Home > Altro > Scaldabagno elettrico o a gas? Lovebrico ci spiega meglio le differenze

Scaldabagno elettrico o a gas? Lovebrico ci spiega meglio le differenze

scritto da: PressMilano | segnala un abuso

Scaldabagno elettrico o a gas? Lovebrico ci spiega meglio le differenze

La scelta dello scaldabagno non è mai così scontata: modello elettrico o a gas? Entrambe le tipologie hanno i loro pro e contro e oggi Lovebrico vi illustrerà perché dovreste scegliere l’uno, piuttosto che l’altro modello di scaldabagno.


Cosa c’è di meglio di una doccia calda in inverno, quando si è reduci da una dura giornata di lavoro? L’acqua calda nelle nostre case è fondamentale e può assolvere a molteplici funzioni, per assicurarsene una buona riserva è necessario ricorrere a uno scaldabagno.

Non sempre, però, la scelta dello scaldabagno è così facile e immediata e, anzi, andrebbe ponderata bene. Infatti, esistono due principali tipologie di scaldabagno, quello elettrico e quello a gas.

Tra i due diversi tipi di scaldabagno intercorrono diverse differenze, legate sia al loro funzionamento, che ad aspetti quali il prezzo e il consumo energetico. Nella scelta dello scaldabagno ideale per la propria casa, dunque, bisogna tener conto di quanto la spesa possa incidere sul portafoglio nel lungo termine e anche dello spazio di cui si dispone. 

Ma non è tutto: quali sono i vantaggi e gli svantaggi di ciascuna delle due tipologie? Lovebrico (www.lovebrico.com), lo store online dedicato al mondo dell’edilizia, del fai da te e dell’arredo bagno, è pronto a dispensare alcuni consigli per orientarvi nell’acquisto. 

Lo scaldabagno elettrico è quello più antico tra i due modelli e utilizza un meccanismo semplice: l’acqua all’interno del serbatoio viene riscaldata grazie a una resistenza, mediante l’effetto Joule. Il vantaggio dello scaldabagno elettrico è di certo il prezzo, infatti può costare mediamente 200 euro e anche la semplicità dell’installazione: va allacciato a un tubo dell’acqua e collegato alla corrente elettrica. Tra gli svantaggi, però, c’è il fatto che per assicurarsi che la temperatura dell’acqua sia sempre costante, ad esempio sui 35°C, lo scaldabagno deve essere sempre in funzione, con conseguente spreco di energia. Una volta finita la riserva di acqua calda, altrimenti, maggiore sarà la capacità del boiler e più tempo ci metterà l’acqua a scaldarsi. A lungo andare, quindi, uno scaldabagno elettrico pesa decisamente di più in bolletta.

La scelta dello scaldabagno a gas, invece, è più lungimirante: sebbene questa tipologia - che può essere sia a gas istantaneo, che ad accumulo (quest’ultimo, però, funziona come un modello elettrico)- richieda una maggiore manodopera e un investimento economico al momento dell’acquisto, i benefici si avranno sulle successive bollette. Infatti, questo ha diversi vantaggi: può essere installato anche all’esterno e si attiva solo quando il rubinetto dell’acqua calda viene aperto, facendo sì che questa sia sempre disponibile.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Tranquil Dawn: il colore del 2020 lo trovi su Lovebrico.com


Scaldacqua in pompa di calore: Termal Hot Water un risparmio costante nel tempo


Riscaldamento Globale: gli impianti di riscaldamento sono i principali responsabili


Bye bye fornelli a gas, con il piano cottura a induzione si fa economia!


Atlantic presenta il nuovo catalogo scaldacqua più comfort termico meno spese


L’acquisto di materiale elettrico online facile e sicuro: ecco il nuovo portale digitale Spesaelettrica.it, oltre 70 mila prodotti con garanzia di qualità


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Autori più attivi
Marzo

Recenti

Stesso autore

Mondo BDSM: le pratiche più diffuse

Provocare godimento fisico ma soprattutto mentale: le diverse pratiche BDSM hanno principalmente questo scopo, sia nel caso del Master o della Mistress che in quello dello Slave Milano, 12 gennaio 2021 – Il mondo del BDSM è senza dubbio caratterizzato dalla libertà e dalla fantasia nelle pratiche: ne esistono di moltissimi tipi, tutti però rivolti ad un principale obiettivo, cioè quello di generare un estremo piacere a livello fisico, ma ancor di più a livello mentale. La persona dominante all’interno della coppia trae godimento nel provocare nella persona sottomessa sens (continua)

Montare le tegole canadesi: ecco come fare

Montare le tegole canadesi: ecco come fare
Le tegole canadesi sono ideali per rivestire il tetto di una casetta in legno in modo semplice e piacevole da un punto di vista estetico: Lovebrico è pronto a illustrare quali siano i due principali metodi di montaggio delle tegole canadesi per gli amanti del fai da te. Le casette in legno sono un classico per i giardini e gli spazi esterni: sono multifunzionali, nonostante il primo utilizzo sia quello di usarle come deposito di stoccaggio materiali o per conservare gli attrezzi da giardinaggio. In ogni caso, qualunque sia l’uso a cui la casetta è destinata, se si decide di metterla in piedi da sé si dovrà provvedere anche al rivestimento del tetto.Per i tetti a (continua)

Spada Media Group lancia un nuovo servizio per siti web ecosostenibili

Spada Media Group lancia un nuovo servizio per siti web ecosostenibili
La storica agenzia pubblicitaria milanese affronta il problema dell’inquinamento da internet affiancando le aziende nella creazione di siti web a impatto zero tramite l’adesione all’iniziativa Tree Nation.Milano, febbraio 2021 – Internet è ormai alla portata di tutti e azioni come spedire una e-mail o immettere una query di ricerca sono diventati gesti quotidiani per la maggior parte delle persone (continua)

Mondoflex: come fare per mantenere una corretta posizione mentre si dorme

Mondoflex: come fare per mantenere una corretta posizione mentre si dorme
Mal di schiena e tensioni alla zona cervicale si fanno sentire sempre più spesso al risveglio? La colpa è probabilmente di una cattiva postura assunta durante la notte. Mondoflex ha dei consigli preziosi da darvi su come mantenere una corretta posizione durante il sonno, grazie anche all’ausilio di kit posturali pensati appositamente per migliorare la qualità del sonno e alleviare i disturbi dovut (continua)

Come accedere al bonus stufa a pellet 2021? La risposta dagli esperti di Pellet1

Come accedere al bonus stufa a pellet 2021? La risposta dagli esperti di Pellet1
Non è mai troppo tardi per convertirsi al green e passare a un metodo di riscaldamento alternativo a quelli tradizionali e meno inquinante: ecco come cogliere l’occasione del bonus 2021 per l’acquisto di una nuova stufa a pellet per la vostra casa. Avete già sentito parlare dell’Ecobonus 110% previsto per le spese in materia energetica fino al 31 dicembre 2021? Sicuramente sì, dato che è attivo dallo scorso luglio e ha fatto tanto parlare di sé, soprattutto in un momento storico in cui si è particolarmente sensibili sia al risparmio energetico, che al rispetto e alla salvaguardia dell’ambiente ottenibile anche adattando i vecchi metodi di ri (continua)