onda sulla testata giornalistica online “WebLive TV” e sulla ”Web Radio Itamil”. Nell’occasione, è stata annunciata la nascita di “Militar.Tv”, realtà editoriale che si pone il fine di aggregare e far (continua)

Mercato Ortofrutticolo Aversa, A.I.F.V.S. Onlus al fianco di Assodiritti: “Presenti in questa battaglia per la dignità”

Mercato Ortofrutticolo Aversa, A.I.F.V.S. Onlus al fianco di Assodiritti: “Presenti in questa battaglia per la dignità”
AVERSA. “Vogliamo capire per quale motivo, nonostante i lavori siano stati conclusi, non viene inviata l’ASL per i controlli igienico-sanitarie e strutturali al Mercato Ortofrutticolo all’ingrosso di Aversa in Corso Europa per far sì che lo stesso possa ripartire. In ballo ci sono 52 aziende e circa 400 operatori, è uno scandalo”. A parlare è il presidente dell’associazione “Assodiritti”, Carlo Di (continua)

I cambiamenti del Real Estate, i “magnifici sette” si adeguano e restano stabili al comando. Paolo Bellini (IAD Italia): “Esigenze sono mutate, vince chi è al passo coi tempi”

I cambiamenti del Real Estate, i “magnifici sette” si adeguano e restano stabili al comando. Paolo Bellini (IAD Italia): “Esigenze sono mutate, vince chi è al passo coi tempi”
ROMA. Il mondo del Real Estate ed i suoi cambiamenti. Se è vero che il coronavirus ha avuto un forte impatto sull’economia mondiale, è altrettanto vero che il mercato immobiliare si difende con le unghie e con i denti. Le compravendite si stanno concentrando maggiormente nelle periferie, piuttosto che nelle grandi città. La necessità di ritrovarsi in spazi più grandi si concilia bene con immo (continua)

A.I.F.V.S. Onlus segue linea dell’Associazione Lorenzo Guarnieri Onlus, presidente Alberto Pallotti: “ACI investa fondi in sicurezza stradale”

A.I.F.V.S. Onlus segue linea dell’Associazione Lorenzo Guarnieri Onlus, presidente Alberto  Pallotti: “ACI investa fondi in sicurezza stradale”
VERONA. “La posizione presa dall’Associazione Lorenzo Guarnieri Onlus nei confronti dell’Automobile Club d'Italia ci trova pienamente d’accordo. Non è possibile che un ente avente come scopo ultimo la tutela degli automobilisti, destini solo il 2% dei propri profitti in azioni per la sicurezza stradale finalizzati tutela degli stessi”. A parlare è il presidente dell’Associazione Italiana Familiari (continua)

A.I.F.V.S. Onlus Aversa e agro aversano, il responsabile Biagio Ciaramella: “Un 2020 ricco di battaglie”

A.I.F.V.S. Onlus Aversa e agro aversano, il responsabile Biagio Ciaramella: “Un 2020 ricco di battaglie”
AVERSA. Un anno di battaglie. Si è da poco concluso un 2020 che ha visto la sede di Aversa ed agro aversano dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus particolarmente attiva. Il 2 di gennaio del 2020, l’A.I.F.V.S. Onlus e l’associazione “Konsumer Italia” hanno richiesto, alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere (in particolare all’attenzione del Commissario Prefettizio del Comune di Marcianise, al Prefetto di Caserta ed alla Provincia), “controlli e verifiche di legalità in merito al verbale di contestazione emessi dalla Polizia Municipale di Marcianis (continua)